SERIE D

Queste le squadre dei rispettivi 9 Gironi di Serie D in testa al proprio Girone e dunque vicine alla promozione in Serie C a 5 giornate dalla fine:
Girone A (a 20 squadre) : Gozzano *;
Girone B (a 19 squadre, visto il ripescaggio in soprannumero della Calcio Romanese) : Rezzato * ;
Girone C : Campodarsego * e Virtus Vecomp Verona * prime a pari punti (61) ;
Girone D (a 20 squadre) : Rimini * ;
Girone E: Ponsacco * ;
Girone F: Matelica * ;
Girone G : Rieti * ;
Girone H : Potenza *;
Girone I : Vibonese *, Nocerina * e Troina * prime a pari punti (61)
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora matematicamente promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti

Regolamento Scudetto Dilettanti 2018

SERIE D GIRONE F

Con la disputa del recupero Fabriano Cerreto-Pineto, terminato 1-3 per la squadra abruzzese, la 26a giornata (9a di ritorno) di Serie D Girone F va in archivio con 7 successi (di cui 4 esterni) e 2 pareggi (entrambi per 1-1); 27 (di cui 4 su rigore) le reti messe a segno in questo 26°turno.
In questa giornata sono state realizzate una quaterna firmata Manuel Pera (Recanatese) ed una doppietta che porta la firma di Andrea De Iulis (L’Aquila).

Riepilogo Risultati della 26a Giornata (9a di ritorno) Serie D Girone F di domenica 4 marzo 2018:
Campobasso-Recanatese (Gara che era stata rinviata per motivi elettorali e poi recuperata sabato 10 marzo) 1-4 (5’Pera, 41’Pera su rigore, 46’p.t. e 52’Pera, 58’Balisteri [C] su rigore. Al 62’espulso direttamente dalla panchina dopo essere stato sostituito il portiere del Campobasso Landi per aver cercato di entrare in contatto con un giocatore avversario a cui ha rivolto espressioni minacciose)
Castelfidardo-Avezzano (Gara che era stata rinviata per maltempo e poi recuperata domenica 11 marzo) 1-1 (67’Dos Santos [A], 91’Montagnoli [C] su rigore)
Fabriano Cerreto-Pineto (Gara che era stata rinviata per maltempo e poi recuperata mercoledì 4 aprile) 1-3 (54’Gragnoli, 74’Matteo Piergallini [F.C.], 86’Emanuel Farias, 92’Francesco Esposito)
Francavilla 1927-San Marino 1-1 (65’Nappello [S.M.], 67’Banegas [F])
Monticelli-Vis Pesaro (Gara giocata al comunale Pirani di Grottammare, dove il Monticelli giocherà tutte le restanti gare interne) 1-0 (55’Guido Galli. Al 79’sull’1-0, Olcese ha fallito un rigore, parato dall’estremo locale Riccardo Marani)
Nerostellati Pratola 1910-Vastese (Gara giocata sabato 9 settembre al Comunale Francesco Pallozzi di Sulmona [L’Aquila]) 0-2 (25’Vito Leonetti, 82’Stivaletta. Durante la gara espulso per proteste il coordinatore societario del Nerostellati Zavarella)
Olympia Agnonese-Matelica 1-0 (8’Ceria. Sul finire del 1° tempo espulso il tecnico del Matelica Tiozzo per proteste condite da espressioni offensive all’indirizzo del direttore di gara)
Sangiustese-Jesina 2-1 (13’Cheddira, 26’Gremizzi [J], 63’Tascini su rigore)
Virtus San Nicolò-L’Aquila (Gara giocata sabato 3 marzo al Comunale Castrum Tiberio Orsini di Giulianova [Teramo]) 3-4 (10’Tiboni [V.S.N.], 14’De Iulis, 52’Mozzoni [V.S.N.], 54’De Iulis, 61’Boldrini, 66’Bontà [V.S.N.], 71’Sieno. Al 91’espulso Bagaglini del San Nicolò per doppia ammonizione)

Con la disputa del recupero L’Aquila-Campobasso, terminato 4-1 per la squadra abruzzese, la 27a giornata (10a di ritorno) di Serie D Girone F va in archivio con 5 successi (di cui 2 esterni) e 4 pareggi (di cui 2 a reti bianche); 25 (di cui 4 su rigore) le reti messe a segno in questo 27°turno.
Due le doppiette realizzate in questa giornata che portano le firme di Andrea De Iulis (L’Aquila) alla seconda doppietta dopo quella sul campo del San Nicolò della 26a giornata e Simone Tomassini (Pineto).

Riepilogo Risultati della 27a Giornata (10a di ritorno) Serie D Girone F di domenica 18 marzo 2018 :
Avezzano-Francavilla 1927 3-1 (9’Cerone su rigore, 37’Matteo Milizia [F], 39’Pellecchia, 65’Dos Santos)
Jesina-Monticelli 1-1 (55’Cameruccio [J], 81’Ciabuschi [M]. Al 60’espulso il tecnico della Jesina Di Donato per proteste)
L’Aquila-Campobasso (Gara giocata mercoledì 4 aprile) 4-1 (2’De Iulis, 30’Ibe, 36’De Iulis su rigore, 70’Gomes Ferreira [C], 84’Sieno)
Matelica-Fabriano Cerreto 1-1 (68’Zuppardo [F.C.] su rigore, 77’Simone Tonelli [M] su rigore)
Pineto-Nerostellati Pratola 1910 2-3 (12’Simone Tomassini [P], 38’Mattia Bruni, 43’Simone Tomassini [P], 49’Onwuachi, 59’Pacella. Espulso il tecnico del Nerostellati Di Corcia per aver rivolto espressioni ingiuriose all’indirizzo di un massaggiatore della squadra locale)
Recanatese-Castelfidardo 5-1 (16’Antonio Calabrese [C], 20’Falomi, 23’Giaccaglia, 37’Pera, 49’autorete di Mantini, 84’Senigagliesi)
San Marino-Olympia Agnonese 0-1 (32’Ceria)
Vastese-Sangiustese 0-0
Vis Pesaro-Virtus San Nicolò 0-0

