TABELLINO DELLA FINALE DI RITORNO DEI PLAY OFF NAZIONALI DI ECCELLENZA: CASTELFIDARDO-RIETI 2-1 (1°T.2-0)
CASTELFIDARDO: Loris Cantarini, Risté, Pretini, Fermani, Ortolani, Marconi, Riccardo Tassi, Ruben Carboni, Dell’Aquila , Ciccioli (78’Taddei) e Romanski (69’Bacchiocchi). A disposizione: Giampieri, Doda, Belelli, Lorenzetti e Vignoni. Allenatore: Roberto Mobili.
RIETI: Riccardo Tassi, Menighetti, Pezzotti, Gay, D’Andrea, Morini, Ruggiero, Sabatino, Cardillo, Lo Pinto (56’Castellano) e Garat. A disposizione: D’Urso, Gigliucci, Salvi, Beccarini, Cardia e Rodriguez. Allenatore: Francesco Punzi.
Arbitro: Paolo Bitonti di Bologna, coadiuvato dagli assistenti: Andrea Zanetti di Portogruaro (Venezia) e Michele Nocenti di Padova e dal 4° uomo: Federico Pragliola di Terni.
Reti: 30’Tassi (C), 37’Dell’Aquila (C), 68’Cardillo (R).
Ammoniti: Pretini (C), Fermani (C) e Marconi (C).
Angoli: 2-5.
Recuperi: 3’+5′.
Spettatori: 1.200 circa (di cui 200 circa quelli provenienti da Rieti).

CASTELFIDARDO (ANCONA)- Il Castelfidardo calcio ha compiuto l’impresa: è promosso in Serie D (dove mancava dalla stagione 1955/56). La squadra bianco-verde ha infatti vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali d’Eccellenza, bissando nella gara di ritorno tra le mura amiche del Mancini contro il Rieti il 2-1 esterno dell’andata. Fidardensi raggiungono in Serie D la Samb che ha dominato l’Eccellenza Marche 2013/14 trovando proprio nel Castelfidardo (unica squadra che è riuscita a battere la Samb in campionato) l’unico avversario “insidioso”.
Per la squadra fidardense che succede al Montegranaro (che la scorsa stagione aveva vinto per le Marche una delle 7 finali dei Play Off Nazionali) si tratta della 2a promozione consecutiva dopo quella della scorsa stagione in Eccellenza, vincendo il campionato di Promozione Marche Girone A.
La promozione del Castelfidardo rende ancora più positiva la stagione del calcio marchigiano a livello dilettantistico. Infatti le Marche hanno piazzato una squadra in Serie C Lega Pro (Ancona vincitrice del Girone F di Serie D e si spera ancora nel ripescaggio del Matelica) e 2 in Serie D (oltre alla Samb che ha stravinto l’Eccellenza Marche, una promozione extra quella per l’appunto del Castelfidardo grazie ai Play Off Nazionali d’Eccellenza).
Oltre alla formazione del tecnico Roberto Mobili le altre 6 compagini promosse in Serie D sono: Abano, Fidelis Andria, Kras Repen, Polisportiva Sarnese (detta anche Real Trentinara), San Giovanni Valdarno e Sporting Bellinzago.

Elenco delle squadre marchigiane promosse dall’Eccellenza in Serie D senza aver vinto il campionato ma tramite ripescaggi o vittorie in Coppa Italia Dilettanti e Play Off Nazionali:
1993/94: Osimana (Vince una delle 3 finali dei Play Off Nazionali);
1994/95: Vis Stella (vince una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
1995/96: Montegranaro (ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali) ;
2001/02: Sangiustese (vince una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2002/03: Grottammare (vince una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2008/09: Civitanovese (ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2009/10: Jesina (ripescaggio avvenuto dopo aver perso una delle 7 finali dei Play Off Nazionali);
2010/11: Vis Pesaro (vince una delle 7 finali dei Play Off Nazionali) ;
2012/13: Fermana (vincitrice Coppa Italia Dilettanti) e Montegranaro Provincia Fermana (vince una della 7 finali dei Play Off Nazionali), squadre che poi nell’estate proprio di quel 2013 si sono fuse formando un’unica realtà: l’attuale Fermana Football club che milita in serie D Girone F;
2013/14: Castelfidardo (vince una delle 7 finali dei Play Off Nazionali).

