Finale di ritorno Play Off Nazionali d’Eccellenza di domenica 11 giugno 2017:
Francavilla (Abruzzo)-Fabriano Cerreto (Marche) [All’andata 0-0] 1-1 (12’Milizia [Fr], 29’Tittarelli [F.C.]).
Il Fabriano Cerreto nonostante i 2 pareggi, in virtù del gol segnato (da Gabriele Tittarelli) fuori casa, è promosso in Serie D (dove manca dalla stagione 1971/72, quando si chiamava Fortitudo Fabrianese) per la prima volta nella sua storia da quando si chiama così (ossia dall’estate 2012 quando ci fu la fusione tra Fabriano e Cerreto calcio). Il Francavilla invece spera ora in un ripescaggio.

TABELLINO DI FRANCAVILLA 1927-FABRIANO CERRETO 1-1
FRANCAVILLA: Spacca, Di Pietrantonio (98), Di Pentima, Di Giovanni (97)-(75’Sardella, 97), Di Sabatino (85’D’Alonzo), Borghetti, Rodia, Milizia, Petrone, Guido Galli e Miccichè A disposizione: Salvatore (98), Ballanti (97), Boccanera (98), Marzucco e Di Lallo. Allenatore: Fabio Montani
FABRIANO CERRETO: Emanuele Rossi (98), Boinega, Savelli, Emiliano Bartoli (87’Lattarulo), Colombaretti, Lapi, Girolamini (97), Andrea Omiccioli, Tittarelli, Trillini (65’Scotini) e Matteo Piergallini (79’Jachetta). A disposizione: Chiavetti (99), Pierleoni, Balducci (98) e Danilo Ferretti (97). Allenatore: Simone Pazzaglia.
Arbitro: Bogdan Nicolae Sfira di Pordenone, coadiuvato dagli assistenti: Giuseppe Pellino di Frattamaggiore (Napoli) e Francesco D’Apice di Castellammare di Stabia (Napoli).
Reti: 12’Milizia (Fr), 29’Tittarelli (F.C.).
Ammoniti: Tittarelli (F.C.), Di Pietrantonio (FR), Borghetti (FR), Milizia (FR), Boinega (F.C.), Lapi (F.C.), Emanuele Rossi (F.C.), Colombaretti (F.C.), Lattarulo (F.C.) e Scotini (F.C.).
Angoli: 12-2.
Recuperi: 1’+5′.
Spettatori: 1000 (di cui 100 circa quelli provenienti da Cerreto d’Esi [Ancona]) circa.
Note: All’andata al Comunale di Cerreto d’Esi (Ancona) era finita 0-0.
Curiosità: -Il Fabriano Cerreto manca dalla 4a Serie (Serie D) dalla stagione 1971/72 quando col nome Fortitudo Fabrianese (nome nato dalla fusione tra Fabriano calcio e Fortitudo, quest’ultima ora milita in 1a Categoria Marche Girone C) giunse ultimo (18°) nel Girone D di Serie D retrocedendo in Promozione Marche). Se invece si calcola da quando si chiama Fabriano Cerreto (ossia da quando ci fu la fusione tra Fabriano calcio e Cerreto avvenuta nell’estate 2012) in poi questa è la prima promozione della storia in Serie D.
-Ricordiamo che Simone Pazzaglia ha rilevato alla 18a giornata (3a di ritorno) sulla panchina del Fabriano Cerreto Nicola Spuri Forotti; mentre il tecnico del Francavilla Fabio Montani era stato esonerato dopo la 23a giornata con la squadra giallo-rossa prima a pari punti col Martinsicuro e sostituito alla 24a da Michele Gelsi ma poi è stato richiamato dopo la 31a giornata, rilevando a sua volta l’esonerato Gelsi e chiudendo l’Eccellenza Abruzzo al 4° posto per poi vincere i Play Off approdando a quelli Nazionali.
-Ricordiamo inoltre che Pierluigi Borghetti del Francavilla, la scorsa stagione giocava col Matelica in Serie D (Girone F), ma soprattutto ha militato per 2 stagioni consecutive (2013/14 in Eccellenza Marche mettendo a segno 2 reti e 2014/15 in Serie D Girone F mettendo a segno di nuovo 2 reti) anche nella Samb.
-Il Francavilla calcio 1927 ha giocato nella sua storia anche 7 campionati di C1 (l’ultimo nella stagione 1989/90; nella stagione 1982/83 giunse 3° nel Girone B) ed 8 di C2 (l’ultimo nella stagione 1992/93).
Nel suo Palmares ci sono soprattutto un Campionato di Serie C2 Girone C vinto nella stagione 1982/83 ed una Coppa Anglo-Italiana (che allora si chiamava anche Memorial Gigi Peronace) di Serie C vinta nella stagione 1983/84.
Manca dalla Serie D dalla stagione 1994/95 al termine della quale dopo essere giunta 11a nel Girone F, fu retrocessa d’ufficio in Eccellenza (Abruzzo) a seguito della mancata iscrizione al campionato successivo.

Risultati gare di ritorno finali Play Off Nazionali d’Eccellenza di domenica 11 giugno 2017:

Gara 1: Calcio Romanese (Lombardia Girone C)-Pavia (Eccellenza Lombardia Girone A) [all’andata 1-1] 0-2 (51’Bertocchi, 90’Carollo. All’85’espulso per proteste il tecnico del Calcio Romanese Mignani)

Gara 2: Union San Giorgio Sedico (Veneto Girone B)-Clodiense (Veneto Girone A) [all’andata 2-2] 0-2 (60’Malagò su rigore, 82’Cacurio. All’83’espulsi entrambi nelle fila dell’Union San Giorgio Sedico: il centrocampista Alberton per doppia ammonizione ed il Diesse Paolo De Cian per proteste condite da espressione irriguardosa all’indirizzo del direttore di gara)

Gara 3: Budoni (Sardegna)-Bozner (Trentino Alto Adige) [all’andata 3-2 per il Budoni] 3-3 D.T.S. (7’Saiu [Bu], 13’Sartor Camina [Bu], 30’Bertoldi [Bo], 66’Bocchio [Bo], 86’Bertoldi [Bo], 3’del 1°T.S. Giacomo Santoro [Bu]. All’86’ Bertoldi del Bozner ha fallito un rigore parato dall’estremo locale Trini ma sulla respinta ha poi ribadito la sfera in rete)

Gara 4: Aprilia (Lazio Girone B)-Sasso Marconi (Emilia Romagna Girone B) [all’andata 0-1 per il Sasso Marconi] 2-0 (43’Casimirri, 75’Bussi su rigore. Al 92′ espulso per proteste il tecnico del Sasso Marconi Moscariello)

Gara 5: Francavilla (Abruzzo)-Fabriano Cerreto (Marche) [all’andata 0-0] 1-1 (12’Milizia [Fr], 29’Tittarelli [F.C.])

Gara 6: San Giorgio (Campania Girone A)-Team Altamura (Puglia) [all’andata 0-2 per il Team Altamura] 0-0 (Al 71’espulso direttamente dalla panchina per proteste il portiere di riserva Fico del San Giorgio).

Gara 7 giocata sabato 10 giugno: Audax Cervinara (Campania Girone B)-Folgore Selinunte (Sicilia Girone A) [all’andata 1-3 per la Folgore Selinunte] 2-1 (22’Saginario, 37’Comegna [F.S.], 55’autorete di Marco Lombardo)

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
In neretto le 7 squadre vincitrici dei Play Off Nazionali d’Eccellenza e dunque promosse in Serie D.