CLASSIFICA AGGIORNATA
Matelica 65,
Vis Pesaro 63,
Avezzano 51,
Vastese 47,
L’Aquila 45,
San Marino 45,
Pineto 44,
Castelfidardo 43,
Sangiustese 42,
Francavilla 1927 41,
Recanatese 37,
Campobasso (-4) 36,
Olympia Agnonese 33,
Jesina 30,
Virtus San Nicolò 30,
Monticelli 23,
Fabriano Cerreto 19,
Nerostellati Pratola 1910 15.

L’Aquila e San Marino sono attualmente quinte a pari punti (48) e pari (1-1) è finito anche lo scontro diretto d’andata (giocato a L’Aquila; mentre quello di ritorno si giocherà domenica 15 aprile) ma in base ad una migliore differenza reti (+ 16 vs + 9) la squadra abruzzese risulta davanti (5a) e dunque disputerebbe i Play Off dai quali rimarrebbe invece fuori la formazione sanmarinese (6a) .

Jesina e Virtus San Nicolò sono attualmente 14esime a pari punti (30) e pari anche negli scontri diretti (1-2 per la Jesina all’andata e 2-3 per il San Nicolò al ritorno) ma in base alla migliore differenza reti (-12 vs -13) la squadra marchigiana risulta almeno per ora davanti a quella abruzzese nella griglia Play out.

(-4)= 4 punti di penalizzazione a Campionato in corso inflitti lunedì 18 dicembre per stipendi non pagati risalenti alla stagione 2015/16.

Mancano 5 giornate al termine ma se il campionato fosse finito oggi sarebbe così:

Matelica sarebbe promosso in Serie C e si giocherebbe lo Scudetto Dilettanti assieme alle altre 8 squadre vincitrici dei Gironi di Serie D.

Play Off 1a fase (o semifinali) in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) tra la 2a e la 5a classificata: Vis Pesaro-L’Aquila e la 3a e la 4a classificata: Avezzano-Vastese. In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passeranno alla fase successiva le squadre meglio classificate al termine del campionato. Sarà così anche per la finale (2a Fase).
2a Fase le 2 vincenti della 1a Fase (o semifinali che dir si voglia) si affronteranno in finale in casa della meglio classificata nella Regular Season.

Play Out in gara unica ed in casa della migliore classificata nella Regular Season: Jesina (14a)–Virtus San Nicolò (15°).
Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà la squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.

Ricordiamo come detto sopra che Jesina e Virtus San Nicolò sono attualmente 14esime a pari punti (30) e pari anche negli scontri diretti (1-2 per la Jesina all’andata e 2-3 per il San Nicolò al ritorno) ma in base alla migliore differenza reti (-12 vs -13) la squadra marchigiana risulta almeno per ora davanti a quella abruzzese nella griglia Play out.

Ad oggi ci sarebbe un solo spareggio in quanto il Monticelli (16°) ha un distacco (-10) superiore agli 8 punti dall’Olympia Agnonese (13a). E così la squadra marchigiana sarebbe direttamente retrocessa, mentre quella molisana sarebbe salva senza disputare i play out (perchè si disputino ricordiamo che il distacco tra le squadre abbinate non dev’essere pari o superiore agli 8 punti).

Monticelli (16°, perchè ha un distacco superiore ad 8 punti dalla 13a), Fabriano Cerreto penultimo (17°) e Nerostellati Pratola 1910 ultimo (18°), sarebbero direttamente retrocesse in Eccellenza .

Prossimo turno, 30a Giornata (13a di ritorno) di domenica 8 aprile 2018 ore 15:
Campobasso-Pineto (All’andata 1-1)
Castelfidardo-Vastese (1-2)
Fabriano Cerreto-Monticelli (Gara che sarà diretta da: Andrea Sprezzola di Mestre (Venezia), coadiuvato dagli assistenti: Matteo Paggiola di Legnago (Verona) e Davide Pedroni di Schio (Vicenza); all’andata 1-0 per il Fabriano Cerreto)
Francavilla 1927-Jesina (2-1)
L’Aquila-Matelica (1-2)
Nerostellati Pratola 1910-Sangiustese (Gara che si giocherà al Comunale Alfredo Barbati di Pescina [L’Aquila]; all’andata 0-2 per la Sangiustese)
Olympia Agnonese-Vis Pesaro (0-1)
Recanatese-San Marino (0-1)
Virtus San Nicolò-Avezzano (Gara che si giocherà al Comunale Mariani Pavone di Pineto [Teramo]; all’andata 1-5 per l’Avezzano)

All’andata la gara giocata al Comunale di Castel di Lama (Ascoli Piceno) è finita 0-1 (42’Cusimano) per il Fabriano Cerreto, allora guidato in panchina da Sauro Trillini.