RIEPILOGO VINCITORI CAMPIONATI D’ECCELLENZA
Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto i propri campionati regionali d’Eccellenza e sono dunque approdate in Serie D:
Abruzzo : San Nicolò
Basilicata: Rossoblu Potenza
Calabria: Roccella
Campania: Nerostellati Frattese (Nel Girone A) e Virtus Scafatese (Nel Girone B )
Emilia Romagna: Fiorenzuola (Girone A) e Ribelle Castiglione che ha vinto per 1-0 dopo i tempi supplmentari lo spareggio giocato sul neutro di Forlì con la Sammaurese che era giunta prima a pari punti con i castiglionesi (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Comunale Fontanafredda
Lazio: Viterbese Castrense (Girone A) e Lupa Castelli Romani (Girone B )
Liguria: Argentina Arma che ha vinto per 1-0 lo spareggio giocato sul neutro di Lavagna (Genova) col Magra Azzurri che era giunto primo a pari punti con i taggiaschi.
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): OltrepoVoghera (Girone A), Ciserano (Girone B) e Ciliverghe Mazzano (Girone C)
Marche: Samb
Molise: Campobasso °
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Pro Settimo & Eureka (Girone A) ed Acqui (Girone B)
Puglia: Gallipoli
Sardegna: Nuorese
Sicilia: Leonfortese (Girone A ) e Tiger Brolo (Girone B)
Toscana: Ponsacco (Girone A) e San Donato Tavernelle (Girone B).
Trentino Alto Adige: Mori Santo Stefano
Umbria: Villabiagio
Veneto: Villafranca Veronese (Girone A) ed Union Pro Mogliano Preganzio (Girone B).
In neretto le squadre promosse in serie D.
*= Squadre che hanno chiuso in testa a pari punti i propri campionati e che dunque dovranno affrontarsi in uno spareggio per stabilire la squadra promossa in Serie D.
°= Ha vinto anche la Coppa Italia Dilettanti.
A queste squadre sopra citate nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno le sette vincitrici dei play off nazionali (Abano, Castelfidardo, Fidelis Andria, Kras Repen, Real Trentinara o Sarnese che dir si voglia, San Giovanni Valdarno e Sporting Bellinzago ) d’Eccellenza e l’Union Arzignanochiampo (come migliore semifinalista della Coppa Italia Dilettanti avendo vinto per 2-1 lo spareggio con l’altra semifinalista Catania San Pio X; visto che le 2 finaliste hanno entrambe vinto il proprio campionato ottenendo già promozione in Serie D) .

Semifinali Play Off Nazionali d’Eccellenza andata (25 maggio) e ritorno (1° giugno) :

Calvi Noale (Veneto Girone B) -Brusaporto (Lombardia Girone C) 0-2 e 3-0.
Sondrio (Lombardia Girone B)-Sporting Bellinzago (Piemonte Girone A) 1-2 ed 1-3

Kras Repen (Friuli Venezia Giulia) -Libarna (Piemonte Girone B) 3-0 e 0-1
Magra Azzurri (Liguria) – Legnano (Lombardia Girone A) 4-3 e 2-0

Levico Terme (Trentino Alto Adige)-Abano (Veneto Girone A)3-3 e 0-0
Vis Torgiano (Umbria)-Fertilia (Sardegna) 1-2 ed 1-1

San Giovanni Valdarno (Toscana Girone B) -Avezzano (Abruzzo) 0-0 e 2-1
Pietrasanta Marina (Toscana Girone A) –Lentigione (Emilia Romagna Girone A) 0-0 ed 1-2

Rieti (Lazio Girone A)-Sammaurese (Emilia Romagna Girone B) 1-1 (25’Bonandi [S], 38’Morini [R]. Al 34’espulso Garat del Rieti per doppia ammonizione. Al 79′ Gay del Rieti ha sbagliato un rigore parato dal portiere ospite Andreani) ed 1-0 (45’Cardillo. Espulsi entrambi nelle fila del Rieti: al 75’Ingiosi per gioco falloso ed all’86’Sabatino per doppia ammonizione)
Castelfidardo (Marche) -Albalonga (Lazio Girone B) 1-0 (64′ Simoncelli) ed 1-1 (4’Tassi [C], 46’p.t. Trinca [A])

Fidelis Andria (Puglia) -Quarto (Campania Girone A) 4-0 e 2-2
Castrovillari (Calabria)-Parmonval (Sicilia Girone A) 0-0 ed 1-2

Real Trentinara (detta anche Polisportiva Sarnese; Campania Girone B )-Gioventù Calcio Dauna (Molise) 2-1 ed 1-1
Misterbianco (Sicilia Girone B) –Az Picerno (Basilicata) 0-0 e 0-5

In neretto le 14 squadre approdate in finale.
Le 14 squadre qualificate daranno vita a 7 finali Nazionali.

Finali Play Off Nazionali dell’8 (andata) e 15 (ritorno) giugno:
1) Sporting Bellinzago (Piemonte Girone A)-Calvi Noale (Veneto Girone B) 1-0 ed 1-1
2) Magra Azzurri (Liguria)-Kras Repen (Friuli Venezia Giulia) 0-2 e 2-2
3) Fertilia (Sardegna)-Abano (Veneto Girone A) 0-2 e 0-3
4) Lentigione (Emilia Romagna Girone A)-San Giovanni Valdarno (Toscana Girone B) 0-1 ed 1-1
5) Rieti (Lazio Girone A)-Castelfidardo (Marche) 1-2 (11′ Cardillo [R], 37’Sbarbati, 46 p.t. Simoncelli) ed 1-2 (30’Tassi, 37’Dell’Aquila, 68’Cardillo [R])
6) Parmonval (Sicilia Girone A)-Fidelis Andria (Puglia) 1-3 ed 1-0
7) Az Picerno (Basilicata)-Real Trentinara (detta anche Polisportiva Sarnese; Campania Girone B ) 0-2 ed 1-2

In neretto le 7 squadre promosse in Serie D.