ALBO D’ORO PLAY OFF NAZIONALI D’ECCELLENZA:
1993/94 (Esordio dei Play Off Nazionali che davano inizialmente solo 3 promozioni in Serie D) : Comprensorio Puteolano (Eccellenza Campania Girone A), Osimana (Marche) e Pievigina (Veneto Girone B) ;
1994/95 (da questa stagione in poi diventano 7 le promozioni date dai Play Off Nazionali): Adriese (Eccellenza Veneto Girone A), Asti (Piemonte e Valle d’Aosta Girone A), Montichiari (Lombardia Girone B), Sancataldese (Sicilia Girone A), Silana (Calabria), Terzigno (Campania Girone A) e Vis Stella (Marche) ;
1995/96: Aglianese (Eccellenza Toscana Girone A), Casale (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Patti (Sicilia Girone A), Pordenone (Friuli Venezia Giulia), San Giacomo Interamnia (Molise) che poi però rinuncia alla Serie D, Sanità Napoli (Campania Girone A) e Tecnoleno (Lombardia Girone B);
1996/97: Boys Caivanese (Eccellenza Campania Girone A), Grassina (Toscana Girone B), Rieti (Lazio Girone A), Santarcangiolese (Emilia Romagna Girone B), Rutigliano (Puglia), Schio (Veneto Girone A) e Valenzana (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B);
1997/98: Barletta (Eccellenza Puglia), Grosseto (Toscana Girone A), Guanzatese (Lombardia Girone A), Monselice (Veneto Girone A), Palmese (Campania Girone B), Sant’Angelo 1907 (Lombardia Girone B) e Tivoli (Lazio Girone A);
1998/99: Borgomanero (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A), Castrense (Lazio Girone A) che poi nell’estate 2011 si è fusa con la Viterbese dando vita all’attuale Viterbese Castrense, Fiorano (Emilia Romagna Girone A), Fucecchio (Toscana Girone A), Manfredonia (Puglia), Ottaviano (Campania Girone A) e Rodengo Saiano (Lombardia Girone C);
1999/00: Arbus (Eccellenza Sardegna), Belluno (Veneto Girone B), Bra (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Brindisi (Puglia), Cesi (Umbria), Palmanova (Friuli Venezia Giulia) e Real Marcianise (Campania Girone B) ;
2000/01: Cascina (Eccellenza Toscana Girone A), Ebolitana (Campania Girone B), Guanzatese (Lombardia Girone A), Manduria (Puglia), Pozzuolo (Friuli Venezia Giulia), Usmate (Lombardia Girone B) e Val di Sangro (Abruzzo);
2001/02: Carpi (Eccellenza Emilia Romagna Girone A), Guidonia Villanova (Lazio Girone A), Noicattaro (Puglia), Pomigliano Est (Campania Girone A), Real Cesate Saronno (Lombardia Girone A) squadra da non confondere col famoso Saronno calcio che si è sciolto nel 2011, Rovigo (Veneto Girone A) e Sangiustese (Marche);
2002/03: Adernò (Eccellenza Sicilia Girone B), Carpenedolo (Lombardia Girone C), Casteggio Broni (Lombardia Girone A), Grottammare (Marche), Isola Liri (Lazio Girone B), Nuova Avezzano (Abruzzo) e Sestese (Toscana Girone B);
2003/04: Alcamo (Eccellenza Sicilia Girone A), Chiari (Lombardia Girone C), Emme Mezzolara (Emilia Romagna Girone B), Forcoli (Toscana Girone A), Solofra (Campania Girone B), Spes Mentana (Lazio Girone A) e Venegono (Lombardia Girone A);
2004/05: Brindisi (Eccellenza Puglia), Meletolese (Emilia Romagna Girone A), Montenero (Molise), Penne (Abruzzo), Rivignano (Friuli Venezia Giulia), Tritium (Lombardia Girone B) e Virtus Villa (Emilia Romagna Girone B) che poi la stagione successiva ha cambiato nome diventando Verucchio;
2005/06: Acicatena (Eccellenza Sicilia Girone A), Castrovillari (Calabria), Civitavecchiese (Lazio Girone A), Forte dei Marmi (Toscana Girone A), La Nuova Piovese (Veneto Girone A), Pescina Valle del Giovenco (Abruzzo) e Sarzanese (Liguria);
2006/07: Ba.Se.96 Seveso (Eccellenza Lombardia Girone B), Cynthia (Lazio Girone B), Gragnano (Campania Girone B), Novese (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Quarto (Campania Girone A), Scandicci (Toscana Girone B) e Vis Torgiano (Umbria);
2007/08: Albignasego (Eccellenza Veneto Girone A), Boville Ernica (Lazio Girone B), Casoli (Abruzzo), Suzzara (Lombardia Girone C), Trapani (Sicilia Girone A), SC Palazzolo (Sicilia Girone B) e San Gimignano(Toscana Girone A);
2008/09: Aquanera (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Cantù San Paolo (Lombardia Girone B), F.C. Latina (Lazio Girone A ) poi fusa con la Virtus Latina che era giunta 1a nell’Eccellenza Lazio Girone B, fusione che diede vita all’attuale Unione Sportiva Latina che milita ora in Serie B, Ostuni (Puglia), Palazzolo (Lombardia Girone C), Rossanese (Calabria) e Selargius (Sardegna);
2009/10: Anzio Lavinio (Eccellenza Lazio Girone A), Caperanese (Liguria), Castglione Savoia (Lombardia Girone C), Cesenatico (Emilia Romagna Girone B), Ebolitana (Campania Girone B), Fortis Trani (Puglia) e Kras Repen (Friuli Venezia Giulia);
2010/11: Giorgione (Eccellenza Veneto Girone B), Internapoli Camaldoli (Campania Girone A), P.R.O. Imperia (Liguria), Sansovino (Toscana Girone B), Sarnese (Campania Girone B), Trestina (Umbria) e Vis Pesaro (Marche) ;
2011/12: Casacacastalda (Eccellenza Umbria), Città de la Cava (Campania Girone B), Città di Messina (Sicilia Girone B), Lupa Frascati (Lazio Girone B), Massese (Toscana Girone A), Real Vicenza (Veneto Girone A) da non confondere col + famoso Vicenza calcio e Trento (Trentino Alto Adige) ;
2012/13: Imolese (Eccellenza Emilia Romagna Girone B), Manfredonia (Puglia), Montegranaro (Marche) poi fusosi con la Fermana vincitrice quell’anno della Coppa Italia Dilettanti e dunque anch’essa promossa in Serie D, Pro Donero (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Terracina (Lazio Girone B), Thermal Abano Teolo (Veneto Girone A) e Torrecuso (Campania Girone B) ;
2013/14: Abano (Eccellenza Veneto Girone A), Castelfidardo (Marche), Fidelis Andria (Puglia), Kras Repen (Friuli Venezia Giulia), Real Trentinara o Sarnese (Campania Girone B) che dir si voglia, San Giovanni Valdarno (Toscana Girone B) e Sporting Bellinzago (Piemonte e Valle d’Aosta Girone A);
2014/15: Castellazzo Bormida (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Fezzanese (Liguria), Nardò (Puglia), Ravenna (Emilia Romagna Girone B), Serpentara Bellegra Olevano (Lazio Girone B), Varesina (Lombardia Girone A) e Vibonese (Calabria).
2015/16: Anzio (Eccellenza Lazio Girone B), Castrovillari (Calabria), Cavenago Fanfulla (Lombardia Girone B), Legnano (Lombardia Girone A), Pineto (Abruzzo), San Teodoro (Sardegna) e Sicula Leonzio (Sicilia Girone B).
2016/17: Aprilia (Eccellenza Lazio Girone B), Budoni (Sardegna), Clodiense (Veneto Girone A), Fabriano Cerreto (Marche), Folgore Selinunte (Sicilia Girone A), Pavia (Lombardia Girone A) e Team Altamura (Puglia).

Elenco delle squadre marchigiane promosse dall’Eccellenza in Serie D senza aver vinto il campionato ma tramite ripescaggi o vittorie in Coppa Italia Dilettanti e Play Off Nazionali:
1993/94: Osimana (Ha vinto una delle 3 finali dei Play Off Nazionali);
1994/95: Vis Stella (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
1995/96: Montegranaro (Ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali) ;
2001/02: Sangiustese (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2002/03: Grottammare (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2008/09: Civitanovese (ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali) ;
2009/10: Jesina (ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2010/11: Vis Pesaro (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2012/13: Fermana (vincitrice Coppa Italia Dilettanti) e Montegranaro Provincia Fermana (ha vinto una della 7 finali dei Play Off Nazionali), squadre che poi nell’estate proprio di quel 2013 si sono fuse formando un’unica realtà: l’attuale Fermana Football Club che milita in serie D Girone F;
2013/14: Castelfidardo (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali).
2014/15: Monticelli (Ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali)
2016/17: Fabriano Cerreto (ha vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali).

ECCELLENZA

Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto o sono in testa ai propri campionati regionali d’Eccellenza e sono dunque approdate o stanno per approdare in Serie D:
Abruzzo : Nerostellati 1910
Basilicata: Real Metapontino
Calabria: Isola Capo Rizzuto
Campania: Portici (Nel Girone A) ed Ebolitana (Nel Girone B)
Emilia Romagna: Vigor Carpaneto (Girone A) e Rimini (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Cjarlins Muzane
Lazio: Sff Atletico (Girone A) e Cassino (Girone B )
Liguria: Albissola 2010
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): Arconatese (Girone A), Crema (Girone B) e Rezzato (Girone C)
Marche: Sangiustese
Molise: Macchia
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Borgaro Torinese che ha vinto (4-3 ai rigori dopo l’1-1 dei tempi supplementari) lo spareggio giocato sul neutro di Biella contro la Juventus Domo che era giunta prima a pari punti con i torinesi (Girone A) e Castellazzo Bormida (Girone B nel quale Acqui e Novese sono state radiate e dunque escluse dal torneo dopo 4 rinunce a giocare)
Puglia: Audace Cerignola
Sardegna: Tortoli
Sicilia: Paceco (Girone A ) e Sporting Club Palazzolo (Girone B)
Toscana: Seravezza Pozzi Calcio (Girone A) ed Aquila Montevarchi (Girone B).
Trentino Alto Adige: Trento
Umbria: Villabiagio°
Veneto: Ambrosiana (Girone A) e Liventina (Girone B).
In neretto le squadre promosse in serie D.
A queste squadre sopra citate nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungono le 7 vincitrici dei play off Nazionali (Aprilia, Budoni, Clodiense, Fabriano Cerreto, Folgore Selinunte, Pavia e Team Altamura) d’Eccellenza ed il Troina (squadra siciliana finalista della Coppa Italia Dilettanti vinta dal Villabiagio che ha vinto anche il proprio campionato Regionale).
° ha vinto anche la Coppa Italia Dilettanti.

CALENDARIO COMPLETO PLAY OFF NAZIONALI:

Risultati Primo turno (Semifinali) dei Play Off Nazionali d’Eccellenza (andata domenica 21 maggio 2017 e ritorno domenica 28 maggio 2017):

A) Juventus Domo (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A) – Calcio Romanese (Eccellenza Lombardia Girone C) 1-3 e 3-2 D.T.S.