Regolamento Play Off Serie D

Regolamento Play out Serie D

Date Post Season 2018

Tabelle ripescaggi Serie D

4a graduatoria giovani D valore

CLASSIFICA MARCATORI AGGIORNATA –

In testa alla classifica marcatori c’è Andrea Magrassi del Matelica con 18 reti (di cui una su rigore)

Alle sue spalle troviamo: Vito Leonetti della Vastese e Pera (2 rigori trasformati) della Recanatese con 17 reti a testa.

Completa attuale podio il brasiliano Ribeiro Dos Santos dell’Avezzano con 16 centri

Alle spalle del podio c’è l’attaccante argentino Olcese della Vis Pesaro con 14 gol (di cui 3 su rigore)

Quindi troviamo Boldrini de L’Aquila con 13 centri (di cui 2 su rigore)

Poi ci sono: Cinque del San Marino, il brasiliano Wilson Cruz (un rigore trasformato) della Vis Pesaro, l’attaccante italo-argentino Minella (4 rigori trasformati; poi approdato nel mercato di gennaio al Monterosi in Serie D Girone G) del Castelfidardo e Cosmo Palumbo del Francavilla 1927 con 10 centri a testa.

Dietro di loro ci sono: Stefano D’Agostino (3 rigori trasformati; poi passato al Taranto nel mercato di dicembre) del Campobasso, D’Appolonia (3 rigori trasformati) del Matelica, Nicola Fiore (2 rigori trasformati) della Vastese e Montagnoli (un rigore trasformato) del Castelfidardo con 9 reti ciascuno.

Quindi troviamo: Cheddira della Sangiustese, Di Benedetto del Virtus San Nicolò, Pellecchia (un rigore trasformato) dell’Avezzano e Stivaletta della Vastese econ 8 gol a testa.

Poi ci sono: Pierandrei (un rigore trasformato) della Jesina, Alessandro Radi della Vis Pesaro, Simone Tonelli (3 rigori trasformati) del Matelica e Zuppardo (4 con la maglia del San Marino e 3 di cui 2 su rigore con quella del Fabriano Cerreto, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 7 centri ciascuno.

A seguire: Baldazzi della Vis Pesaro, Cerone (2 rigori trasformati) e D’Eramo dell’Avezzano, Falomi (un rigore trasformato) della Recanatese, Federico Moretti (2 rigori trasformati) del Virtus San Nicolò, Simone Tomassini del Pineto, Valenti (un rigore trasformato) de L’Aquila e Pedalino (3 di cui 2 su rigore con la maglia del Monticelli e 3 con quella del Castelfidardo, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 6 reti a testa.

Poi troviamo: Angelilli e Gianmarco Gabbianelli del Matelica, l’attaccante italo-argentino Banegas (un rigore trasformato) del Francavilla 1927, Francesco Esposito e Gragnoli del Pineto, l’attaccante italo-nigeriano Ibe de L’Aquila, l’attaccante sierraleonese Kargbo del Campobasso, Nappello del San Marino, Tascini (2 rigori trasformati) della Sangiustese e Guido Galli (2 con la maglia del Francavilla 1927 e 3 con quella del Monticelli dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 5 gol ciascuno.

Seguono poi: Pasquale Berardi (un rigore trasformato) del Fabriano Cerreto, Mattia Bruni e Pacella (2 rigori trasformati) del Nerostellati Pratola 1910, Bugaro del San Marino, Antonio Calabrese e Mantini del Castelfidardo, De Iulis (un rigore trasformato) ed Ettore Padovani de L’Aquila, l’attaccante francese Mohamed Fofana (un rigore trasformato) e Molenda del Francavilla 1927, Laringe della Sangiustese, Malagò del Matelica, Marco Mariani e Pezzotti (2 rigori trasformati) del Pineto e Domenico Santoro dell’Olympia Agnonese con 4 centri a testa.

Quindi troviamo: Balistreri (2 rigori trasformati) e Del Duca del Campobasso, Buonocunto ed Ignazio Carta della Vis Pesaro, Cafiero e Sieno de L’Aquila, Ciabuschi e Petrarulo del Monticelli, Ciarcelluti, Di Rocco e l’attaccante argentino Emanuel Farias del Pineto, l’argentino Cristaldi (2 rigori trasformati), Francesco Pio De Feo e Viscardi della Vastese, Cusimano e Tafani del Fabriano Cerreto, Di Maio del San Marino, Giampaolo (2 rigori trasformati) e Maisto (un rigore trasformato; poi passato all’Ercolanese nel mercato di dicembre) del Virtus San Nicolò, Mattia Giovagnoli del Castelfidardo, Lo Sicco del Matelica, Roberto Palumbo (un rigore trasformato) della Recanatese, Vincenzo Scognamiglio classe 92 e l’attaccante argentino Mauricio Ezequiel Villa della Sangiustese, l’attaccante francese Trudo della Jesina e Zerbo del Francavilla 1927 con 3 gol ciascuno.