ALBO D’ORO PLAY OFF NAZIONALI D’ECCELLENZA:
1993/94 (Esordio dei Play Off Nazionali che davano inizialmente solo 3 promozioni in Serie D) : Comprensorio Puteolano (Eccellenza Campania Girone A), Osimana (Marche) e Pievigina (Veneto Girone B) ;
1994/95 (da questa stagione in poi diventano 7 le promozioni date dai Play Off Nazionali): Adriese (Eccellenza Veneto Girone A), Asti (Piemonte e Valle d’Aosta Girone A), Montichiari (Lombardia Girone B), Sancataldese (Sicilia Girone A), Silana (Calabria), Terzigno (Campania Girone A) e Vis Stella (Marche) ;
1995/96: Aglianese (Eccellenza Toscana Girone A), Casale (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Patti (Sicilia Girone A), Pordenone (Friuli Venezia Giulia), San Giacomo Interamnia (Molise) che poi però rinuncia alla Serie D, Sanità Napoli (Campania Girone A) e Tecnoleno (Lombardia Girone B);
1996/97: Boys Caivanese (Eccellenza Campania Girone A), Grassina (Toscana Girone B), Rieti (Lazio Girone A), Santarcangiolese (Emilia Romagna Girone B), Rutigliano (Puglia), Schio (Veneto Girone A) e Valenzana (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B);
1997/98: Barletta (Eccellenza Puglia), Grosseto (Toscana Girone A), Guanzatese (Lombardia Girone A), Monselice (Veneto Girone A), Palmese (Campania Girone B), Sant’Angelo 1907 (Lombardia Girone B) e Tivoli (Lazio Girone A);
1998/99: Borgomanero (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A), Castrense (Lazio Girone A) che poi nell’estate 2011 si è fusa con la Viterbese dando vita all’attuale Viterbese Castrense, Fiorano (Emilia Romagna Girone A), Fucecchio (Toscana Girone A), Manfredonia (Puglia), Ottaviano (Campania Girone A) e Rodengo Saiano (Lombardia Girone C);
1999/00: Arbus (Eccellenza Sardegna), Belluno (Veneto Girone B), Bra (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Brindisi (Puglia), Cesi (Umbria), Palmanova (Friuli Venezia Giulia) e Real Marcianise (Campania Girone B) ;
2000/01: Cascina (Eccellenza Toscana Girone A), Ebolitana (Campania Girone B), Guanzatese (Lombardia Girone A), Manduria (Puglia), Pozzuolo (Friuli Venezia Giulia), Usmate (Lombardia Girone B) e Val di Sangro (Abruzzo);
2001/02: Carpi (Eccellenza Emilia Romagna Girone A), Guidonia Villanova (Lazio Girone A), Noicattaro (Puglia), Pomigliano Est (Campania Girone A), Real Cesate Saronno (Lombardia Girone A) squadra da non confondere col famoso Saronno calcio che si è sciolto nel 2011, Rovigo (Veneto Girone A) e Sangiustese (Marche);
2002/03: Adernò (Eccellenza Sicilia Girone B), Carpenedolo (Lombardia Girone C), Casteggio Broni (Lombardia Girone A), Grottammare (Marche), Isola Liri (Lazio Girone B), Nuova Avezzano (Abruzzo) e Sestese (Toscana Girone B);
2003/04: Alcamo (Eccellenza Sicilia Girone A), Chiari (Lombardia Girone C), Emme Mezzolara (Emilia Romagna Girone B), Forcoli (Toscana Girone A), Solofra (Campania Girone B), Spes Mentana (Lazio Girone A) e Venegono (Lombardia Girone A);
2004/05: Brindisi (Eccellenza Puglia), Meletolese (Emilia Romagna Girone A), Montenero (Molise), Penne (Abruzzo), Rivignano (Friuli Venezia Giulia), Tritium (Lombardia Girone B) e Virtus Villa (Emilia Romagna Girone B) che poi la stagione successiva ha cambiato nome diventando Verucchio;
2005/06: Acicatena (Eccellenza Sicilia Girone A), Castrovillari (Calabria), Civitavecchiese (Lazio Girone A), Forte dei Marmi (Toscana Girone A), La Nuova Piovese (Veneto Girone A), Pescina Valle del Giovenco (Abruzzo) e Sarzanese (Liguria);
2006/07: Ba.Se.96 Seveso (Eccellenza Lombardia Girone B), Cynthia (Lazio Girone B), Gragnano (Campania Girone B), Novese (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Quarto (Campania Girone A), Scandicci (Toscana Girone B) e Vis Torgiano (Umbria);
2007/08: Albignasego (Eccellenza Veneto Girone A), Boville Ernica (Lazio Girone B), Casoli (Abruzzo), Suzzara (Lombardia Girone C), Trapani (Sicilia Girone A), SC Palazzolo (Sicilia Girone B) e San Gimignano(Toscana Girone A);
2008/09: Aquanera (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Cantù San Paolo (Lombardia Girone B), F.C. Latina (Lazio Girone A ) poi fusa con la Virtus Latina che era giunta 1a nell’Eccellenza Lazio Girone B, fusione che diede vita all’attuale Unione Sportiva Latina che milita ora in Serie B, Ostuni (Puglia), Palazzolo (Lombardia Girone C), Rossanese (Calabria) e Selargius (Sardegna);
2009/10: Anzio Lavinio (Eccellenza Lazio Girone A), Caperanese (Liguria), Castglione Savoia (Lombardia Girone C), Cesenatico (Emilia Romagna Girone B), Ebolitana (Campania Girone B), Fortis Trani (Puglia) e Kras Repen (Friuli Venezia Giulia);
2010/11: Giorgione (Eccellenza Veneto Girone B), Internapoli Camaldoli (Campania Girone A), P.R.O. Imperia (Liguria), Sansovino (Toscana Girone B), Sarnese (Campania Girone B), Trestina (Umbria) e Vis Pesaro (Marche) ;
2011/12: Casacacastalda (Eccellenza Umbria), Città de la Cava (Campania Girone B), Città di Messina (Sicilia Girone B), Lupa Frascati (Lazio Girone B), Massese (Toscana Girone A), Real Vicenza (Veneto Girone A) da non confondere col + famoso Vicenza calcio e Trento (Trentino Alto Adige) ;
2012/13: Imolese (Eccellenza Emilia Romagna Girone B), Manfredonia (Puglia), Montegranaro (Marche) poi fusosi con la Fermana vincitrice quell’anno della Coppa Italia Dilettanti e dunque anch’essa promossa in Serie D, Pro Donero (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Terracina (Lazio Girone B), Thermal Abano Teolo (Veneto Girone A) e Torrecuso (Campania Girone B) ;
2013/14: Abano (Eccellenza Veneto Girone A), Castelfidardo (Marche), Fidelis Andria (Puglia), Kras Repen (Friuli Venezia Giulia), Real Trentinara o Sarnese (Campania Girone B) che dir si voglia, San Giovanni Valdarno (Toscana Girone B) e Sporting Bellinzago (Piemonte e Valle d’Aosta Girone A).