B) Vado (Liguria) – Pavia (Lombardia Girone A) 1-2 ed 1-2

C) Tortona (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B) – Clodiense (Veneto Girone A) 0-2 e 2-0 D.T.S. e poi 2-3 D.C.R.

D) Union San Giorgio Sedico (Veneto Girone B) – Torviscosa (Friuli Venezia Giulia) 0-1 e 4-1

E) Casatese Rogoredo (Lombardia Girone B) – Bozner (Trentino Alto Adige) 3-1 e 0-2

F) Francavilla (Abruzzo) – Angelana (Umbria) 2-0 (35’Guido Galli, 61’Miccichè su rigore. Espulsi: al 57′ il team manager dell’Angelana Gambacorta per proteste condite da espressioni offensive all’indirizzo del direttore di gara e di un calciatore avversario, al 68′ il tecnico dell’Angelana Crivelli sempre per proteste, condite da espressioni irriguardose all’indirizzo del direttore di gara ed al 90’Di Pentima del Francavilla per gioco falloso) ed 1-2 (9’Polidori, 34’Guido Galli [F] su rigore, 86’Ventanni su rigore. Al 33’espulso Barbini dell’Angelana per fallo da ultimo uomo. Al 57′ Miccichè del Francavilla ha fallito un rigore, calciandolo alto sopra la traversa).

G) Roselle (Toscana Girone A) – Fabriano Cerreto (Marche) 0-0 (Gara giocata al Comunale Olimpico Carlo Zecchini di Grosseto) ed 1-3 (56’Cosimi [R], 76’Matteo Piergallini, 83’Tittarelli, 84’Matteo Piergallini)

H) Zenith Audax (Toscana Girone B) – Aprilia (Lazio Girone B) 0-2 e 0-1

I) Folgore Rubiera (Emilia Romagna Girone A) – Sasso Marconi (Emilia Romagna Girone B) 0-0 (Espulsi entrambi nelle fila del Sasso Marconi: al 66’il tecnico Moscariello per proteste ed all’85’ Lysa per doppia ammonizione) e 0-1 (82’Gioele Tonelli).

L) Budoni (Sardegna) – Valle del Tevere (Lazio Girone A) 2-2 ed 1-0.

M) Cittanovese (Calabria) – Folgore Selinunte (Sicilia Girone A) 1-2 e 0-2

N) Acireale (Sicilia Girone B) –Team Altamura (Puglia) 1-2 e 0-0

O) San Giorgio (Campania Girone A)-Soccer Lagonegro (Basilicata) [Gara d’andata giocata sabato 20 maggio] 0-0 e 2-0

P) Vastogirardi (Molise)-Audax Cervinara (Campania Girone B) 1-2 (23’Befi, 61’Qato [V], 84’Zerillo) e 0-1 (Gara di ritorno al Comunale Canada di Cervinara [Avellino] giocata a porte chiuse visto la decisione presa dalla Prefettura di Avellino; 46’p.t. Befi)

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 14 squadre approdate in finale.

Risultati del secondo turno (Finali) Play Off Nazionali d’Eccellenza (andata domenica 4 giugno 2017 e ritorno domenica 11 giugno 2017):

Gara 1: Pavia (Eccellenza Lombardia Girone A)-Calcio Romanese (Lombardia Girone C) 1-1 (40’Santinelli [C.R.], 50’Bertocchi [P]) e 2-0 (51’Bertocchi, 90’Carollo. All’85’espulso per proteste il tecnico del Calcio Romanese Mignani).

Gara 2: Clodiense (Veneto Girone A) – Union San Giorgio Sedico (Veneto Girone B) 2-2 (17’D’Inca [C], 29’Marcolin [U.S.G.S.], 38’Abrefah [C], 56’Marcolin [U.S.G.S.]) e 2-0 (60’Malagò su rigore, 82’Cacurio. All’83’espulsi entrambi nelle fila dell’Union San Giorgio Sedico: il centrocampista Alberton per doppia ammonizione ed il Diesse Paolo De Cian per proteste condite da espressione irriguardosa all’indirizzo del direttore di gara)

Gara 3: Bozner (Trentino Alto Adige)- Budoni (Sardegna) 2-3 (24’Bertoldi [Bo], 48’Marco Murgia, 74′ e 79’Sartor Camina, 86’Bertoldi [Bo]) e 3-3 D.T.S. (7’Saiu [Bu], 13’Sartor Camina [Bu], 30’Bertoldi [Bo], 66’Bocchio [Bo], 86’Bertoldi [Bo], 3’del 1°T.S. Giacomo Santoro [Bu]. All’86’ Bertoldi del Bozner ha fallito un rigore parato dall’estremo locale Trini ma sulla respinta ha poi ribadito la sfera in rete)

Gara 4: Sasso Marconi (Emilia Romagna Girone B)-Aprilia (Lazio Girone B) 1-0 (75’Noselli su rigore. Al 13′ lo stesso Noselli del Sasso Marconi aveva fallito un rigore, calciandolo alto) e 0-2 (43’Casimirri, 75’Bussi su rigore. Al 92′ espulso per proteste il tecnico del Sasso Marconi Moscariello)

Gara 5: Fabriano Cerreto (Marche)-Francavilla (Abruzzo) 0-0 ed 1-1 (12’Milizia [Fr], 29’Tittarelli [F.C.])

Gara 6: Team Altamura (Puglia)-San Giorgio (Campania Girone A) 2-0 (12’Di Senso, 23’Rana. Al 47’espulso Rana del Team Altamura per fallo di reazione, colpendo a gioco fermo un calciatore avversario con una testata al volto) e 0-0 (al 71’espulso direttamente dalla panchina per proteste il portiere di riserva Fico del San Giorgio).

Gara 7: Folgore Selinunte (Sicilia Girone A)-Audax Cervinara (Campania Girone B) 3-1 (5’Erbini, 52’Prestia, 59’Erbini, 68’Saginario [A.C.]) ed 1-2 (Giocata sabato 10 giugno; 22’Saginario, 37’Comegna [F.S.], 55’autorete di Marco Lombardo)

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
In neretto le 7 squadre vincitrici delle finali e dunque promosse in Serie D.

INFO ECCELLENZA: Mentre la stagione calcistica è ufficialmente finita è già tempo di pensare alla prossima stagione (2017/18). Importante, nella costruzione degli organici, soprattutto per le squadre che aspirano alla vittoria finale è la scelta degli under. Sono stati fissati gli obblighi di impiego dei cosiddetti “fuoriquota” nelle diverse categorie. Per quanto riguarda i campionati Regionali di Eccellenza e di Promozione, le squadre partecipanti dovranno schierare minimo un giovane nato nel 1998 ed uno nato nel 1999.

ECCELLENZA MARCHE

RIEPILOGO CLASSIFICA FINALE ECCELLENZA MARCHE 2016/17 :
Sangiustese *D* 65,
Fabriano Cerreto @D@ 53,
Loreto @ 53,
Atletico Gallo Colbordolo @ 53,
Biagio Nazzaro Chiaravalle @ 52,
Tolentino 51,
Porto d’Ascoli 49,
Montegiorgio 45,
Marina 36,
Camerano 36,
Pergolese 35,
Forsempronese ° ^ 35,
Helvia Recina ° ^ 33,
Urbania ° 30,
Grottammare ° 27,
Folgore Veregra ^ 0.

Fabriano Cerreto, Loreto ed Atletico Gallo hanno chiuso Regular Season seconde a pari punti (53) ma in base alla classifica avulsa a 3 degli scontri diretti (Fabriano Cerreto 6 punti, Loreto 5 ed Atletico Gallo 3) la squadra fabrianese (2a) è risultata davanti nella griglia play off, seguita da quella loretana (3a).

Pergolese e Forsempronese hanno chiuso Regular Season 11esime a pari punti (35) ma in base agli scontri diretti (1-1 a Fossombrone l’andata e 4-0 a Pergola il ritorno) la squadra di Manuelli è posizionata davanti a quella di Fulgini. E dunque la Pergolese è salva mentre la Forsempronese ha disputato i play out.

*D*= Promossa in Serie D.
@D@= promosso in Serie D dopo aver disputato e vinto Play Off d’Eccellenza Marche e poi quelli Nazionali.
@= Hanno disputato Play Off.
°= Hanno disputato Play Out.
° ^= Retrocesse dopo i Play Out.
^= Direttamente retrocessa in Promozione Marche.

ALBO D’ORO ECCELLENZA MARCHE:
1991/92: Nuova Maceratese; 1992/93 : Tolentino ; 1993/94 : Nuova Jesi (Jesina) ; 1994/95: Sambenedettese ; 1995/96: Lucrezia ; 1996/97: Urbania ; 1997/98 : Monturanese ; 1998/99: Civitanovese; 1999/00: Real Montecchio ; 2000/01: Cagliese ; 2001/02 : Truentina Castel di Lama ; 2002/03: Imab Urbino ; 2003/04: Pergolese ; 2004/05: Maceratese ; 2005/06: Centobuchi ; 2006/07: Recanatese ; 2007/08: Elpidiense Cascinare ; 2008/09: Bikkembergs Fossombrone (poi divenuta Forsempronese) ; 2009/10: Sambenedettese ; 2010/11: Ancona 1905; 2011/12: Maceratese; 2012/13: Matelica; 2013/14: Sambenedettese; 2014/15: Folgore Falerone Montegranaro (poi divenuta Folgore Veregra); 2015/16: Civitanovese; 2016/17: Sangiustese.

In neretto il successo della Sangiustese e quelli delle squadre del Piceno tra cui la Samb.

