1a Semifinale in gara unica dei Play Off Inter Girone di Lega Pro di martedì 13 giugno a Firenze Stadio Artemio Franchi:
Parma-Pordenone 1-1 D.T.S. (15’Luigi Alberto Scaglia [Pa], 80’Paolo Marchi [Po]) e poi 5-4 D.C.R.
Sequenza rigori: Padovan (Po) gol, Edera (Pa) gol, Misuraca (Po) parato, Scaglia (Pa) gol, Suciu (Po) gol, Scavone (Pa) palo, Martignago (Po) gol, Corapi (Pa) gol, Burrai (Po) gol, Munari (Pa) gol, De Agostini (Po) parato ed Alessandro Lucarelli (Pa) gol.
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto la squadra approdata in finale.

Programma 2a Semifinale in gara unica dei Play Off Inter Girone di Lega Pro di mercoledì 14 giugno ore 20,45 (in differita tv su Rai Sport dalle ore 22,50) allo Stadio Artemio Franchi di Firenze:
Alessandria-Reggiana.
In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

TABELLINO DI PARMA-PORDENONE 1-1 (1°T.R. 1-0) D.T.S. e poi 5-4 ai rigori
PARMA: Frattali, Mazzocchi (63’Alessandro Lucarelli), Iacoponi, Di Cesare, Luigi Alberto Scaglia, Scavone, Scozzarella (39’Corapi), Munari, Nocciolini (83’Edera), Calaiò e Baraye. A disposizione: Zommers, Saporetti, Giorgino, Garufo, Davide Sinigaglia, Giacomo Ricci, Abdourammane Mohamed Coly, Lorenzo Simonetti e Messina. Allenatore: Roberto D’Aversa.
PORDENONE: Matteo Tomei, Parodi (70’Martignago), Ingegneri, Paolo Marchi, Semenzato, Burrai, Suciu, De Agostini, Misuraca, Cattaneo (113’Buratto) e Pietribiasi (70’Padovan). A disposizione: D’Arsiè, Eros Pellegrini, Arma, Zappa, Gerbaudo e Bulevardi. Allenatore: Bruno Tedino.
Arbitro: Luigi Pillitteri di Palermo, coadiuvato dagli assistenti: Michele Lombardi di Brescia ed Alessandro Cipressa di Lecce. Quarto uomo: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza.
Reti: 15’Scaglia (PA), 80’Paolo Marchi (PO) .
Sequenza rigori: Padovan (PO) gol, Edera (PA) gol, Misuraca (PO) parato, Scaglia (PA) gol, Suciu (PO) gol, Scavone (PA) palo, Martignago (PO) gol, Corapi (PA) gol, Burrai (PO) gol, Munari (PA) gol, De Agostini (PO) parato ed Alessandro Lucarelli (PA) gol.
Ammoniti: Corapi (PA), Scaglia (PA), Marchi (PO), De Agostini (PO), Misuraca (PO) e Semenzato (PO).
Angoli: 5-7.
Recuperi, tempi regolamentari: 3’+3′ e tempi supplementari: 1’+1′.
Note: gara giocata sul neutro, Stadio Artemio Franchi di Firenze.
Spettatori: 3000 circa (1.743 provenienti da Parma e 400 da Pordenone).
Annotazioni: proprio allo scadere del 2°tempo supplementare (120′) il direttore di gara sorvola su un netto fallo in area del portiere del Parma Frattali sul neo-entrato del Pordenone Buratto, il quale lanciato a rete pur allungandosi la sfera aveva saltato l’estremo ducale costretto ad atterrarlo. C’erano forse gli estremi non solo per il rigore a favore dei ramarri ma anche per l’espulsione dell’estremo parmigiano. Grandi proteste soprattutto dalla panchina nero-verde.
Curiosità: In questa stagione prima di ieri le 2 squadre si erano già affrontate 2 volte nel Girone B di Lega Pro ed in entrambe le occasioni si era imposto il Parma in rimonta: alla 5a giornata d’andata al Bottecchia di Pordenone per 2-4 (2’Arma [Po] su rigore, 54′ Arma [Po], 59′, 61′ ed 83′ Nocciolini, 94’Calaiò) ed alla 24a (5a di ritorno) al Tardini per 3-2 (10’Scavone, 29’autorete del portiere del Parma Frattali [Po], 42’Misuraca [Po], 89’Munari, 92’Calaiò. Al 29’il bomber marocchino del Pordenone Arma ha fallito un rigore colpendo la traversa ma poi la sfera è ricaduta sulla schiena del portiere locale Frattali ed è finita in rete. Al 91’espulso Stefani del Pordenone per fallo da ultimo uomo).