A seguire: il centrocampista franco-senegalese Mady Abonckelet, Ceria, Corbo, Frabotta ed il centrocampista gambiano Nyang dell’Olympia Agnonese, Anconetani, Giorni, Gremizzi (un rigore trasformato), Luca Magnanelli e Zannini della Jesina, il terzino ghanese Yussif Baba, Miccichè, Matteo Milizia e Fabio Antonio Romeo del Francavilla 1927, Bambozzi, Cicino (un rigore trasformato) e Matteo Piergallini del Fabriano Cerreto, Bisegna (poi passato nel mercato di dicembre all’Avezzano) del Pineto, il centrocampista gambiano Bittaye (un rigore trasformato) e Pizzutelli della Vastese, Bontà, Simone De Santis e Massetti del Virtus San Nicolò, Buscè de L’Aquila, Camillucci (un rigore trasformato) ed il centrocampista belga Proesmans della Sangiustese, Andrea Castellana e Walter Guerra (poi passato all’Olympia Agnonese nel mercato di dicembre) del Monticelli, Luca Ceccarelli, Gadda e Cristian Longobardi (un rigore trasformato) del San Marino, D’Ercole del Castelfidardo, Di Ruocco (un rigore trasformato) e l’attaccante ivoriano Mamadou Kone (un rigore trasformato) del Nerostellati Pratola 1910, Davide Evacuo (2 rigori trasformati) del Campobasso, Gioè e l’attaccante brasiliano Diego Santos Oliveira del Matelica, Senigagliesi della Recanatese e Salvatore Margarita (2 rigori trasformati; 1 su rigore con la maglia della Jesina ed 1 sempre su rigore con quella del Monticelli, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 2 centri a testa.

Ed infine troviamo: Acatullo, Di Curzio, Damiano Menna, Pollino, Sbardella ed il difensore rumeno Tariuc dell’Avezzano, Andrea Antenucci, De Reggi, Moccia e Luca Patrizi della Sangiustese, Aprile, Calcina, Cameruccio, Luca Giovannini e Marco Sassaroli della Jesina, Bagaglini (poi passato al Virtus San Nicolò nel mercato di dicembre) della Vastese, Filippo Balzano, l’attaccante italo-brasiliano Moreira Barbosa (un rigore trasformato), Cassese, De Stefano (un rigore trasformato), Di Lollo, Agnello Ferraro, Litterio e Daniel Margarita dell’Olympia Agnonese, Bardeggia e Tommaso Guidi del San Marino, Nazzareno Battista, Fiumara, Napolano (poi passato al Montevarchi in Serie D Girone D nel mercato di dicembre), Luca Orlando e Pomante del Pineto, Filippo Bellini, Cacioli, Ficola, Lignani, Giacomo Ridolfi, Alessandro Rossi e Rossoni della Vis Pesaro, Benvenga, Danucci, Esposito Lauri, il difensore brasiliano Gomes Ferreira Murilo, Gurma, Pietro Mariano Gerardi, Ingretolli, Nicola Leone e Marzano del Campobasso, Borgese, Leo Grazioso, Pigini e Trillini del Castelfidardo, Bracciatelli, Stefano Cichella (poi passato al Montegiorgio nel mercato invernale) e Gesuè del Monticelli, Brentan, Gerevini, Gilardi, Matias Mancini e Daniele Messina (un rigore trasformato) del Matelica, Del Gizzi, Giallonardo e l’attaccante nigeriano Onwuachi del Nerostellati Pratola 1910, Adriano Esposito, Luca Fabrizi, Andrea Marra, Pupeschi, Ranelli e Ruci de L’Aquila, Gianmarco Fiore, Lorenzo Mancini, Francesco Mele e Paravati del Francavilla 1927, Forò, Claudio Labriola, Pero Nullo, Mattia Sassaroli e Zepponi del Fabriano Cerreto, Giaccaglia, Guida, Vito Lupo, Alessandro Marchetti, Mattia Monachesi, Giuseppe Negro (un rigore trasformato) e Leonardo Rinaldi della Recanatese e Michael Liguori, Mozzoni, Petronio, Giuseppe Tedesco e Tiboni del Virtus San Nicolò, tutti con un gol ciascuno.

Autoreti: il centrocampista franco-senegalese Mady Abonckelet (Olympia Agnonese) pro Recanatese alla 25a giornata, portiere Bottaluscio (Castelfidardo) pro San Marino alla 12a giornata, Cevoli (San Marino) pro Olympia Agnonese alla 10a giornata, il portiere Giachetta (Pineto) pro Jesina alla 23a giornata, Cristiano Lapi (Fabriano Cerreto) pro Avezzano all’8a giornata, Mantini (Castelfidardo) pro Recanatese alla 27a giornata, Mulè (Recanatese) pro L’Aquila alla 12a giornata, Pacella (Nerostellati Pratola 1910) pro Campobasso alla 4a giornata e Vincenzo Scognamiglio classe 92 (Sangiustese) pro Campobasso alla 1a giornata.