VERDETTI REGULAR SEASON :

Sangiustese promossa in Serie D.

Play Off semifinali in gara unica (giocate in casa delle meglio classificate nella Regular Season) di domenica 30 aprile 2017 tra la 2a e la 5a classificata: Fabriano Cerreto-Biagio Nazzaro 1-0 D.T.S. (109’Trillini) e la 3a e la 4a classificata: Loreto-Atletico Gallo Colbordolo 3-1 (3’Andrea Moriconi, 36’Michele Garbuglia, 63’Cheddira, 69’Thomas Paoli [A.G.C.]).
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari.
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale in gara unica di domenica 7 maggio al Comunale di Cerreto d’Esi (Ancona): Fabriano Cerreto (2°)-Loreto (3°) 1-0 (36’Matteo Piergallini).
Il Fabriano Cerreto approda ai Play Off Nazionali.

ALBO D’ORO PLAY OFF ECCELLENZA MARCHE:
2002/03: Grottammare ; 2003/04: Urbisalviense; 2004/05: Vigor Senigallia ; 2005/06: Montegiorgio ; 2006/07:Fossombrone ; 2007/08: Cingolana; 2008/09: Civitanovese ; 2009/10: Jesina; 2010/11: Vis Pesaro; 2011/12: Tolentino ; 2012/13: Montegranaro; 2013/14: Non disputati visto ampi distacchi col Castelfidardo 2° nella Regular Season direttamente qualificato per i PLay Off Nazionali; 2014/15: Monticelli; 2015/16: Biagio Nazzaro; 2016/17: Fabriano Cerreto.

Play Out in gara unica in casa della migliore classificata nella Regular Season:

Sabato 6 maggio: Helvia Recina (13°) –Urbania (14°) 1-2 (10’Filippo Pagliardini, 39’Zohir Mounssif, 78’Rocci [H.R.]).
Urbania salvo. Helvia Recina retrocede in Promozione Marche.

Domenica 7 maggio: Forsempronese (12a)-Grottammare (15°) 1-2 (15’Ludovisi, 42’Belkaid su rigore, 105’De Panicis. Al 105’espulso Belkaid della Forsempronese per proteste)
Il Grottammare è salvo.
La Forsempronese invece retrocede in Promozione Marche.

Folgore Veregra direttamente retrocessa in Promozione Marche.

INFO ECCELLENZA MARCHE: L’Eccellenza Marche 2017/18 (la cui tassa d’iscrizione o ammissione che dir si voglia è di 2.750,00) includerà oltre a Civitanovese e Recanatese retrocesse dalla serie D Girone F, l’ Ilario Lorenzini Barbara e l’Atletico Porto Sant’Elpidio.
L’Ilario Lorenzini Barbara (squadra del comune di Barbara, in provincia di Ancona), guidato da Lorenzo Ciattaglia ha ottenuto una storica promozione in Eccellenza (dove approda per la prima volta nella sua storia) avendo vinto con una giornata d’anticipo il campionato di Promozione Marche Girone A con 4 punti di vantaggio sull’Atletico Alma, secondo.
Mentre l’Atletico Porto Sant’Elpidio (squadra di Porto Sant’Elpidio, comune in provincia di Fermo, da non confondere con l’Elpidiense Cascinare, squadra di Sant’Elpidio a Mare che milita attualmente in 1a Categoria Girone C), guidato da Stefano Cuccù ha ottenuto la promozione nel massimo campionato regionale (dove manca dalla stagione 2007/08; sarà la sua 8a partecipazione) avendo matematicamente vinto con 5 giornate d’anticipo il campionato di Promozione Marche Girone B con 17 punti di vantaggio sul Ciabbino (2°).
L’Ilario Lorenzini Barbara si è poi laureata Campione Regionale di Promozione vincendo anche la Supercoppa (che si gioca ogni anno a fine stagione, tra la vincente del Girone A e quella del Girone B di Promozione Marche) 2017 battendo (in gara unica giocata sabato 13 maggio al Comunale di Barbara [Ancona]) per 3-1 (19’Api su rigore, 31′ Riccardo Cuccù [A.P.S’E.], 60’Nicolò Carboni, 91’Api) l’Atletico Porto Sant’Elpidio.
Alle 4 squadre (Civitanovese, Recanatese, Ilario Lorenzini Barbara e Atletico Porto Sant’Elpidio) sopra citate si aggiunge l’Atletico Alma (che giunto 2° nel Girone A, ha poi vinto i Play Off del suddetto Girone; squadra di Fano [Pesaro-Urbino]) di Antonio Ceccarini (che ha rilevato alla 30a ed ultima giornata l’esonerato Alessandro Carta) che ha vinto la finale Inter-Girone (vincitrice Play Off Girone A vs vincitrice Play Off Girone B) di Promozione Marche giocata a Loreto (Ancona) battendo con un netto 4-1 (64’Rolon su rigore, 75’Bufalo, 78’Palazzi, 81’Matteo Coccia [C], 92’Bufalo) il Ciabbino (che giunto 2° nel Girone B, ha poi vinto i Play Off del suddetto Girone; neopromosso in Promozione cercava il doppio salto di categoria) tornando così in Eccellenza (dove manca dalla stagione 2014/15 al termine della quale giunto 12°, retrocedette dopo aver perso in casa spareggio play out con la Forsempronese, giunta 15a).
La Coppa Italia di Promozione Marche 2017 invece è andata al Chiesanuova (squadra giunta 4a in Promozione Marche Girone B ma poi eliminata dal Montefano nelle semifinali Play Off) che ha battuto (3-1) nella finale di Macerata la Vigor Castelfidardo (squadra che ha chiuso 14a in Promozione Marche Girone A ed è poi retrocessa in 1a Categoria dopo aver perso il play out contro il Laurentina; aveva perso in finale di Coppa Italia anche la scorsa stagione allora 1-0 con la Lorese).

ECCELLENZA MARCHE 2017-2018
ATLETICO ALMA (Promosso in Eccellenza avendo vinto contro il Ciabbino Play Off Intergirone di Promozione Marche)
ATLETICO GALLO COLBORDOLO
ATLETICO PORTO SANT’ELPIDIO (Promosso in Eccellenza avendo vinto il Campionato di Promozione Marche Girone B)
BIAGIO NAZZARO CHIARAVALLE
CAMERANO
CIVITANOVESE (Retrocessa in Eccellenza dalla Serie D Girone F)
GROTTAMMARE
ILARIO LORENZINI BARBARA (Promossa in Eccellenza avendo vinto il Campionato di Promozione Marche Girone A)
LORETO
MARINA
MONTEGIORGIO
PERGOLESE
PORTO D’ASCOLI
RECANATESE (Retrocessa in Eccellenza dalla Serie D Girone F). Se non sarà ripescata in Serie D. Infatti nel caso fosse ripescata dovrebbe essere il CIABBINO a prendere il suo posto venendo a sua volta ripescato in Eccellenza (dove approderebbe per la 1a volta nella sua storia). Difficile invece che venga ripescata la Forsempronese.
TOLENTINO
URBANIA
In neretto le squadre nuove rispetto alla stagione 2016/17 da poco conclusa.
Queste le 16 squadre che ad oggi dovrebbero comporre il prossimo massimo Campionato Regionale marchigiano salvo ripescaggi o colpi di scena.

SERIE D

Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D promosse in Lega Pro (Serie C riunificata):
Girone A : Cuneo;
Girone B : Monza;
Girone C : Mestre ;
Girone D : Ravenna ;
Girone E: Gavorrano ;
Girone F (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Fermana ;
Girone G (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Arzachena ;
Girone H : Bisceglie ;
Girone I (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Sicula Leonzio
In neretto le squadre promosse in Lega Pro
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si sono poi giocate lo Scudetto Dilettanti (che era stato vinto la scorsa stagione dalla Viterbese Castrense).

POULE SCUDETTO DILETTANTI 2017:
Dal 14 maggio al 3 giugno le 9 vincenti dei rispettivi gironi del campionato di Serie D si sono affrontate per l’assegnazione dello scudetto.

Girone Triangolare 1: Cuneo (Girone A), Monza (Girone B) e Mestre (Girone C)

Girone Triangolare 2: Ravenna (Girone D), Gavorrano (Girone E) e Fermana (Girone F)

Girone Triangolare 3: Arzachena (Girone G), Bisceglie (Girone H) e Sicula Leonzio (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2016/17:

Risultati 1a Giornata Gironi Triangolari di domenica 14 maggio 2017:

Girone Triangolare 1: Mestre (3 punti)-Cuneo (0 punti) 2-1 (68’Salvatore Papa [C], 74’Sottovia,86’Bussi). Ha riposato: Monza (-)

Girone Triangolare 2: Fermana (0 punti)-Ravenna (3 punti) [Gara giocata sabato 13 maggio per la concomitanza con altra manifestazione in programma a Fermo nella giornata di domenica] 0-1 (82’Broso). Ha riposato: Gavorrano (-).

Girone Triangolare 3: Arzachena (0 punti)-Bisceglie (3 punti) 0-2 (Montaldi, 62’Petta). Riposerà: Sicula Leonzio (-).