LEGA PRO

ALBO D’ORO Lega Pro:
2014/15: Girone A: Novara; Girone B: Ascoli (al posto del Teramo che aveva vinto torneo sul campo ma a cui poi è stato revocato titolo per illecito sportivo) ; Girone C: Salernitana. Supercoppa vinta poi dal Novara. Play Off Inter-Girone vinti dal Como (Girone A).
2015/16: Girone A: Cittadella; Girone B: Spal ; Girone C: Benevento. Supercoppa vinta poi dalla Spal. Play off Inter-Girone vinti dal Pisa (Girone B).
2016/17: Girone A: Cremonese; Girone B: Venezia ; Girone C: Foggia. Supercoppa vinta poi dal Foggia.

Supercoppa di Lega Pro 2017:
Girone Triangolare con Cremonese (vincitrice del Girone A), Venezia (vincitrice del Girone B) e Foggia (vincitrice del Girone C).
1a Giornata di sabato 13 maggio: Cremonese (0 punti)-Venezia (3 punti) 1-2 (4’Geijo, 34’Talamo [C], 86’Bentivoglio). Ha riposato: Foggia (-).
2a giornata di sabato 20 maggio: Foggia (3 punti) -Cremonese (0) 3-1 (49’Brighenti [C], 52’Mazzeo su rigore, 69’Mazzeo su rigore, 93’Mazzeo. Al 76’espulso Bastrini della Cremonese per doppia ammonizione). Ha riposato: Venezia (3).
3a ed ultima giornata di sabato 27 maggio: Venezia-Foggia 2-4 (19’Deli, 29’Vacca, 35’Geijo [V], 43’Mazzeo, 47’Domizzi [V], 80’Deli. Al 78’espulso l’attaccante spagnolo del Venezia Geijo per un colpo proibito ad un difensore del Foggia). Ha riposato: Cremonese.
Classifica Finale: Foggia 6, Venezia 3, e Cremonese 0. Foggia (al 1° titolo) succede nell’albo d’oro alla Spal vincendo Supercoppa di Lega Pro 2017.

ALBO D’ORO SUPERCOPPA DI SERIE C (LEGA PRO):(dal 2000 al 2014 era a 2 squadre ossia le 2 vincenti degli unici 2 gironi di Serie C1 poi ribattezzata 1a Divisione Lega Pro, mentre dal 2015 è a 3)
1999/00 (a 2 squadre) : Siena ; 2000/01: Modena ; 2001/02 : Ascoli; 2002/03: Treviso ; 2003/04: Arezzo ; 2004/05: Rimini; 2005/06: Spezia; 2006/07: Grosseto ; 2007/08: Sassuolo; 2008/09: Gallipoli; 2009/10: Novara; 2010/11: Nocerina; 2011/12: Spezia; 2012/13: Avellino ; 2013/14 (a 2 squadre): Perugia; 2014/15 (a 3 squadre): Novara ; 2015/16: Spal; 2016/17: Foggia .

CALENDARIO COMPLETO CON RISULTATI PLAY OFF

Riepilogo Risultati 1a Fase in gara unica Play Off Lega Pro di domenica 14 maggio:

Girone A: L’Alessandria (2a) ha riposato nella 1a Fase in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Livorno (3°)-Renate (10°) 2-1 (12’Maritato, 29’Napoli [R], 36’Borghese), Arezzo (4°)-Lucchese (9a) [gara giocata sabato 13 maggio] 1-2 (9’Moscardelli [A], 48’Bruccini, 61’Luca Cecchini), Giana Erminio (5°)– Viterbese Castrense (8a) 2-2 (1’Jefferson [V.C.], 2′ Augello [G.E.], 55’Chiarello [G.E.], 56’Dierna [V.C.]) e Piacenza (6°)– Como (7°) 2-1 (22’Sciacca, 38’Chinellato [C], 95’Franchi).