SERIE B 2013/14: (a 22 squadre)
I verdetti:

Palermo (1°) ed Empoli (2°) salgono in Serie A.

I Play Off decideranno la terza ed ultima promozione in Serie A.
Turno preliminare in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) del 3 giugno: Modena (5°)-Spezia (8°) 1-0 e Crotone (6°)-Bari (7°) 0-3.

Semifinali andata (8 giugno) e ritorno (11 giugno) : Modena (5°)-Cesena (4°) 0-1 ed 1-1 e Bari (7°)-Latina (3°) 2-2 e 2-2.

Finale Play Off andata (15 giugno) e ritorno (18 giugno)
Cesena (4°)-Latina (3°) 2-1 e 2-1. Cesena promosso in Serie A.

Spareggio Play out del 6 (andata) e 13 (ritorno) giugno : Novara-Varese 0-2 e 2-2. Novara retrocede in serie C.
Padova, Reggina e Juve Stabia retrocedono direttamente in Serie C (Lega Pro).

LEGA PRO 2013/14:
La Coppa Italia di Lega Pro 2014 è andata alla Salernitana che ha avuto ragione del Monza nella doppia finale (andata 0-1 per la Salernitana a Monza e ritorno 1-1 a Salerno) .

VERDETTI PRIMA DIVISIONE:

GIRONE A: (A 16 squadre. Non ci sono retrocessioni)
Virtus Entella sale in Serie B per la prima volta nella sua storia.

I Play Off decideranno la seconda promozione in B.
Risultati Quarti di finale Play Off in gara unica:
Pro Vercelli (2a)-Feralpi Salò (9°) 3-0
Vicenza (5°)-Savona (6°) 1-1 D.T.S e 3-4 D.C.R.
Cremonese (4a)-Albinoleffe (7°) 2-2 D.T.S e 6-5 D.C.R.
Sudtirol Alto Adige(3°)-Como (8°) 0-0 D.T.S e 4-3 D.C.R.

Semifinali andata (18 maggio) e ritorno (25 maggio):
Savona (6°)-Pro Vercelli (2a) 1-2 ed 1-2
Cremonese (4a)-Sudtirol Ato Adige (3°) 1-1 ed 1-2

Finale andata e ritorno del 1° e 7 giugno:
Sudtirol Ato Adige (3°)-Pro Vercelli (2a) 0-1 ed 1-1. La Pro Vercelli è promossa in Serie B.

GIRONE B: (Inizialmente a 17 squadre, ma poi la Nocerina è stata esclusa dal campionato. Non ci sono retrocessioni)
Perugia sale in Serie B.

I Play Off decideranno la seconda promozione in B.
Risultati quarti di finale Play Off in gara unica:
Frosinone (2°)-Salernitana (9a; ha vinto la Coppa Italia di Lega Pro) 2-0
L’Aquila (6a)-Pisa (5°) 0-1
Catanzaro (4°)- Benevento (7°) 1-2
Lecce (3°)-Pontedera (8°) 0-0 D.T.S. ed 8-7 D.C.R.

Semifinali andata (18 maggio) e ritorno (25 maggio):
Pisa (5°)-Frosinone (2°) 0-0 ed 1-2
Benevento (7°)-Lecce (3°) 1-1 e 0-2

Finale andata e ritorno del 1° e 7 giugno:
Lecce (3°)-Frosinone (2°) 1-1 ed 1-3 D.T.S. Il Frosinone è promosso in Serie B.

SUPERCOPPA di PRIMA DIVISIONE LEGA PRO andata e ritorno: Virtus Entella-Perugia 1-1 ed 1-3. Il Perugia succede all’Avellino vincendo la Supercoppa 2014.

VERDETTI SECONDA DIVISIONE:

GIRONE A: (a 18 squadre)
Bassano Virtus (1°), Renate (2°), Alessandria (3a), Monza (4°), Santarcangelo (5°), Spal (6a), Real Vicenza (7°) e Mantova (8°) salgono nella nuova Lega Pro (Serie C riunificata).
Rimini, Virtus Vecomp Verona, Pergolettese, Castiglione, Bellaria e Bra scendono direttamente in Serie D.
I Play Out hanno deciso la 7a , l’8a e la 9a squadra retrocessa in Serie D.
Semifinali Play Out andata (18 maggio) e ritorno (25 maggio): Cuneo (11°)-Delta Porto Tolle (10°) 1-2 ed 1-0 e Torres (12a)-Forlì (9°) 1-0 e 0-3. Cuneo e Torres retrocedono in Serie D.