Risultati 2a giornata di domenica 21 maggio:
Girone Triangolare 1: Cuneo [0 punti]-Monza [3] (gara giocata sabato 20 maggio) 0-2 (12’Barzotti, 37’Palazzo). Ha riposato: Mestre [3].
Girone Triangolare 2: Gavorrano [0]-Fermana [3] 2-3 (6’Massimo D’Angelo, 9’Cremona, 24’Marianeschi [G], 49’Massimo D’Angelo, 74’Brega [G]). Ha riposato: Ravenna [3].
Girone Triangolare 3: Sicula Leonzio [3]-Arzachena [0] 2-0 (14’Savanarola, 55’Sibilli. Al 30’Savanarola del Leonzio ha fallito un rigore colpendo la traversa. All’85’espulso Andrea Sanna dell’Arzachena per doppia ammonizione). Ha riposato: Bisceglie [3].

Risultati 3a giornata di mercoledì 24 maggio:
Girone Triangolare 1: Monza-Mestre 3-1 (33’Sottovia [Me], 36’Barzotti, 60’Barzotti, 92’Ferrario). Ha riposato: Cuneo.
Classifica Finale Girone Triangolare 1: Monza 6, Mestre 3, Cuneo 0.
Girone Triangolare 2: Ravenna-Gavorrano 1-1 (31’Rubechini [G], 82’Broso [R]. Al 57’espulso Marianeschi del Gavorrano per doppia ammonizione). Ha riposato: Fermana.
Classifica finale Girone Triangolare 2: Ravenna 4, Fermana 3, Gavorrano 1.
Girone Triangolare 3: Bisceglie-Sicula Leonzio 1-1 (19’Savanarola [S.L.], 54’Partipilo [B]). Ha riposato: Arzachena.
Classifica finale Girone Triangolare 3: Bisceglie * e Sicula Leonzio 4, Arzachena 0.
*= 1° classificato in quanto ha segnato più reti in trasferta.
In neretto le 4 squadre approdate alle semifinali.

Risultati semifinali in gara unica di mercoledì 31 maggio 2017:
1a semifinale giocata al Comunale Villa San Filippo di Monte San Giusto (Macerata): Sicula Leonzio-Monza 0-1 (52’Perini)
2a semifinale giocata al Comunale Bruno Recchioni di Fermo: Bisceglie-Ravenna 2-2 (23’Lattanzio [B], 54′ Broso [R], 73′ Raucci [B], 93′ Forte [R]) D.T.R. e 6-7 D.C.R. Sequenza rigori: Lattanzio (B) gol, Forte (R) gol, Posillipo (B) parato, Andrea Venturini (R) fuori, Raucci (B) gol, Riccardo Innocenti (R) gol, Petta (B) gol, Pregnolato (R) gol, Miale (B) gol, Broso (R) gol, Petitti (B) gol, Selleri (R) gol, Ousmane Diop (B) gol, Rrapaj (R) gol, Risolo (B) parato ed il portiere Venturi (R) gol.
D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale di venerdì 2 giugno al Comunale Bruno Recchioni di Fermo:
Monza-Ravenna 2-1 (29′ Selleri [R] su rigore, 48’D’Errico, 62’Gasparri). Il Monza (al 1° scudetto Dilettanti vinto), succede nell’albo d’oro alla Viterbese Castrense (che la scorsa stagione aveva vinto lo scudetto battendo in finale sempre per 2-1, il Piacenza), conquistando il titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2017.

RISULTATI 1A FASE (O SEMIFINALI CHE DIR SI VOGLIA) PLAY OFF DEI 9 GIRONI DI SERIE D DI DOMENICA 14 MAGGIO 2017 :
Girone A: Varese (2a)-Caronnese (5a) 1-0 e Borgosesia (3°)-Gozzano (4°) [Gara giocata sabato 13 maggio] 1-2.
Girone B: Ciliverghe Mazzano (2°)-Pro Patria (5a) 2-1 e Pergolettese (3a)-Virtus Bergamo (4°) 1-2
Girone C: Triestina (2a) -Abano (5°) 1-1 D.T.S. e Campodarsego (3°)-Virtus Vecomp Verona (4a) 0-2 D.T.S.
Girone D : Imolese (2a)-Correggese (5a) 3-3 D.T.S. e Delta Calcio Rovigo (3a)– Lentigione (4°) 1-1 D.T.S.
Girone E: Massese (2a)-Finale (5°) 2-1 e Savona (3°)-Lavagnese (4a) 1-0.
Girone F: (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Matelica (2°)- Olympia Agnonese (5a) 1-3 (13’Ricamato, 25’Mauro Ragatzu, 50’Guida, 65’Ibojo [M]) e San Nicolò Teramo (3°)- Vis Pesaro (4a) 0-1 (72’Costantino. All’87’espulso il tecnico della Vis Pesaro Sassarini per proteste).
Girone G: (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Nuova Monterosi (2a)-L’Aquila (5a) 2-3 e Rieti (3°)-Ostia Mare (4a) 3-1.
Girone H: Trastevere (2°)-Nardò (5°) 3-1 D.T.S. e Nocerina (3a)-Gravina (4°) 4-1
Girone I: (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Rende (2°)-Gela (5°) 2-1 e Cavese (3a)– Igea Virtus (4a) 0-0 D.T.S.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
In neretto le 9 squadre approdate alla 2a Fase (Finale di Girone).
Le 9 squadre vincitrici della 1A Fase si sfideranno ora nelle finali di ogni Girone dando vita alla 2a Fase.

Risultati delle 9 Finali (2a Fase) Play Off dei rispettivi Gironi di Serie D di domenica 21 maggio:
Girone A: Varese (2a)- Gozzano (4°) 0-2
Girone B: Ciliverghe Mazzano (2°) -Virtus Bergamo (4°) 2-1
Girone C: Triestina (2a) -Virtus Vecomp Verona (4a) 1-1 D.T.S.
Girone D: Imolese (2a)-Delta Calcio Rovigo (3a) 1-0
Girone E: Massese (2a)-Savona (3°) 2-1
Girone F: Vis Pesaro (4a)-Olympia Agnonese (5a) 1-1 D.T.S. (78’Cassese [O.A.], 86’Costantino [V.P.])
Girone G: Rieti (3°) -L’Aquila (5a) 4-1
Girone H: Trastevere (2°)-Nocerina (3a) 0-2
Girone I: Rende (2°) -Cavese (3a) 2-1.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
In neretto le squadre che hanno vinto i Play Off dei rispettivi Gironi.
Le squadre di casa che hanno pareggiato vincono i Play Off (come le altre che hanno vinto dentro o fuori casa) del proprio Girone in quanto meglio classificate nella Regular Season .
Non ci sono più i Play Off Nazionali quindi le 9 squadre vincenti possono sperare subito in un eventuale ripescaggio in Lega Pro attraverso una graduatoria.
La tassa da pagare per il ripescaggio in Lega Pro quest’anno è di 300 mila euro a fondo perduto, più 200 mila euro con fideiussione.

Classifica stilata sulla base dei coefficienti per quanto riguarda le 9 squadre vincitrici dei Play Off di Serie D:
Ciliverghe Mazzano 2,14
Triestina 2,11
Rieti 2,08
Rende 1,94
Massese 1,88*
Nocerina 1,88
Imolese 1,85
Gozzano 1,73
Vis Pesaro 1,65

*a parità di coefficiente risulta davanti per il miglior posizionamento nella Regular Season.

Ricordiamo che in caso di parità numerica acquisirà la posizione migliore tra le squadre ex equo quella meglio classificata in ciascun girone al termine del campionato persistendo ancora la parità numerica, acquisirà la posizione migliore tra le squadre ex equo quella meglio classificata nella Coppa Disciplina al termine del campionato.

Bonus: Alla squadra classificatasi al primo posto del girone per il concorso “Giovani D Valore”, sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,10; alle squadre classificatesi al secondo e terzo posto di ciascun girone per il Concorso “Giovani D Valore”, sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,05 (In attesa della classifica finale dei Giovani D Valore, all’ultimo aggiornamento della stessa nessuna squadra ora ai play off risulta essere nei primi tre posti della suddetta graduatoria).

Graduatoria definitiva giovani D valore

ALBO D’ORO PLAY OFF NAZIONALI DI SERIE D: (disputati dal 2006 al 2015)
2005/06: Monopoli ;
2006/07: Casale (non venne poi ripescato nell’allora C2) ;
2007/08: Sambonifacese ;
2008/09: Nocerina;
2009/10: Matera ;
2010/11: Rimini ;
2011/12: Nuova Cosenza (non ripescata poi in Seconda Divisione);
2012/13: Virtus Vecomp Verona;
2013/14: Correggese (poi non ripescata in Lega Pro, nella nuova Serie C riunificata);
2014/15: Sestri Levante (non è stato poi ripescato in Lega Pro)

RISULTATI PLAY OUT IN GARA UNICA DI DOMENICA 21 MAGGIO:
Girone A: Varesina (13a)-Verbania (16°) 2-1 e Bustese (14a)– Legnano (15°) 3-0.
Girone B: Olginatese (13a)-Lecco (16°) 2-3 e Scanzorosciate (14°)-Levico (15°) 1-1 D.T.S.
Girone C: Calvi Noale (13a) -Vigasio (16°) 0-0 D.T.S. e Tamai (14°)-Cordenons (15°) 1-0
Girone D: Colligiana (13a)-Sangiovannese (16a) 2-1 ed Adriese (14a)-Ribelle (15°) 3-1
Girone E: Jolly Montemurlo (13°)-Ghivizzano Borgoamozzano (16°) 0-2 D.T.S. e Fezzanese (14a)-Viareggio (15°) 1-2
Girone F:(dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Alfonsine (14a)-Castelfidardo (15°) 0-1 (62’Montagnoli)
Girone G: (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) San Teodoro (14°)-Muravera (15°) 2-2 D.T.S. .
Girone H: Vultur Rionero (14°)- Madrepietra Daunia (15a) 0-1
Girone I: (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Roccella (14°)-Sarnese (15a; ha vinto ai rigori spareggio contro il Castrovillari che era giunto 15° a pari punti) 0-1.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari.
In neretto le squadre che hanno vinto i play out dei rispettivi Gironi e si sono dunque salvate.
Ricordiamo che le squadre che hanno pareggiato in casa si salvano (come quelle che hanno vinto dentro o fuori casa) in virtù del miglior piazzamento nella Regular Season.