Girone B : Il Parma (2°) ha riposato nella 1a Fase in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Pordenone (3°)-Bassano Virtus (10°) 2-0 (19′ e 59’Stefani), Padova (4°)-Albinoleffe (9°) 1-3 (27’Giorgione, 61’Ravasio, 73’Matteo Mandorlini [P], 95’Antonio Montella su rigore), Reggiana (5a)-Feralpisalò (8a) 2-2 (4’Andrea Ferretti (F), 16′ Andrea Bovo [R], 30′ Andrea Ferretti [F], 75’Massimiliano Carlini [R]) e Gubbio (6°)-SAMB (7a) [gara giocata sabato 13 maggio] 2-3 (7’Agodirin, 21’Mancuso su rigore, 75’Mancuso, 86’Casiraghi [G], 92’Michele Rinaldi [G]).

Girone C: Il Lecce (2°) ed il Matera (3° ma soprattutto finalista della Coppa Italia) hanno riposato nella 1a Fase di domenica 14 maggio in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season: Juve Stabia (4a)-Catania (11°) [gara che è stata trasmessa in diretta in chiaro su Rai Sport] 0-0, Virtus Francavilla (5a)-Fondi (10°) 0-0 (Al 30′ espulso Agatino Parisi del Catania per doppia ammonizione), Siracusa (6°)- Casertana (9a) 0-2 (8’Giorno, 81’Corado) e Cosenza (7°)– Paganese (8a) 2-0 (49′ e 70’Mungo. Al 76’espulso il centrocampista argentino Juan Alberto Mauri della Paganese per aver colpito un avversario con una testata al volto).

In neretto le squadre approdate alla 2a Fase (Ottavi di finale).

Nella 2a Fase (o ottavi di finale che dir si voglia) in gara doppia (andata domenica 21 maggio e ritorno mercoledì 24 maggio) a sfide incrociate (tra i 3 Gironi) sono entrate in gioco anche le seconde classificate dei 3 Gironi: Alessandria, Parma e Lecce, nonchè il Matera, finalista della Coppa Italia .

Riepilogo risultati gare d’andata della 2a Fase (Ottavi di finale) di domenica 21 maggio 2017:

Gara 1: Casertana (9a nel Girone C) -Alessandria (2a classificata nel Girone A) 1-1 (15’Fischnaller [A], 76’Taurino [C]).

Gara 2 (che è stata trasmessa in diretta in chiaro su Rai Sport): Piacenza (6° classificato nel Girone A)-Parma (2° classificato nel Girone B) 0-0

Gara 3: SAMB (7a nel Girone B) -Lecce (2° classificato nel Girone C) 1-1 (47’Mancuso [S], 52’Caturano [L] su rigore. Al 57’Mancuso della Samb ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Perucchini)

Gara 4: Cosenza (7° nel Girone C)-Matera (3° nel Girone C ma soprattutto finalista della Coppa Italia di Lega Pro) 2-1 (22’Blondett, 31’Maikol Negro [M] su rigore, 70’Statella. Espulsi: al 73’Casoli del Matera per aver rifilato una testata a D’Anna ed all’88’Pinna del Cosenza per doppia ammonizione).

Gara 5: Virtus Francavilla (5a classificata nel Girone C)-Livorno (3° classificato nel Girone A) 0-0 (Al 91’espulso l’attaccante franco-angolano della Virtus Francavilla M’Bala Nzola per doppia ammonizione. Dopo l’espulsione il giocatore ha rivolto espressioni offensive al direttore di gara e poi gli ha pestato con forza il piede destro, beccando così 8 gionate di squalifica)

Gara 6 giocata sabato 20 maggio: Giana Erminio (5a classificata nel Girone A)-Pordenone (3° classificato nel Girone B) 2-1 (29’Salvatore Bruno, 45’Cattaneo [P], 57’Pinardi su rigore)

Gara 7 giocata sabato 20 maggio: Reggiana (5a classificata nel Girone B)-Juve Stabia (4a classificata nel Girone C) 2-1 (16’Mastalli [J.S.], 35’Cesarini su rigore, 58′ Ghiringhelli)

Gara 8:Lucchese (9a nel Girone A con 51 punti)- Albinoleffe (9a nel Girone B con 52 punti) 1-0 (95’Bruccini).