STATISTICHE AGGIORNATE SERIE D GIRONE F :
POSITIVE:
Non ci sono più squadre imbattute ne in senso assoluto ne in casa e ne in trasferta.
Migliore Serie Positiva in corso: Avezzano con 12 risultati utili consecutivi (5 successi: 4 interni ed 1 esterno e 7 pareggi: 2 interni e 5 esterni)
Maggior numero di vittorie consecutive in corso: Recanatese con 4 successi consecutivi (2 in casa e 2 fuori)
Miglior attacco: Matelica con 60 gol (37 in casa e 23 fuori; 8 su rigore) segnati con 14 diversi elementi: Angelilli (5), Brentan (1), D’Appolonia (9 di cui 3 su rigore), Gianmarco Gabbianelli (5), Gerevini (1), Gilardi (1), Gioè (2), Lo Sicco (3), Magrassi (18 di cui 1 su rigore), Malagò (4), Matias Mancini (1), Daniele Messina (1 su rigore), l’attaccante brasiliano Diego Santos Oliveira (2) e Simone Tonelli (7 di cui 3 su rigore) .
Miglior difesa: Matelica con sole 21 reti subite (14 in casa e 7 in trasferta).
Non subisce gol da più partite: Vis Pesaro da 3 gare consecutive (305 minuti complessivi)
Migliore differenza reti : Matelica con un + 39 (60-21)
Maggior numero di vittorie: Matelica (11 in casa e 9 fuori) e Vis Pesaro (10 in casa e 10 fuori) con 20 successi a testa.
Minor numero di sconfitte: Avezzano (1-0 sul campo della Vastese alla 2a giornata, 2-1 a Pesaro alla 4a, 1-2 interno col Pineto alla 16a e 4-0 a Matelica alla 17a) e Matelica (1-2 interno con la Jesina alla 3a giornata, 1-0 a Pineto alla 18a, 1-2 interno con la Vis Pesaro alla 22a ed 1-0 sul campo dell’Olympia Agnonese alla 26a) con 4 ko a testa.
Maggior numero di pareggi: Monticelli con 14 pari (10 in casa e 4 fuori)
La squadra che ha raccolto più punti in casa è il Matelica a quota 35, frutto di 11 successi, 2 pareggi e 2 ko interni .
La squadra che ha raccolto più punti in trasferta è la Vis Pesaro a quota 31, frutto di 10 successi, un pareggio e 3 ko esterni.
Le squadre a segno col maggior numero di giocatori sono: Campobasso, Francavilla 1927 e Matelica con 14 diversi marcatori a testa.
Campobasso: Balistreri (3 di cui 2 su rigore), Benvenga (1), Stefano D’Agostino (9 di cui 3 su rigore; poi passato al Taranto nel mercato di dicembre), Danucci (1), Del Duca (3), Esposito Lauri (1), Davide Evacuo (2 su rigore), il difensore brasiliano Gomes Ferreira Murilo (1), Gurma (1), Pietro Mariano Gerardi (1), Ingretolli (1), l’attaccante sierraleonese Kargbo (5), Nicola Leone (1) e Marzano (1). Alle reti dei 14 marcatori rosso-blu vanno aggiunte le autoreti di: Vincenzo Scognamiglio (Sangiustese) alla 1a giornata e di Pacella (Nerostellati Pratola 1910) alla 4a giornata.
Francavilla 1927: il terzino ghanese Yussif Baba (2), l’attaccante italo-argentino Banegas (5 di cui 1 su rigore), Gianmarco Fiore (1), l’attaccante francese Mohamed Fofana (4 di cui 1 su rigore), Guido Galli (2; poi passato al Monticelli nel mercato di dicembre), Lorenzo Mancini (1), Francesco Mele (1), Miccichè (2), Matteo Milizia (2), Molenda (4), Cosmo Palumbo (10), Paravati (1), Fabio Antonio Romeo (2) e Zerbo (3).
Matelica: Angelilli (5), Brentan (1), D’Appolonia (9 di cui 3 su rigore), Gianmarco Gabbianelli (5), Gerevini (1), Gilardi (1), Gioè (2), Lo Sicco (3), Magrassi (18 di cui 1 su rigore), Malagò (4), Matias Mancini (1), Daniele Messina (1 su rigore), l’attaccante brasiliano Diego Santos Oliveira (2) e Simone Tonelli (7 di cui 3 su rigore) .
Minor numero di espulsioni: San Marino e Sangiustese con 0 cartellini rossi rimediati.
Minor numero di ammonizioni: Sangiustese con 43 cartellini gialli.
Migliore media inglese: Matelica con un + 6.

NEGATIVE:
Peggior serie negativa in corso: Campobasso con 4 ko consecutivi (2 in casa e 2 fuori)
Maggior numero di sconfitte : Fabriano Cerreto (10 in casa e 10 fuori) e Nerostellati Pratola 1910 (10 in casa e 10 fuori) con 20 ko a testa.
Minor numero di vittorie: Monticelli (1-2 a Castelfidardo alla 16a giornata, 3-1 interno a Grottammare con la Vastese alla 24a ed 1-0 interno a Grottammare sulla Vis Pesaro alla 26a) e Nerostellati Pratola 1910 (2-1 interno col Fabriano Cerreto alla 17a giornata, 0-2 sul campo del San Marino nel recupero della 25a giornata e 2-3 a Pineto alla 27a) con 3 successi a testa.
Minor numero di pareggi: Vis Pesaro con 3 pari (2 in casa ed 1 fuori)
Peggior difesa: Nerostellati Pratola 1910 con 62 reti (34 in casa e 28 in trasferta) incassate .
Peggior attacco: Nerostellati Pratola 1910 con 15 reti (8 in casa e 7 in trasferta; 4 su rigore) segnate con 7 diversi marcatori: Mattia Bruni (4), Del Gizzi (1), Di Ruocco (2 di cui 1 su rigore), Giallonardo (1), l’attaccante ivoriano Mamadou Kone (2 di cui 1 su rigore), l’attaccante nigeriano Onwuachi (1) e Pacella (4 di cui 2 su rigore).
Non segna da più partite: Virtus San Nicolò da 3 gare consecutive (294 minuti complessivi)
Peggior differenza reti: Nerostellati Pratola 1910 con un -47 (15-62)
La squadra che ha raccolto meno punti tra le mura amiche è il Nerostellati Pratola 1910 a quota 7, frutto di un successo, 4 pareggi e 10 ko interni.
La squadra che ha raccolto meno punti in trasferta è il Monticelli a quota 7, frutto di un successo, 4 pareggi e 9 ko esterni.
La squadra a segno col minor numero di giocatori è il Nerostellati Pratola 1910 con 7 diversi marcatori: Mattia Bruni (4), Del Gizzi (1), Di Ruocco (2 di cui 1 su rigore), Giallonardo (1), l’attaccante ivoriano Mamadou Kone (2 di cui 1 su rigore), l’attaccante nigeriano Onwuachi (1) e Pacella (4 di cui 2 su rigore).
Maggior numero di espulsioni (di giocatori): Monticelli con 8 cartellini rossi.
Maggior numero di ammonizioni: San Marino con 83 cartellini gialli
Peggior media inglese: Nerostellati Pratola 1910 con un -44.