Dunque retrocedono dopo Play Out: Verbania e Legnano (nel Girone A), Olginatese e Levico (nel Girone B), Vigasio e Cordenons (nel Girone C), Sangiovannese e Ribelle (nel Girone D), Jolly Montemurlo e Fezzanese (nel Girone E), Alfonsine (nel Girone F), Muravera (nel Girone G), Vultur Rionero (nel Girone H) e Roccella (nel Girone I).

Le squadre di Serie D retrocesse direttamente in Eccellenza sono: Pinerolo [17°] e Pro Settimo & Eureka [18°] (nel Girone A); Virtus Bolzano [17a] e Cavenago Fanfulla [18°] (nel Girone B), Vigontina San Paolo [17a] ed Eclisse Careni Pievigina [18a] (nel Girone C); Virtus Castelfranco [17°] e Poggibonsi [18°] (nel Girone D); Sporting Recco [17°] e Grosseto [18°] (nel Girone E); A parte il Chieti [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, Recanatese [16a] e Civitanovese [17a] (nel Girone F); A parte il Foligno [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, Torres [16a] e Città di Castello [17°] (nel Girone G); Agropoli [16°], Cynthia [17°] e Città di Ciampino [18°] (nel Girone H); A parte il Due Torri [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, Castrovillari [16°, ha perso 4-1 ai rigori, dopo l’1-1 dei tempi supplementari, lo spareggio contro la Sarnese che disputerà i play out] e Sersale [17a] (nel Girone I).

COPPA ITALIA SERIE D (CHE ERA STATA VINTA LA SCORSA STAGIONE DAL FONDI) 2016/17:
Semifinali di mercoledì 1° (andata) e 29 (ritorno) marzo 2017:
Darfo Boario-Chieri 0-1 ed 1-3
Bisceglie-Albalonga 0-0 (Gara di ritorno giocata mercoledì 19 aprile) ed 1-4

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale in gara unica di sabato 20 (e non più il 13 come in precedenza stabilito) maggio 2017:
Chieri (giunto 7° nel Girone A)-Albalonga (7° nel Girone G) 2-1 (12’Campagna, 29’Messias, 88’autorete di Giuseppe Cacciatore [A]). Il Chieri (al 1° titolo) succede nell’albo d’oro della manifestazione al Fondi (che aveva vinto il trofeo la scorsa stagione) vincendo la Coppa Italia di Serie D 2016/17.

La Coppa Italia di Serie D (detenuta dal Fondi, poi ripescato in Lega Pro avendo vinto pure i Play Off del Girone H) è iniziata il 21 agosto 2016 con il Turno Preliminare in gara unica a cui hanno fatto seguito il 1° Turno del 28 agosto, i Trentaduesimi di finale (in cui sono entrati in gioco anche le 9 squadre che hanno partecipato alla Coppa Italia Tim tra cui la Fermana eliminata dalla Cremonese) del 28 settembre, i sedicesimi di finale del 26 ottobre, gli ottavi di finale del 23 novembre, i quarti di finale del 1°febbraio 2017, le semifinali del 1° marzo (andata) e del 29 marzo e 19 aprile e la finale di sabato 20 (e non più il 13 come in precedenza stabilito) maggio 2017.
Tutti i turni da quello Preliminare ai quarti si sono giocati in gara unica, così come la finale giocata in campo neutro. Solo le semifinali si sono giocate in gara doppia (andata e ritorno).

Albo d’Oro Coppa Italia Dilettanti dall’inizio (1966/67) fino alla stagione 1989/90 , stagioni in cui era riservata alle squadre del 5° e 6° livello del calcio italiano:
1966 /67: Impruneta;
1967/68: S.T.E.F.E.R. Roma ;
1968/69: ALMAS Roma;
1969/70:Ponte San Pietro;
1970/71: Montebelluna ;
1971/72: Unione Valdinievole ;
1972/73: Jesolo;
1973/74: Miranese;
1974/75: Banco di Roma ;
1975/76: Sorinese;
1976/77: Casteggio ;
1977/78: Sommacampagna ;
1978/79: Ravanusa ;
1979/80: Cittadella ;
1980/81: Internapoli ;
1981/82: Leffe ;
1982/83: Lodigiani ;
1983/84: Montevarchi ;
1984/85: Solvay Rosignano ;
1985/86: Cassino ;
1986/87: Avezzano ;
1987/88: Altamura ;
1988/89: Sestese;
1989/90: Breno .

Albo d’Oro Coppa Italia di C.N.D. dal 1991 al 1999:
1990/91:Savona;
1991/92: Torres;
1992/93: Treviso;
1993/94: Varese ;
1994/95: San Severo ;
1995/96:Alcamo;
1996/97: Astrea ;
1997/98: Campobasso;
1998/99:Casale.

Albo d’Oro Coppa Italia Dilettanti (quando il titolo era unificato: vincitrice Coppa Italia di serie D vs vincitrice Coppa Italia di Eccellenza e Promozione Nazionale) dal 1991 al 1999:
1990/91: Savona ;
1991/92: Quinzano;
1992/93: Treviso;
1993/94:Varese ;
1994/95:Iperzola;
1995/96: Alcamo ;
1996/97: Astrea ;
1997/98: Larcianese ;
1998/99: Casale.

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DI SERIE D (da non confondere con l’attuale Coppa Italia Dilettanti):
1999/00: Castrense ;
2000/01: Todi;
2001/02: Pievigina;
2002/03:Sansovino;
2003/04:Juve Stabia (oggi in Serie B);
2004/05: U.S.O. Calcio;
2005/06:Sorrento;
2006/07:San Felice Normanna ;
2007/08: Como ;
2008/09: Sapri ;
2009/10: Matera;
2010/11: Perugia;
2011/12: Sant’Antonio Abate;
2012/13:Torre Neapolis (detto anche Turris);
2013/14: Pomigliano;
2014/15: Monopoli
2015/16: Fondi
2016/17: Chieri.

INFO SERIE D: Mentre la stagione in corso è giunta ormai ai titoli di coda già è tempo di pensare alla prossima. Importante, nella costruzione degli organici, soprattutto per le squadre che aspirano alla vittoria finale, è la scelta degli under. Sono stati fissati gli obblighi di impiego dei cosiddetti “fuoriquota” nelle diverse categorie. Per quanto riguarda il campionato di serie D 2017/18 l’obbligo sarà quello di schierare 4 under: un 97, due 98 ed un 99.

Ecco le 162 squadre (divise per regioni) che per ora in base ai risultati del campo dovrebbero comporre la Serie D 2017/18:
Abruzzo: Avezzano, L’Aquila, NEROSTELLATI 1910 (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Abruzzo), Pineto, San Nicolò Teramo e Vastese.
Basilicata: Az Picerno, Francavilla, MELFI (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone C), Potenza e REAL METAPONTINO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Basilicata).
Calabria: ISOLA CAPO RIZZUTO (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Calabria), Palmese, Rende e VIBONESE (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone C).
Campania: Aversa Normanna, Cavese, EBOLITANA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Campania Girone B), Frattese, Gelbison, Gladiator, Gragnano, Herculaneum, Nocerina, Pomigliano, PORTICI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Campania Girone A), Sarnese e Turris.
Emilia Romagna: Castelvetro, Correggese, Fiorenzuola, FORLI’ (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone B), Imolese, Lentigione, Mezzolara, RIMINI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone B), Romagna Centro, Sammaurese e VIGOR CARPINETO (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone A).
Friuli Venezia Giulia: CJARLINS MUZANE (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Friuli Venezia Giulia), Tamai e Triestina.
Lazio: Albalonga, Anzio, APRILIA (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), CASSINO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Lazio Girone B), LUPA ROMA (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone A), Monterosi, Ostia Mare, RACING CLUB ROMA (retrocessa direttamente dalla Lega Pro Girone A), Rieti, SFF ATLETICO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Lazio Girone A), Trastevere e Virtus Flaminia.
Liguria: ALBISSOLA 2010 (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Liguria), Argentina Arma, Finale, Lavagnese, Ligorna, Sanremese, Savona e Sestri Levante.
Lombardia: ARCONATESE (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone A), Bustese, Caravaggio, Caronnese, Ciliverghe Mazzano, Ciserano, CREMA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone B), Darfo Boario, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, LUMEZZANE (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone B), OltrepoVoghera, PAVIA (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Pergolettese, Ponte San Pietro Isola, Pro Patria, Pro Sesto, REZZATO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone C), Scanzorosciate, Seregno, Varese, Varesina e Virtus Bergamo.
Marche: ANCONA (retrocessa direttamente dalla Lega Pro Girone B), Castelfidardo, FABRIANO CERRETO (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Jesina, Matelica, Monticelli, SANGIUSTESE (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Marche) e Vis Pesaro.
Molise: Campobasso, MACCHIA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Molise) ed Olympia Agnonese.
Piemonte: BORGARO TORINESE (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A dopo spareggio con la Juventus Domo che era giunta prima a pari punti), Borgosesia, Bra, Casale, CASTELLAZZO BORMIDA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Chieri (vincitore Coppa Italia di Serie D) e Gozzano.
Puglia: AUDACE CERIGNOLA (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Puglia), Gravina, Madrepietra Daunia, Manfredonia, Nardò, San Severo, TARANTO (retrocesso direttamente dalla Lega Pro Girone C) e TEAM ALTAMURA (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza).
Sardegna: Budoni (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Lanusei, Latte Dolce, Nuorese, San Teodoro e TORTOLI (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sardegna).
Sicilia: FOLGORE SELINUNTE (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Gela, Igea Virtus Barcellona, PACECO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sicilia Girone A), Sancataldese, SPORTING CLUB PALAZZOLO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sicilia Girone B) e TROINA (neopromosso in quanto finalista Coppa Italia Dilettanti).
Toscana: AQUILA MONTEVARCHI (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Toscana Girone B), Colligiana, Ghivizzano Borgoamozzano, Massese, Montecatini, Pianese, Ponsacco, Real Forte Querceta, Rignanese, San Donato Tavarnelle, Sansepolcro, Scandicci, SERRAVAZZA POZZI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Toscana Girone A), TUTTOCUOIO (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone A) e Viareggio.
Trentino Alto Adige: Dro e TRENTO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Trentino Alto Adige)
Umbria: Sporting Trestina e VILLABIAGIO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Umbria e la Coppa Italia Dilettanti)
Veneto: Abano, Adriese, Altovicentino, AMBROSIANA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Veneto Girone A), Belluno, Calvi Noale, Campodarsego, CLODIENSE (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Delta Rovigo, Este, Legnago Salus, LIVENTINA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Veneto Girone B), Montebelluna, Union ArzignanoChiampo, Union Feltre e Virtus Vecomp Verona.
Repubblica di San Marino: San Marino.