Riepilogo risultati gare di ritorno 2a Fase (Ottavi di finale) di mercoledì 24 maggio 2017:

Gara 1: Alessandria-Casertana (è stata trasmessa in diretta in chiaro su Rai Sport) 3-1 (27’Ciotola [C], 29’Gozzi, 45’Riccardo Cazzola, 61’Bocalon)

Gara 2: Parma-Piacenza 2-0 (52’Nocciolini, 81’Baraye. Al 73’espulso Sciacca del Piacenza per doppia ammonizione)

Gara 3: Lecce-Samb 0-0

Gara 4: Matera-Cosenza 1-1 (33’Mendicino [C], 89’Di Lorenzo [M])

Gara 5: Livorno-Virtus Francavilla 0-0 (All’81’espulso De Toma della Virtus Francavilla per fallo da ultimo uomo).

Gara 6: Pordenone-Giana Erminio 3-1 (34’De Agostini, 61’Chiarello [G.E.], 66’Paolo Marchi, 92’Arma)

Gara 7: Juve Stabia-Reggiana 0-0

Gara 8: Albinoleffe-Lucchese 0-0.

Le squadre (Lecce e Livorno) che hanno pareggiato sia il match d’andata che quello di ritorno, quest’ultimo giocato in casa passano il turno (come le altre che hanno vinto) in quanto meglio classificate nella Regular Season .
In neretto le 8 squadre che accedono alla Final eight (quarti di finale).

Final Eight Play Off (Quarti di finale, gare di andata mercoledì 31 maggio 2017 e gare di ritorno domenica 4 giugno 2017)
Alla fase cosiddetta Final Eight partecipano le 8 squadre (Alessandria, Parma, Lecce, Cosenza, Livorno, Pordenone, Reggiana e Lucchese) vincenti gli incontri della 2a Fase (ottavi di finale), che sono state inserite in un tabellone e accoppiate mediante sorteggio. Il tabellone prevede oltre ai quarti anche le semifinali e la finale.

Risultati gare d’andata dei quarti di finale della final eight di mercoledì 31 maggio 2017:
Gara 1: Parma-Lucchese 2-1 (35’Fanucchi [L] su rigore, 44’e 75’Calaiò)
Gara 2: Lecce-Alessandria 1-1 (30’Marras [A], 52’Pacilli [L])
Gara 3: Pordenone-Cosenza 1-0 (97’Semenzato. Il Cosenza ha terminato la gara in inferiorità numerica [10 vs 11] ed è stato assegnato un lungo recupero a causa di un brutto infortunio capitato al neo-entrato [al 75’al posto di Mendicino] nelle file del Cosenza: l’attaccante francese Baclet che all’88’in un fortuito scontro di gioco col difensore del Pordenone Tomei è ricaduto male battendo la testa per terra e perdendo i sensi. Attimi di ansia e paura al Bottecchia gioco sospeso per diversi minuti ed intervento dei sanitari della Croce rossa. Il giocatore è uscito poi in barella [immobilizzato per precauzione] ed è stato trasportato in ospedale per accertamenti. E’stato fin da subito cosciente ma è rimasto comunque sotto osservazione).
Gara 4: Livorno-Reggiana (che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport) 1-2 (14’Cesarini su rigore, 26’Guidone, 51’Maritato [L]).

Risultati gare di ritorno dei quarti di finale della final eight di domenica 4 giugno 2017:
Gara 1: Lucchese-Parma 1-2 (12’Baraye,17’D’Auria [L], 51’Edera)
Gara 2: Alessandria -Lecce 0-0 (Espulsi entrambi per proteste: all’80’ il preparatore dei portieri dell’Alessandria Servili ed all’86’il Diesse del Lecce Meluso) D.T.S. e 5-4 D.C.R. Sequenza rigori: Costa Ferreira (L) fuori, Branca (A) gol, Tsonev (L) gol, Felice Evacuo (A) gol, Marco Mancosu (L) gol, Bocalon (A) gol, Caturano (L) gol, Cristian Sosa (A) gol, Lepore (L) gol, Sestu (A) parato, Ciancio (L) palo e Nicco (A) gol.
Gara 3: Cosenza-Pordenone 0-0
Gara 4: Reggiana-Livorno 2-2 D.T.S.(32’Michele Franco [L], 44’Borghese [L], 59’Alessandro Cesarini [R] su rigore, 6’del 1°T.S. Guidone [R]. All’8′[98′] del 1°T.S. espulso il tecnico della Reggiana Menichini per proteste e per essere uscito dall’area tecnica).
D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 4 squadre che accedono alle semifinali della final four.