Finale Play Out andata e ritorno del 1° ed 8 giugno:
Delta Porto Tolle (10°)-Forlì (9°) 3-2 ed 1-2. Forlì resta in Lega Pro.
Delta Porto Tolle retrocesso in Serie D.

GIRONE B: (a 18 squadre)
Messina (1°), Casertana (2a), Teramo (3°), Cosenza (4°), Melfi (5°), Foggia (6°) , Ischia Isolaverde (7°) e Vigor Lamezia (8a) salgono nella nuova Lega Pro (Serie C riunificata).
Martina Franca, Aprilia, Chieti, Poggibonsi, Castel Rigone e Gavorrano scendono direttamente in Serie D.
I Play Out hanno deciso la 7a , l’8a e la 9a squadra retrocessa in Serie D.
Semifinali Play Out andata (18 maggio) e ritorno (25 maggio): Aversa Normanna (11a)-Tuttocuoio (10°) 1-1 e 0-2 ed Arzanese (12a)-Sorrento (9°) 4-0 e 0-3. Aversa Normanna e Sorrento retrocedono in Serie D .

Finale Play Out andata e ritorno del 1° ed 8 giugno:
Arzanese (12a)-Tuttocuoio (10°) 0-0 ed 1-1. Tuttocuoio resta in Lega Pro.
Arzanese retrocessa in Serie D.

SUPERCOPPA di SECONDA DIVISIONE LEGA PRO andata e ritorno: Bassano Virtus-Messina 2-0 e 2-1 . Il Bassano Virtus succede alla Salernitana vincendo la Supercoppa 2014.

SERIE D 2013/14:

Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D promosse in Lega Pro (Serie C riunificata):
Girone A :Giana Erminio;
Girone B : Pro Piacenza (da non confondere con il più famoso Piacenza calcio che gioca nello stesso Girone) ;
Girone C : Pordenone;
Girone D: Lucchese ;
Girone E: Pistoiese;
Girone F (dove è stato escluso in corsa nel girone di ritorno il Bojano che è stato radiato) : Ancona 1905 ;
Giroone G: Lupa Roma ;
Girone H (ridotto da 18 a 17 squadre visto l’esclusione in corsa nel girone d’andata del Nardò che è stato radiato): Matera;
Girone I (dove è stato escluso in corsa nel girone di ritorno il Ragusa che è stato radiato): Savoia.
In neretto le squadre promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocano lo Scudetto Dilettanti.

SCUDETTO DILETTANTI : (vinto la scorsa stagione dall’Ischia Isolaverde)

Girone Triangolare 1: Giana Erminio (Girone A), Pro Piacenza (Girone B) e Pordenone (Girone C)

Girone Triangolare 2: Lucchese (Girone D), Pistoiese (Girone E) ed Ancona 1905 (Girone F)

Girone Triangolare 3: Lupa Roma (Girone G), Matera (Girone H) e Savoia (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2013/14:

Girone Triangolare 1:
1a Giornata giocata domenica 11 maggio: Pro Piacenza-Giana Erminio 3-2. Ha riposato: Pordenone
2a Giornata di domenica 18 maggio: Giana Erminio-Pordenone 1-2. Ha riposato: Pro Piacenza.
3a ed ultima Giornata di domenica 25 maggio: Pordenone-Pro Piacenza 3-3. Ha riposato: Giana Erminio .
Classifica Finale: Pordenone e Pro Piacenza 4 e Giana Erminio 0.

Girone Triangolare 2:
1a Giornata giocata domenica 11 maggio: Pistoiese-Lucchese 0-0. Ha riposato: Ancona 1905
2a Giornata di domenica 18 maggio: Ancona 1905-Pistoiese 2-1 (39’Collacchioni [P], 41’Morbidelli, 81’D’Alessandro . All’85’espulso Collacchioni della Pistoiese per fallo da ultimo uomo). Ha riposato: Lucchese.
3a ed ultima Giornata di domenica 25 maggio: Lucchese-Ancona 1905 2-1 (16’Morbidelli [A], 30’Aliboni su rigore, 65’autorete di Capparuccia. Al 29’espulso Cacioli dell’Ancona per una gomitata ad un avversario lanciato verso la porta. Al 92′ De Luca della Lucchese ha fallito un rigore parato dal portiere ospite Lori) . Ha riposato: Pistoiese.
Classifica Finale: Lucchese 4, Ancona 1905 3 e Pistoiese 1

Girone Triangolare 3:
1a Giornata giocata domenica 11 maggio: Savoia-Matera 0-0. Ha riposato: Lupa Roma.
2a Giornata di domenica 18 maggio: Lupa Roma-Savoia 2-1. Ha riposato: Matera.
3a ed ultima Giornata di domenica 25 maggio: Matera-Lupa Roma 1-1. Ha riposato: Savoia.
Classifica Finale: Lupa Roma 4, Matera 2 e Savoia 1.