In MAIUSCOLO le squadre retrocesse (dalla Lega Pro) e le neopromosse (dall’Eccellenza).

SERIE D GIRONE F

RIEPILOGO CLASSIFICA FINALE:
Fermana *(C)* 69,
Matelica @ 62,
San Nicolò Teramo @ 60,
Vis Pesaro @@ 53,
Olympia Agnonese @ 51,
Sammaurese 50,
Monticelli 47,
Vastese 45,
San Marino 41,
Jesina 40,
Pineto 39,
Romagna Centro 39,
Campobasso 38,
Alfonsine °^ 30,
Castelfidardo ° 28,
Recanatese ^ 27,
Civitanovese ^ 17.
Chieti ritirato.

* (C)*= matematicamente promossa in Lega Pro.
@@= Ha disputato e vinto i Play Off.
@= Hanno disputato Play Off.
°= Ha disputato il play out.
°^= Retrocesso dopo il play out.
^= Direttamente retrocesse in Eccellenza (Marche) .

VERDETTI REGULAR SEASON:

Fermana promossa in Serie C (Lega Pro) e si giocherà lo Scudetto Dilettanti assieme alle altre 8 squadre vincitrici dei Gironi di Serie D.

Play Off 1a fase (o semifinali) in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) di domenica 14 maggio tra la 2a e la 5a classificata: Matelica-Olympia Agnonese 1-3 (13’Ricamato, 25’Mauro Ragatzu, 50’Guida, 65’Ibojo [M]) e la 3a e la 4a classificata: San Nicolò Teramo-Vis Pesaro 0-1 (72’Costantino. All’87’espulso il tecnico della Vis Pesaro Sassarini per proteste).
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale (o 2a Fase) in gara unica di domenica 21 maggio:
Vis Pesaro (4a)-Olympia Agnonese (5a) 1-1 (78’Cassese [O.A.], 86’Costantino [V.P.]) D.T.S.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari.
Vis Pesaro vince i Play Off (in virtù del miglior piazzamento nella Regular Season) ed ora spera in un eventuale ma difficile ripescaggio in Lega Pro.

ALBO D’ORO PLAY OFF SERIE D GIRONE F:
2002/03: Tolentino (poi ripescato in Serie C2); 2003/04: Sangiustese (poi rimasta in Serie D); 2004/05:Orvietana (poi rimasta in Serie D) ; 2005/06: Celano Marsica (poi ripescato in Serie C2); 2006/07: Fano (poi rimasto in Serie D) ; 2007/08:Renato Curi Angolana (poi rimasta in Serie D); 2008/09: Fano (poi ripescato in 2a Divisione Lega Pro); 2009/10: Santegidiese (poi rimasta in Serie D); 2010/11: Rimini (che poi vince anche i Play Off Nazionali, viene ripescato in 2a Divisione Lega Pro); 2011/12: SAMBENEDETTESE (poi rimasta in Serie D); 2012/13: Maceratese (poi rimasta in Serie D); 2013/14: Matelica (poi rimasto in Serie D); 2014/15: Alma Juventus Fano (poi rimasta in Serie D); 2015/16: Alma Juventus Fano (poi ripescata in Lega Pro); 2016/17: Vis Pesaro.

Play Out in gara unica di domenica 21 maggio in casa della migliore classificata nella Regular Season:
Alfonsine (14a)– Castelfidardo (15°) 0-1 (62’Montagnoli).
Castelfidardo è salvo e dunque rimane in Serie D. Mentre l’Alfonsine retrocede in Eccellenza (Emilia Romagna).

Si è giocato un solo spareggio in quanto la Recanatese (16a) ha chiuso con un distacco (-11) superiore agli 8 punti dal Campobasso (13°). E così la squadra leopardiana è direttamente retrocessa, mentre quella molisana è salva senza disputare i play out (i quali affinchè si disputino ricordiamo che il distacco tra le squadre abbinate non dev’essere pari o superiore agli 8 punti).

Recanatese (che ha chiuso torneo un distacco superiore ad 8 punti dalla 13a) penultima e Civitanovese ultima (17a), sono direttamente retrocesse in Eccellenza (Marche in questo caso).

LEGA PRO:

Queste le 3 squadre dei rispettivi Gironi di Serie C promosse in Serie B e le 3 direttamente retrocesse in Serie D :
Girone A: Cremonese promossa in Serie B (dove manca dalla stagione 2005/06) ; Racing Roma ultima in classifica è retrocessa direttamente in Serie D.
Girone B: Venezia promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 2004/05); Ancona ultimo in classifica è retrocesso direttamente in Serie D.
Girone C: Foggia promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 1997/98) ; Taranto ultimo in classifica è retrocesso direttamente in Serie D.
In neretto le squadre promosse in Serie B.
Alle 3 squadre sopra citate (vincitrici dei rispettivi Gironi) si aggiungerà la vincente dei Play-Off (vinti la scorsa stagione dal Pisa).
Supercoppa vinta poi dal Foggia.
La Coppa Italia di Lega Pro 2017 è andata al Venezia che ha avuto ragione del Matera nella doppia finale (andata 1-0 interno per il Matera e ritorno 3-1 interno per il Venezia) .

Supercoppa di Lega Pro 2017:
Girone Triangolare con Cremonese (vincitrice del Girone A), Venezia (vincitrice del Girone B) e Foggia (vincitrice del Girone C).
1a Giornata di sabato 13 maggio: Cremonese (0 punti)-Venezia (3 punti) 1-2. Ha riposato: Foggia (-).
2a giornata di sabato 20 maggio: Foggia (3 punti)-Cremonese (0 punti) 3-1. Ha riposato Venezia (3).
3a giornata di sabato 27 maggio ore 16,30: Venezia-Foggia 2-4. Ha riposato: Cremonese.
Classifica Finale: Foggia 6, Venezia 3, e Cremonese 0. Foggia (al 1° titolo) succede nell’albo d’oro alla Spal vincendo Supercoppa di Lega Pro 2017.

ALBO D’ORO SUPERCOPPA DI SERIE C (LEGA PRO):(dal 2000 al 2014 era a 2 squadre ossia le 2 vincenti degli unici 2 gironi di Serie C1 poi ribattezzata 1a Divisione Lega Pro, mentre dal 2015 è a 3)
1999/00 (a 2 squadre) : Siena ; 2000/01: Modena ; 2001/02 : Ascoli; 2002/03: Treviso ; 2003/04: Arezzo ; 2004/05: Rimini; 2005/06: Spezia; 2006/07: Grosseto ; 2007/08: Sassuolo; 2008/09: Gallipoli; 2009/10: Novara; 2010/11: Nocerina; 2011/12: Spezia; 2012/13: Avellino ; 2013/14 (a 2 squadre): Perugia; 2014/15 (a 3 squadre): Novara ; 2015/16: Spal; 2016/17: Foggia .