STATISTICHE MONTICELLI:
Vittorie: 3 (1-2 a Castelfidardo alla 16a giornata, 3-1 interno a Grottammare con la Vastese alla 24a ed 1-0 interno a Grottammare sulla Vis Pesaro alla 26a)
Pareggi: 14 (1-1 ad Avezzano alla 3a giornata, altro 1-1, stavolta interno a Castel di Lama a porte chiuse, con la Recanatese alla 4a, 0-0 interno a Castel di Lama a porte chiuse, col San Marino alla 6a, 2-2 interno a Castel di Lama, col Pineto all’8a, 0-0 interno a Castel di Lama, con la Jesina alla 10a, altro 0-0 interno a Castel di Lama, stavolta con la Sangiustese all’11a, 1-1 a Sulmona [L’Aquila] sul campo del Nerostellati Pratola alla 14a, 0-0 interno a Castel di Lama, con l’Olympia Agnonese alla 15a, altro 0-0 interno a Castel di Lama, stavolta con L’Aquila alla 18a, ancora uno 0-0 interno a Castel di Lama, stavolta con l’Avezzano alla 20a, 1-1 interno a Grottammare, col Matelica alla 22a, 0-0 al San Marino Stadium di Serravalle alla 23a, 1-1 a Jesi alla 27a e 0-0 interno col Virtus San Nicolò alla 29a)
Sconfitte: 12 (2-1 a L’Aquila alla 1a giornata, 1-2 interno a Castel di Lama a porte chiuse, col Campobasso alla 2a, altro 2-1 esterno, stavolta a Matelica alla 5a, ancora un 2-1 esterno, stavolta sul campo della Vastese alla 7a, di nuovo un 2-1 esterno, stavolta sul campo della Vis Pesaro alla 9a, 2-0 sul neutro di Giulianova [Teramo] col Virtus San Nicolò alla 12a, 0-1 interno a Castel di Lama col Fabriano Cerreto alla 13a, 3-0 a Campobasso alla 19a, 4-0 a Recanati alla 21a, 0-2 interno a Grottammare col Francavilla nel recupero della 17a giornata d’andata, 2-1 a Pineto [Teramo] alla 25a ed altro 2-1 esterno, stavolta a Monte San Giusto [Macerata] alla 28a)
Gol fatti: 20 (9 in casa ed 11 in trasferta; 3 su rigore) con 10 diversi marcatori: Bracciatelli (1), Andrea Castellana (2), Ciabuschi (3), Stefano Cichella (1; poi passato al Montegiorgio nel mercato invernale), Guido Galli (3), Gesuè (1), Walter Guerra (2; poi tornato all’Olympia Agnonese nel mercato di dicembre), Salvatore Margarita (1 su rigore), Pedalino (3 di cui 2 su rigore; poi passato al Castelfidardo nel mercato dicembrino) e Petrarulo (3).
Gol subiti: 35 (10 in casa e 25 in trasferta).
Differenza reti: -15 (20-35)
Capocannonieri: Jonathan Ciabuschi, Guido Galli, Saverio Pedalino (2 rigori trasformati; poi passato al Castelfidardo nel mercato dicembrino) e Francesco Petrarulo con 3 gol a testa.
Punti interni: 16 (su 15 gare interne), frutto di 2 successi, 10 pareggi e 3 ko interni
Punti esterni: 7 (su 14 gare esterne), frutto di un successo, 4 pareggi e 9 ko esterni
Espulsioni (di giocatori): 8 (2 per Capitan Sosi : per scorrettezze alla 2a giornata e per proteste direttamente dalla panchina dopo essere stato sostituito alla 21a giornata ed una a testa per: De Vecchis per aver colpito un giocatore avversario con uno schiaffo al volto alla 1a giornata, Iachini per doppia ammonizione, sempre alla 1a giornata, Mallus per gioco falloso alla 5a giornata, Petrarulo per aver colpito un avversario con una ginocchiata alla testa alla 10a giornata, Ciabuschi per gioco falloso alla 20a giornata e Castellana per doppia ammonizione alla 22a giornata)
Ammonizioni: 60
Media inglese: -36.
Nella Coppa Italia di Serie D la squadra di Stallone dopo aver superato ben tre turni in gara unica, è stata eliminata agli ottavi.
Nel 1° turno ha battuto per 1-0 (89’Walter Guerra) ed eliminato la Recanatese, nei trentaduesimi ha espugnato per 2-3 (11’De Vecchis, 17’Stefano Cichella su rigore, 72’autorete di Sosi [L’A.], 73’Valenti [L’A.], 86’Petrarulo) L’Aquila e nei sedicesimi ha superato per 1-0 (11’Ciabuschi) tra le mura amiche del Comunale di Castel di Lama il Francavilla.
Ma poi come detto sopra agli ottavi è stata eliminata perdendo 1-0 (36’Eric Herrera) sul campo dell’Audace Cerignola (squadra pugliese militante nel Girone H di Serie D) che è così approdata ai quarti (sempre in gara unica).