In neretto le squadre qualificate per le semifinali.
Ricordiamo che, secondo la consueta formula adottata per lo svolgimento di triangolari, riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta.
Nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.Le vincitrici di ogni gruppo più la migliore seconda accedono alle semifinali. Si parte Domenica 11 Maggio con la prima partita, il 18 Maggio la seconda ed il 25 Maggio la terza gara. Le semifinali si giocheranno in gara unica e campo neutro il 29 maggio, mentre il 31 si disputerà sempre in campo neutro (Arezzo) la finalissima.

Risultati Semifinali di giovedì 29 maggio in campo neutro:
Arezzo : Pordenone-Lucchese 0-0 D.T.R. e 4-1 D.C.R. Sequenza rigori: Niccolini (P) gol, De Luca (L) parato, Mateos (P) gol, Aliboni (L) fuori, Oliveira (P) gol, Nolè (L) gol e Ruopolo (P) gol.
Città di Castello : Pro Piacenza-Lupa Roma 1-1 (67’Silva [P.P.], 95’Capodaglio [L.R.]. Espulsi: al 90′ Cerrai della Lupa Roma per proteste e Rieti del Pordenone per doppia ammonizione) D.T.R. e 3-4 D.C.R. Sequenza rigori: Pasqualoni (L.R.) gol, Silva (P.P.) gol, Capodaglio (L.R.) gol, Colicchio (P.P.) gol, Tajarol (L.R.) parato, Matteassi (P.P.) gol, Sentinelli (L.R.) gol, Jakimovski (P.P.) parato, Chiesa (L.R.) gol e Castellana (P.P.) parato.
D.T.R.= Dopo tempi Regolamentari (90 minuti)
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale di sabato 31 maggio sul neutro di Arezzo:
Pordenone-Lupa Roma 1-0 (70’Maccan. Espulsi: al 75′ Nichele del Pordenone per doppia ammonizione ed all’86’ Migliorini anch’esso del Pordenone per gioco falloso). Il Pordenone succede all’Ischia laureandosi Campione d’Italia Dilettanti 2014.

ALBO D’ORO SCUDETTO DILETTANTI:
1952/53: Catanzaro; 1953/54: Bari; 1954/55: Colleferro (batte al sorteggio Mestrina); 1955/56: Siena ; 1956/57: Ravenna; 1957/58: Cosenza, Mantova e Spezia (ad ex aequo nel Campionato Interregionale) e Civitavecchiese (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria); 1958/59:Cascina (giocato tra le vincitrici dei gironi del Campionato Nazionale Dilettanti); 1959/60: Ponziana (giocato tra le vincitrici dei gironi di 1a Categoria); 1960/61: Borgomanero (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria) ; 1961/62: Nocerina (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria); Poi non assegnato fino alla stagione –1966/67: Sessana (giocato tra le vincitrici dei gironi di 1a Categoria); Poi dal 1988 al 1992 è stato assegnato il trofeo Jacinto (che si giocava tra le squadre di Interregionale promosse in C2; torneo precursore dell’odierno scudetto Dilettanti):
1987/88: Trani; 1988/89: Valdagno; 1989/90: Enna; 1990/91: Matera; 1991/92: Oltrepò.
1992/93: Crevalcore; 1993/94: Pro Vercelli ; 1994/95: Taranto ; 1995/96 (fu per la prima ed unica volta un torneo precursore dei Play Off a cui parteciparono le squadre classificate dal 2° al 5° posto di ogni Girone per giocarsi un eventuale ripescaggio): Castel San Pietro (successivamente non ripescato in C2) ; 1996/97: Biellese; 1997/98: Giugliano; 1998/99: Lanciano (oggi in Serie B); 1999/00: Sangiovannese; 2000/01: Palmese; 2001/02: Olbia; 2002/03: Cavese; 2003/04: Massese; 2004/05: Bassano Virtus; 2005/06: Paganese; 2006/07: Tempio (successivamente non ammesso in C2) ; 2007/08: San Felice Normanna; 2008/09: Pro Vasto (dopo il fallimento dell’estate 2010 ed essere rimasta fuori per 2 anni da tutti i campionati, oggi riprendendo nome del passato Vastese si trova in Eccellenza Abruzzo); 2009/10: Montichiari ; 2010/11: Cuneo; 2011/12: Unione Venezia; 2012/13: Ischia Isolaverde; 2013/14: Pordenone.

PLAY OFF :

Queste nel dettaglio le 9 finali Play Off dei rispettivi Gironi di Serie D:

Girone A: Borgosesia (3°)-Lavagnese(5a) 4-0 (5’Gasparri, 47′ p.t. Gambone, 78’D’Iglio ed 87’Gasparri. Espulsi: 
al 3’Amirante della Lavagnese per comportamento ritenuto non regolamentare, al 69’
Gambone del Borgosesia per doppia ammonizione ed al 79’Abdullahi della Lavagnese per gioco falloso) ;
Girone B: Olginatese (2a)-Seregno (4°) 1-0;
Girone C: Marano (2°)- Sacilese (3a) 1-3 (16′ Fracaro, 56’Favret, 88’Spagnoli, 92’Rondon [M]. Al 70′ espulso Pozza del Marano per doppia ammonizione) ;
Girone D: Correggese (2a)-Massese (4a) a porte chiuse 4-0 (25’Luppi su rigore, 37’e 55’Boilini, 77’Bigolin. Al 50′ espulso Falchini della Massese per doppia ammonizione);
Girone E: Foligno (2°)-Pianese (4a) 2-0;
Girone F: Matelica (2°)-Termoli (3°) 3-3 D.T.S.(12′ Cognigni [M], 36’Lazzoni [M], 45’Simone Miani [T], 54’Cognigni [M], 56’Simone Miani [T] e 78’Simone Miani [T] su rigore. Al 68′ espulso Moretti del Matelica per doppia ammonizione);
Girone G: Terracina (2°)-San Cesareo (3°) 1-2 ;
Girone H: Taranto (2°)-Monopoli (4°) 1-1 D.T.S. ;
Girone I: Akragas (2°)-Agropoli (3°) 3-1 D.T.S. (63’Ragosta [Agr], 67′ Chiavaro, 95′ [5’1°T.S.] Savanarola, 99′ [9’1°T.S.] Chiavaro)
D.T.S.= Dopo Tempi Supplmentari.
Le squadre di casa che hanno pareggiato si qualificano (come le altre che hanno vinto) per i Play Off Nazionali in quanto meglio classificate nella Regular Season dei propri campionati.