Final Four (Semifinali martedì 13 e mercoledì 14 giugno e Finale di sabato 17 giugno) a Firenze
Alla fase cosiddetta Final four partecipano le 4 squadre (Parma, Alessandria, Pordenone e Reggiana) vincenti dei quarti, le quali daranno vita alle semifinali che saranno disputate in gara unica martedì 13 e mercoledì 14 giugno ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.
Anche la Finale sarà disputata in gara unica (sabato 17 giugno alle ore 18) ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

Programma semifinali Play Off in gara unica di martedì 13 e mercoledì 14 giugno ore 20,45 a Firenze, Stadio Artemio Franchi:

1a Semifinale di martedì 13 giugno (è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport): Parma-Pordenone 1-1 D.T.S. (15’Luigi Alberto Scaglia [Pa], 80’Paolo Marchi [Po]) e 5-4 D.C.R. Sequenza rigori: Padovan (Po) gol, Edera (Pa) gol, Misuraca (Po) parato, Scaglia (Pa) gol, Suciu (Po) gol, Scavone (Pa) palo, Martignago (Po) gol, Corapi (Pa) gol, Burrai (Po) gol, Munari (Pa) gol, De Agostini (Po) parato ed Alessandro Lucarelli (Pa) gol.

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto la 1a squadra approdata in finale.

2a Semifinale di mercoledì 14 giugno (in differita tv su Rai Sport dalle ore 22,50): Alessandria-Reggiana.
In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

Finale di sabato 17 giugno ore 18 allo Stadio Artemio Franchi di Firenze:
Parma vs vincente di Alessandria-Reggiana

La tassa da pagare per un eventuale ripescaggio in Serie B, qualora ci fossero le condizioni, quest’anno è di: 700 mila euro a fondo perduto, più 300 mila euro con fideiussione.

PLAY OUT (Andata domenica 21 maggio e ritorno domenica 28 maggio)

Girone A:

Riepilogo gare d’andata: Lupa Roma (19a)-Carrarese (16a) 0-1 (12’Matteo Gentili) e Tuttocuoio (18°)-Prato (17°) 2-2 (16’Pinzauti [T], 32’Lo Porto [T], 39’Gargiulo [P], 64’Tomi [P]. Al 90’espulso Borghini del Tuttocuoio per doppia ammonizione).

Gare di ritorno: Carrarese (16a) -Lupa Roma (19a) 1-0 (87’Tutino. Espulsi: al 55’Miracoli della Carrarese per doppia ammonizione, al 73′ il vice-tecnico della Carrarese Gazzoli per proteste, al 93′ Corvesi della Lupa Roma per gioco falloso ed al 94’Tutino della Carrarese per fallo di reazione) e Prato (17°)-Tuttocuoio (18°) 0-0.

Carrarese e Prato sono salve rimanendo in Lega Pro mentre Lupa Roma e Tuttocuoio retrocedono in Serie D.

Girone B:

Riepilogo gare d’andata: Lumezzane (19°)-Teramo (16°) 1-1 (45’Bacio Terracino [L], 61’Spighi [T]) e Forlì (18°)-Alma Juventus Fano (17a) 1-1 (32’Alimi [Fo], 43’Gualdi [A.J.F.]).

Gare di ritorno: Teramo (16°) -Lumezzane (19°) 0-0 ed Alma Juventus Fano (17a)-Forlì (18°) 2-0 (22’Ferrani, 54’Alberto Filippini. Al 70′ espulso Ponsat del Forlì per gioco falloso).