Queste nel dettaglio le 18 squadre che compongono il Girone F di Serie D 2017/18 con i loro rispettivi allenatori :
Avezzano(Squadra dell’omonimo comune in provincia dell’Aquila. La scorsa stagione giunto 8° in Serie D Girone G) allenatore: Federico Giampaolo (Nuovo)
Campobasso (Squadra dell’omonimo comune molisano. La scorsa stagione giunto 13° nel Girone F): Antonio Foglia Manzillo (Nuovo), poi esonerato e rilevato alla 12a giornata da Giovanni Masecchia, poi a sua volta esonerato dopo la 16a giornata e sostituito con il ritorno dello stesso Foglia Manzillo alla 17a.
Castelfidardo (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Ancona. La scorsa stagione giunto 15° nel Girone F, si è poi salvato vincendo spareggio play out sul campo dell’Alfonsine): Roberto Vagnoni (nuovo)
Fabriano Cerreto (Squadra di Fabriano e Cerreto d’Esi [Ancona]. Nato dalla fusione tra Fabriano e Cerreto calcio, da non confondere con la Fortitudo Fabriano. Neopromosso in Serie D dopo essere giunto 2° nell’Eccellenza Marche, ha poi vinto o meglio pareggiato una delle 7 finali dei Play Off Nazionali contro gli abruzzesi del Francavilla. Gioca le sue gare interne al Comunale Mirco Aghetoni di Fabriano [Ancona]): Gianluca Fenucci (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 9a giornata da Sauro Trillini, a sua volta esonerato dopo la 20a e rilevato alla 21a giornata da Francesco Monaco.
Francavilla 1927 (Squadra abruzzese di Francavilla al Mare [Chieti]. Ripescato in Serie D dopo che la scorsa stagione è giunto 4° nell’Eccellenza Abruzzo vincendo poi i Play Off del suddetto campionato ed approdanto a quelli Nazionali dove ha perso o meglio pareggiato la doppia finale contro il Fabriano Cerreto): Luigi Iervese (nuovo)
Jesina (Squadra di Jesi [Ancona]. La scorsa stagione giunta 10a nel Girone F): Franco Gianangeli (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 15a giornata da Francesco Bacci, che poi si è dimesso dopo la 16a ed è stato a sua volta rilevato alla 17a giornata da Daniele Di Donato.
L’Aquila (Squadra dell’omonimo comune capoluogo della regione Abruzzo. La scorsa stagione giunta 5a nel Girone G, ha poi perso la finale Play Off del suddetto Girone sul campo del Rieti): Pierfrancesco Battistini (confermato)
Matelica (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Macerata. La scorsa stagione giunto 2° nel Girone F, ha poi perso in casa la semifinale Play Off in gara unica contro l’Olympia Agnonese): Luca Peschiero Tiozzo (nuovo)
MONTICELLI (Squadra dell’omonimo quartiere di Ascoli Piceno. Quest’anno ha giocato le sue gare interne al Comunale di Castel di Lama fino a tutto gennaio 2018. Mentre da inizio febbraio disputa le partite casalinghe al Comunale Filippo Pirani di Grottammare. La scorsa stagione giunto 7° nel Girone F): Nico Stallone (confermato)
Nerostellati Pratola 1910 (Squadra abruzzese di Pratola Peligna [L’Aquila]. Neoprosso in Serie D avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Abruzzo. In Serie D giocherà quest’anno le sue gare interne al Comunale Francesco Pallozzi di Sulmona [L’Aquila] e al Comunale Alfredo Barbati di Pescina [L’Aquila]): Matteo Di Marzio (confermato), che poi si è dimesso dopo la 18a ed è stato rilevato alla 19a dal tecnico della Juniores Davide Santangelo e dalla 20a giornata da Aldo Di Corcia.
Olympia Agnonese (Squadra di Agnone [Isernia]. La scorsa stagione giunta 5a nel Girone F ha poi disputato i Play Off del suddetto Girone , perdendo o meglio pareggiando dopo i supplementari la finale sul campo della Vis Pesaro): Candido Bucci (nuovo), poi esonerato e rilevato all’8a giornata da Pino Di Meo.
Pineto (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Teramo. La scorsa stagione giunto 11° nel girone F) : Daniele Amaolo (confermato)
Recanatese (Squadra di Recanati [Macerata]. Ripescata in Serie D, dopo che la scorsa stagione era giunta 16a nel Girone F, retrocedendo sul campo direttamente in Eccellenza): Alessandro Potenza (nuovo), poi esonerato e rilevato all’8a giornata da Marco Alessandrini.
San Marino (Squadra di Serravalle, castello della Repubblica di San Marino. La scorsa stagione giunto 9° nel Girone F): Andrea Orecchia (nuovo), poi esonerato dopo la 16a e rilevato alla 17a giornata da Filippo Medri.
San Nicolò Teramo che poi ha cambiato denominazione in Virtus San Nicolò (Squadra dell’omonima frazione di San Nicolò a Tordino in provincia di Teramo. Quest’anno non giocherà le sue gare interne al Gaetano Bonolis di Teramo come negli anni scorsi, ma le disputerà al Comunale di Morro d’Oro [Teramo], Giulianova [Teramo] e Pineto [Teramo]. La scorsa stagione giunto 3° nel Girone F, ha poi perso in casa la semifinale Play Off in gara unica contro la Vis Pesaro): Luca Campanile (nuovo), poi esonerato dopo la 17a e rilevato alla 18a giornata da Fabio Montani.
Sangiustese (Squadra marchigiana di Monte San Giusto [Macerata]. Neopromossa in Serie D avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Marche): Stefano Senigagliesi (nuovo)
Vastese (Squadra di Vasto [Chieti]. La scorsa stagione giunta 8a nel Girone F): Gianluca Colavitto (nuovo, visto che la scorsa stagione era stato poi esonerato e rilevato alla 23a giornata da Massimiliano Favo)
Vis Pesaro (Squadra di Pesaro capoluogo con Urbino della provincia Pesaro-Urbino. La scorsa stagione giunta 4a nel Girone F, ha poi vinto i Play Off del suddetto Girone): Giancarlo Riolfo (nuovo), poi esonerato dopo la 27a e rilevato alla 28a giornata dal tecnico della Juniores Gianni D’Amore.