PLAY OFF NAZIONALI: (vinti la scorsa stagione dalla Virtus Vecomp Verona poi ripescata in Seconda Divisione)

GIRONI SOCIETÀ CLASSIFICA QUOZIENTE PUNTI
A BORGOSESIA 3° 1,97
B OLGINATESE 2° 1,67
C SACILESE 3° 1,94
D CORREGGESE 2° 2,38
E FOLIGNO 2° 2,02
F MATELICA 2° 2,00
G SAN CESAREO 3° 1,94
H TARANTO 2° 1,93
I AKRAGAS 2° 2,11
E AREZZO 3° 1,88

Teste di serie
1°: CORREGGESE (2° – 2,38)
2°: AKRAGAS (2° – 2,11)
3° FOLIGNO (2° – 2,02)
4°: MATELICA (2° – 2,00)
5°: TARANTO (2° – 1,93)

Le vincitrici delle 9 finali Play Off (Borgosesia, Olginatese, Sacilese, Correggese, Foligno, Matelica, San Cesareo, Taranto ed Akragas) unitamente alla migliore semifinalista della Coppa Italia di Serie D (Arezzo) accedono alla 3a Fase in gara unica (in casa delle 5 teste di serie sorteggiate in base alla gradutoria e del miglior piazzamento nella stagione regolare) dei Play Off Nazionali del 18 maggio.


RISULTATI 3A FASE DI DOMENICA 18 MAGGIO:

Girone 1: Correggese-Olginatese 1-0 (76’Luppi. Al 75′ Luppi della Correggese ha sbagliato un rigore parato dall’estremo ospite Ripamonti, ma sulla ribattuta dello stesso l’attaccante locale segnava il gol partita. Al 97′ altro rigore fallito da Luppi e parato stavolta dal 2° portiere ospite Milano. Espulsi: al 56′ il direttore generale della Correggese Marcello Rossi per proteste, al 91’Selvatico della Correggese per doppia ammmonizione, al 92′ Cattaneo dell’Olginatese per proteste ed al 96’il portiere dell’Olginatese Ripamonti, anch’esso per proteste)
Girone 2: Foligno-Borgosesia 1-2 (8’Urbanelli [F], 24’Mazzotti, 80’Guidetti)
Girone 3: Matelica-Sacilese 0-0 (al 57′ Cognigni del Matelica ha sbagliato un rigore parato dall’estremo ospite Bazzicchetto) D.T.R. e 2-0 D.C.R. Sequenza rigori: Baggio (S) parato, Lazzoni (M) parato, Manucci (S) fuori, Cognigni (M) gol, Beccia (S) fuori, Mangiola (M) gol e Spagnoli (S) parato.
Girone 4: Taranto-Arezzo 0-1 (86’Carteri)
Girone 5: Akragas-San Cesareo 4-0 (1’Assenzio, 48’Savanarola, 83’Assenzio e 94’Paladino)
D.T.R.= Dopo tempi regolamentari (90 minuti)
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
Le cinque squadre qualificate (Correggese, Borgosesia, Matelica, Arezzo ed Akragas) dopo questi confronti , unitamente alla finalista della Coppa Italia di Serie D (Ponte San Pietro Isola), acquisiscono il diritto a disputare il turno successivo (4a Fase) sempre in gara unica del 25 maggio.

RISULTATI 4A FASE DI DOMENICA 25 MAGGIO:
Girone 1: Correggese-Ponte San Pietro Isola 1-1 (73’Gucci [C] , 93′ Salandra [P.S.P.I]. Al 58′ espulso Belfanti della Correggese per gioco falloso) D.T.R. e 5-4 D.C.R. Sequenza rigori: Stucchi [P.S.P.I] gol, Luppi [C] gol, Cortinovis [P.S.P.I] gol, Arrascue [C] gol, Traini [P.S.P.I] traversa, Bertozzini [C] gol, Crotti [P.S.P.I] gol, Lari [C] gol, Salandra [P.S.P.I] gol e Noci [C] gol.
Girone 2: Matelica-Borgosesia 2-0 (59′ Cacciatore su rigore, 88’Staffolani. Al 58′ espulso il portiere ospite Libertazzi per fallo da rigore da ultimo uomo)
Girone 3: Akragas-Arezzo 1-0 (20′ Nicola Arena)
D.T.R.= Dopo tempi Regolamentari (90 minuti)
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
Le tre qualificate (Correggese, Matelica ed Akragas) più la squadra vincitrice della Coppa Italia (Pomigliano) approdano alle semifinali in gara unica (in casa delle squadre meglio classificate nella regular season nei rispettivi gironi) del 1° giugno.