PLAY OFF

Risultati 2a Fase Play Off Lega Pro (Ottavi di finale; domenica 21 maggio l’andata e mercoledì 24 maggio il ritorno):
Gara 1: Casertana (9a nel Girone C) –Alessandria (2a classificata nel Girone A) 1-1 ed 1-3
Gara 2: Piacenza (6° classificato nel Girone A)-Parma (2° classificato nel Girone B) 0-0 e 0-2
Gara 3: SAMB (7a nel Girone B) –Lecce (2° classificato nel Girone C) 1-1 (47’Mancuso [S], 52’Caturano [L] su rigore. Al 57’Mancuso della Samb ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Perucchini) e 0-0
Gara 4: Cosenza (7° nel Girone C) -Matera (3° nel Girone C ma soprattutto finalista della Coppa Italia di Lega Pro) 2-1 ed 1-1
Gara 5: Virtus Francavilla (5a classificata nel Girone C)-Livorno (3° classificato nel Girone A) 0-0 e 0-0
Gara 6 giocata sabato 20 maggio: Giana Erminio (5a classificata nel Girone A)-Pordenone (3° classificato nel Girone B) 2-1 ed 1-3
Gara 7 giocata sabato 20 maggio: Reggiana (5a classificata nel Girone B)-Juve Stabia (4a classificata nel Girone C) 2-1 e 0-0
Gara 8: Lucchese (9a nel Girone A con 51 punti)– Albinoleffe (9a nel Girone B con 52 punti) 1-0 e 0-0.

Le squadre (Lecce e Livorno) che hanno pareggiato sia il match d’andata che quello di ritorno, quest’ultimo giocato in casa passano il turno (come le altre che hanno vinto) in quanto meglio classificate nella Regular Season .
In neretto le 8 squadre che accedono alla Final eight (quarti di finale).

Final Eight Play Off (Quarti di finale, gare di andata mercoledì 31 maggio 2017 e gare di ritorno domenica 4 giugno 2017)
Alla fase cosiddetta Final Eight partecipano le 8 squadre vincenti (Alessandria, Parma, Lecce, Cosenza, Livorno, Pordenone, Reggiana e Lucchese) gli incontri della 2a Fase (ottavi di finale), che sono state inserite in un tabellone e accoppiate mediante sorteggio. Il tabellone prevede oltre ai quarti anche le semifinali e la finale.

Risultati quarti di finale di mercoledì 31 maggio (l’andata) e domenica 4 giugno (il ritorno) :
Gara 1: Parma-Lucchese 2-1 e 2-1
Gara 2: Lecce-Alessandria 1-1 e 0-0 D.T.S. e poi 4-5 D.C.R.
Gara 3: Pordenone-Cosenza 1-0 e 0-0
Gara 4: Livorno-Reggiana 1-2 e 2-2 D.T.S.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 4 squadre che accedono alle semifinali della final four.

Final Four (Semifinali martedì 13 e mercoledì 14 giugno e Finale di sabato 17 giugno) a Firenze
Alla fase cosiddetta Final four partecipano le 4 squadre vincenti dei quarti (Parma, Alessandria, Pordenone e Reggiana) daranno vita alle semifinali che saranno disputate in gara unica martedì 13 e mercoledì 14 giugno ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.
Anche la Finale sarà disputata in gara unica sabato 17 giugno ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

Programma semifinali in gara unica di martedì 13 e mercoledì 14 giugno a Firenze Stadio Artemio Franchi:
Martedì 13 giugno ore 20,45 in diretta tv in chiaro su Rai Sport: Parma-Pordenone.
Mercoledì 14 giugno ore 20,45 (in differita tv su Rai Sport dalle ore 22,50): Alessandria-Reggiana.

PLAY OUT (Andata domenica 21 maggio e ritorno domenica 28 maggio)

Girone A: Lupa Roma (19a)-Carrarese (16a) 0-1 e 0-1 e Tuttocuoio (18a)-Prato (17°) 2-2 e 0-0.
Carrarese e Prato sono salve, rimanendo in Lega Pro. Lupa Roma e Tuttocuoio retrocedono in Serie D.

Girone B: Lumezzane (19°)-Teramo (16°) 1-1 e 0-0 e Forlì (18°)-Alma Juventus Fano (17a) 1-1 e 0-2.
Teramo ed Alma Juventus Fano sono salve, rimanendo in Lega Pro. Lumezzane e Forlì retrocedono in Serie D.

Girone C: Melfi (19°)- Akragas (16°) 0-0 ed 1-1 e Catanzaro (18°)-Vibonese (17a) 3-2 ed 1-1.
Akragas e Catanzaro sono salve, rimanendo in Lega Pro. Melfi e Vibonese retrocedono in Serie D.

 

SERIE B: (a 22 squadre; dove l’Ascoli è giunto 15° a pari punti [49] con Pro Vercelli, Avellino e Ternana)
I verdetti definitivi:
Spal (1a; neopromossa dalla Lega Pro, torna in Serie A dove manca dalla stagione 1967/68) ed Hellas Verona (2°; promosso in Serie A dove manca dalla scorsa stagione, 2015/16) direttamente promosse in Serie A.

I Play Off (che erano stati vinti la scorsa stagione dal Pescara) hanno deciso la terza ed ultima promozione in Serie A.
Turno preliminare in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) Play Off :
Lunedì 22 maggio: Cittadella (6°)-Carpi (7°) 1-2 (33’Lollo, 65′ Mbakogu, 67’Iunco [Ci]) e martedì 23 maggio: Benevento (5°)-Spezia (8°) 2-1 (22’Ceravolo, 24’Puscas, 69’Nené [S]. Al 21’Ceravolo del Benevento ha fallito un rigore parato dall’estremo ospite Chichizola. Al 78’espulso Vignali dello Spezia per doppia ammonizione).
In neretto le squadre approdate alle semifinali.

Semifinali andata (venerdì 26 e sabato 27 maggio) e ritorno (lunedì 29 maggio e martedì 30 maggio in casa delle meglio classificate nella Regular Season) :
Carpi (7°)-Frosinone (3°) 0-0 (Al 79’espulso Sabbione del Carpi per doppia ammonizione) ed 1-0 (86’Gaetano Letizia. Espulsi tutti nelle fila del Carpi: al 46′ il difensore sloveno Struna per doppia ammonizione, all’80’ il tecnico Castori per proteste ed all’81’Gagliolo per doppia ammonizione) e Benevento (5°)-Perugia (4°) 1-0 (59’Cribsah) ed 1-1 (81’Puscas [B], 91’Nicastro [P]).

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale Play Off andata (domenica 4 giugno) e ritorno (giovedì 8 giugno ore 20,30, sul campo della meglio classificata nella Regular Season):
Carpi (7°)- Benevento (5°) 0-0 e 0-1 (33’Puscas).
Benevento (neopromosso dalla Lega Pro; al suo 1° campionato di serie B) succede al Pescara vincendo i Play Off di Serie B 2017, approdando così in Serie A per la prima volta nella sua storia.
Come la Spal, il Benevento effettua un doppio salto dalla C alla A. E’ la 4a volta nella storia che due squadre riescono nel doppio salto insieme nella stessa stagione. Spal e Benevento di questa stagione come Lecce ed Empoli (nella stagione 1996/97), Como e Modena (nella stagione 2002/03) e Genoa e Napoli (stagione 2006/07). Non è la prima volta dunque che una neopromossa in Serie B approda subito in Serie A, ci sono stati come detto tanti altri doppi salti (dalla C alla A) ma non era mai successo un doppio primo salto consecutivo da debuttante, ossia una esordiente in B che trova immediatamente anche la storica promozione in A. Il Benevento infatti al suo 1°anno tra i cadetti ha trovato subito la storica promozione nella massima serie. Sarà la 67a squadra della storia del calcio italiano a disputare la Serie A.

ALBO D’ORO PLAY OFF DI SERIE B (NATI NELLA STAGIONE 2003/04):
2003/04: (a 2 squadre una giunta 15a in serie A [Perugia] ed una giunta 6a in B; primo ed unico anno in cui si è giocato un Play Off a 2 squadre Inter- Divisionale) Fiorentina (6a) ; 2004/05 (a 4 squadre): Torino (5°; promozione poi revocata visto il fallimento societario per dissesto finanziario dei granata che comunque mantennero la categoria grazie al Lodo Petrucci; in Serie A al loro posto non andò la finalista perdente ossia il Perugia [3°] anch’esso fallito per dissesto finanziario e ripartito dalla Serie C1 grazie al Lodo Petrucci, ma andarono le semifinaliste Ascoli [5°] e Treviso [4°], una a sostituire proprio il Torino e l’altra il Genoa che era giunto primo al termine della Regular Season ma fu poi declassato all’ultimo posto e retrocesso in C1 per illecito sportivo); 2005/06 (a 4 squadre): Torino (3°) ; 2006/07: non disputati in quanto il Genoa giunto 3° è stato promosso direttamente in Serie A visto che il distacco in classifica sulla 4a classificata era di 10 punti. La regola per la disputa dei play-off prevedeva infatti che il distacco doveva essere non superiore ai 9 punti; 2007/08 (a 4 squadre): Lecce (3°); 2008/09 (a 4 squadre): Livorno (3°) ; 2009/10 (a 4 squadre): Brescia (3°) ; 2010/11 (a 4 squadre): Novara (3°); 2011/12 (a 4 squadre): Sampdoria (6a) ; 2012/13 (a 4 squadre): Livorno (3°) ; 2013/14 (a 6 squadre): Cesena (4°); 2014/15 (a 6 squadre) : Bologna (4°) ; 2015/16 (a 6 squadre): Pescara (4°); 2016/17 (a 6 squadre): Benevento.

Quest’anno non si disputano i play out in quanto il distacco tra la quint’ultima (Ternana) e la quart’ultima (Trapani) è di 5 punti (49 vs 44).
Trapani (giunto 19°), Vicenza (20°), Pisa (21°) e Latina (22°), ultime 4 in classifica retrocedono direttamente in Serie C (Lega Pro).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)