In neretto le squadre che hanno cambiato il proprio allenatore iniziale.

COPPA ITALIA SERIE D (vinta la scorsa stagione dal Chieri)

Risultati Ottavi di finale di mercoledì 7 febbraio 2018:
Gara 1: Unione Sanremo-Gozzano 0-1
Gara 2: Crema-Grumellese 2-1
Gara 3: Campodarsego-Virtus Vecomp Verona 2-1
Gara 4: Imolese-Pianese 4-1
Gara 5: San Donato Tavarnelle-Ostia Mare 0-0 (all’85’espulso Piro dell’Ostia Mare per aver colpito un calciatore avversario con una ginocchiata ad una gamba) D.T.R. e 5-4 D.C.R. Sequenza rigori: Attili (O.M.) gol, Picascia (S.D.T.) gol, Roberti (O.M.) gol, Regoli (S.D.T.) gol, Catese (O.M.) gol, Giordani (S.D.T.) gol, D’Astolfo (O.M.) gol, Caciagli (S.D.T.) gol, Colantoni (O.M.) parato e Nicola Pozzi (S.D.T.) gol.
Gara 6: Matelica-Albalonga 2-1 (12’Daniele Messina su rigore, 26’Jacopo Succi [A], 74’Lillo. Al 66’espulsi Lorenzo Negro dell’Albalonga per doppia ammonizione ed i tecnici delle 2 squadre Marco Mariotti dell’Albalonga e Tiozzo del Matelica per proteste)
Gara 7: Audace Cerignola-Monticelli 1-0 (36’Eric Herrera)
Gara 8: Potenza-Igea Virtus Barcellona (Gara giocata giovedì 8 febbraio) 3-0 (30’Vincenzo Pepe, 37’Bertolo, 85’Siclari su rigore)

In neretto le squadre approdate ai quarti.

Risultati Quarti di finale di mercoledì 28 febbraio 2018:
Gara 1: Gozzano-Crema (Gara giocata mercoledì 14 marzo) 1-1 (75’Gulin [G], 79’Tommaso Ogliari [C]) D.T.R. e 3-5 D.C.R. Sequenza rigori: Scietti (C) gol, Segato (G) gol, Capuano (C) gol, Capogna (G) gol, Andrea Mandelli (C) gol, Guitto (G) gol, Erpen (C) gol, Messias (G) parato e Louie Gomez (C) gol.

Gara 2: Imolese-Campodarsego (Gara giocata venerdì 9 marzo) 1-2 (61’Belcastro [I], 77′ e 78’Aliù).

Gara 3: Matelica-San Donato Tavarnelle (Gara giocata venerdì 9 marzo) 1-1 (35’Di Vito [S.D.T.], 44’Matias Mancini [M]) D.T.R. e 2-3 D.C.R. Sequenza rigori: Daniele Messina (M) gol, Picascia (S.D.T.) gol, Simone Tonelli (M) parato, Di Vito (S.D.T.) gol, Gianmarco Gabbianelli (M) gol, Caciagli (S.D.T.) gol, Gerevini (M) parato, Rinaldini (S.D.T.) parato e Magrassi (M) parato.

Gara 4: Audace Cerignola-Potenza (Gara giocata mercoledì 14 marzo) 0-2 (2’Siclari, 71’França)

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.

In neretto le squadre approdate alle semifinali.

Programma semifinali di mercoledì 11 e 18 aprile (andata) e 25 aprile e 2 maggio (ritorno) 2018 ore 15:
Crema-Campodarsego (Andata 18 aprile e ritorno 2 maggio)
Potenza-San Donato Tavarnelle (Andata 11 aprile ore 20,30 e ritorno 25 aprile)

La Coppa Italia di Serie D (detenuta dal Chieri) è iniziata domenica 20 agosto 2017 con il Turno Preliminare in gara unica a cui hanno fatto poi seguito il 1° Turno del 27 agosto, i Trentaduesimi di finale (in cui sono entrate in gioco anche le squadre che hanno partecipato alla Coppa Italia Tim tra cui il Matelica eliminato dal Pordenone) del 4 ottobre, i sedicesimi di finale del 6 dicembre, gli ottavi di finale del 7 febbraio ed i quarti di finale del 9 e 14 marzo (si dovevano giocare mercoledì 28 febbraio) 2018. Seguiranno le semifinali dell’11 e 18 aprile (andata) e 25 aprile e 2 maggio (ritorno) e la finale del 19 maggio (sabato).
Tutti i turni da quello Preliminare ai quarti saranno in gara unica, così come la finale che si giocherà in campo neutro. Solo le semifinali si giocheranno in gara doppia (andata e ritorno).


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.