RISULTATI 5A FASE (SEMIFINALI) DI DOMENICA 1° GIUGNO:
Correggio: Correggese-Matelica 2-1 (14′ D’Addazio [M], 18′ Luppi, 93′ Francesconi)
Agrigento: Akragas-Pomigliano 3-1 (16’Gennaro Esposito [P], 53′ Nicola Arena su rigore, 62’Saraniti , 89’Savanarola. Al 92′ espulso De Rosa del Pomigliano)

FINALE (6A FASE) DI DOMENICA 8 GIUGNO 2014 ALLO STADIO COMUNALE DOMENICO PURIFICATO DI FONDI (LATINA):
Correggese-Akragas 1-1 (68’Boilini [C], 87’Astarita [A]. Al 39′ espulso il portiere della Correggese Medioli per fallo da ultimo uomo. Al 40′ Nicola Arena dell’Akragas sbaglia rigore parato dall’estremo emiliano Noci) D.T.R. ed 8-7 D.C.R. Sequenza rigori: Luppi (C) gol, Vitale (A) gol, Bigolin (C) gol, Daniele Arena (A) gol, Arrascue (C) gol, Parisi (A) parato,
Bertozzini (C) fuori, Savanarola (A) gol, il portiere Noci (C) gol, Saraniti (A) gol, Francesconi (C) gol, Pellegrino (A) gol, Boilini (C) gol, Astarita (A) gol, Gucci (C) gol e Nassi (A) parato.
Correggese vince Play Off Nazionali e quasi sicuramente verrà ripescata in Lega Pro. Spera comunque nel ripescaggio anche l’Akragas.Nell’ipotesi di mancato ripescaggio in Serie C, alla vincente ed alla perdente della finale Play-off sarà corrisposto un contributo economico rispettivamente di €.30.000,00 (trentamila) e di €.15.000,00 (quindicimila).

ALBO D’ORO PLAY OFF NAZIONALI DI SERIE D:
2005/06: Monopoli ; 2006/07: Casale (che però non venne poi ammesso nell’allora C2) ; 2007/08: Sambonifacese ; 2008/09: Nocerina ; 2009/10: Matera ; 2010/11: Rimini ; 2011/12: Nuova Cosenza (non ripescata poi in Seconda Divisione); 2012/13: Virtus Vecomp Verona; 2013/14: Correggese.

PLAY OUT:

Risultati Play Out in gara unica del 18 maggio 2014:
Girone A: Derthona (13°)-Pro Donero (16°) 2-0 ed Albese (14a) -Sestri Levante (15°) 1-3 D.T.S. ;
Girone B : Mapello Bonate (13°)-Gozzano (16°) 0-0 D.T.S. e Borgomanero (14°)-Alzano Cene (15°) 1-0;
Girone C: Vittorio Falmec (13°)-Dro (16°) 0-1 D.T.S. e Mezzocorona (14°)-Unione Fincantieri Monfalcone (15a) 0-1;
Girone D: Camaiore (14°)-Atletico Montichiari (15°) 1-3;
Girone E: Bastia (14°)-Deruta (15°) 1-1 D.T.S. ;
Girone F: Sulmona (14°)-Amiternina (15a) 0-3 (20′ e 29′ Torbidone, 84′ Peveri. Espulsi tutti nelle fila del Sulmona: al 14′ Sorrentino per gioco ritenuto violento, al 66′ il tecnico Luiso per proteste ed al 75′ Di Ciccio per doppia ammonizione);
Girone G: Budoni (13°)-Arzachena (16a) 2-1 e Latte Dolce (14°)-Selargius (15°) 1-2;
Girone H: Real Vico Equense (13°)-Grottaglie (16°) 1-2 e Puteolana Internapoli (14a)-Real Metapontino (15°) 1-1 D.T.S.;
Girone I: Città di Messina (14°)-Due Torri (15°) 0-1 D.T.S.

Dunque retrocedono dopo Play Out: Pro Donero ed Albese (nel Girone A), Gozzano ed Alzano Cene (nel Girone B), Vittorio Falmec e Mezzocorona (nel Girone C), Camaiore (nel Girone D), Deruta (nel Girone E), Sulmona (nel Girone F), Arzachena e Latte Dolce (nel Girone G), Real Vico Equense e Real Metapontino (nel Girone H) e Città di Messina (nel Girone I).


RETROCESSIONI DIRETTE SERIE D:

Le squadre di Serie D retrocesse direttamente in Eccellenza dopo la stagione regolare sono: Santhià e Verbania (nel Girone A), Darfo Boario e Sambonifacese (nel Girone B), Sanvitese e Fersina Perginese (nel Girone C), Palazzolo, Forcoli e Riccione (nel Girone D), Fiesolecaldine, Narnese e Pontevecchio (nel Girone E), Renato Curi Angolana ed Isernia (nel Girone F dove è stato escluso in corsa nel girone di ritorno il Bojano che è stato radiato), Nuova Santa Maria delle Mole Marino e Porto Torres (nel Girone G), Gladiator (nel Girone H ridotto da 18 a 17 squadre visto l’esclusione in corsa nel girone d’andata del Nardò che è stato radiato), Vibonese e Licata (nel Girone I dove è stato escluso in corsa nel girone di ritorno il Ragusa che è stato radiato).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)