Teramo ed Alma Juventus Fano sono salve rimanendo in Lega Pro mentre Lumezzane e Forlì retrocedono in Serie D.

Girone C :
Riepilogo gare d’andata: Melfi (19°)- Akragas (16°) 0-0 e Catanzaro (18°)-Vibonese (17a) 3-2 (4’autorete di Ali Sowe, 20’Bubas [V], 58’Viola [V], 63’Zanini, 74’Sarao. Al 66’espulso Giuffrida della Vibonese per gioco falloso).

Gare di ritorno: Akragas (16°)-Melfi (19°) 1-1 (10’autorete di Riggio [M], 78’Lorenzo Longo [A]. Al 67’espulso il tecnico dell’Akragas Di Napoli per aver colpito con una manata alla testa un giocatore avversario, forse Samuele Romeo, il battibecco ha poi generato una rissa prontamente sedata) e Vibonese (17a)-Catanzaro (18°) 1-1 (7’Basrak [C], 39’Bubas [V]).

Akragas e Catanzaro sono salve rimanendo in Lega Pro mentre Melfi e Vibonese retrocedono in Serie D.

Le squadre (Prato, Teramo ed Akragas) che hanno pareggiato sia il match d’andata che quello di ritorno, quest’ultimo giocato in casa si salvano, rimanendo in Lega Pro (come le altre che hanno vinto) in quanto meglio classificate nella Regular Season .
In neretto le squadre salve e che dunque rimangono in lega Pro.

INFO LEGA PRO: Intanto sono state deferite dal Procuratore Federale, su segnalazione della CO.VI.SO.C. una società di Lega Pro e tre retrocesse (dalla Lega Pro) in Serie D.
Le squadre in questione sono il Mantova (per il mancato pagamento degli emolumenti) tra quelle rimaste in Lega Pro e Lupa Roma (per il mancato pagamento di ritenute e contributi), Ancona (per il mancato pagamento di emolumenti e ritenute e per il mancato pagamento di contributi) e Melfi (per il mancato pagamento di ritenute e contributi e per il mancato pagamento degli emolumenti) tra quelle retrocesse in D.

RIEPILOGO LEGA PRO GIRONE B:

CLASSIFICA FINALE:
Venezia *(B)* 79,
Parma @ 70,
Pordenone @ 66,
Padova @ 66,
Reggiana @ 59,
Gubbio @ 58,
SAMB @ (-1) 55,
Feralpisalò @ 53,
Albinoleffe @ 52,
Bassano Virtus @ 51,
Santarcangelo (-2) 50,
Sudtirol Alto Adige 47,
Maceratese (-4) 46,
Modena 44,
Mantova 41,
Teramo °40,
Alma Juventus Fano ° 39,
Forlì ° ^ 37,
Lumezzane ° ^ 34,
Ancona (-1) ^ 31.

(-4 Maceratese)= erano 3 i punti di penalizzazione a stagione in corso poi ridotti a 2 ma poi il 26 aprile ne sono stati aggiunti altri 2 (per inadempienze amministrative). Penalizzazione iniziale inflitta per il ritardo nei pagamenti dell’Inps, Irpef ed iva (risalenti alla scorsa stagione) e per essersi iscritta in ritardo a questo Campionato.
(-2 Santarcangelo)= 2 punti di penalizzazione inflitti a campionato in corso il 27 marzo per la vicenda Dirty Soccer.
(-1 Ancona)= un punto di penalizzazione a campionato ancora in corso inflitto per inadempienze amministrative il 26 aprile.
(-1 Samb)= un punto di penalizzazione a campionato terminato.
*(B)*= Promosso in Serie B.
@= Disputano Play Off.
°= Hanno disputato Play Out.
° ^= Retrocesse in Serie D dopo i play out.
^= Direttamente retrocessa in Serie D .

Ricordiamo che Pordenone e Padova hanno chiuso terze a pari punti (66) ma in base agli scontri diretti (entrambi vinti dal Pordenone: 3-4 a Padova l’andata ed 1-0 tra le mura amiche del Bottecchia il ritorno) la squadra friulana (3a) è risultata davanti a quella veneta (4a) nella griglia Play Off.

VERDETTI REGULAR SEASON:

Venezia promosso in Serie B.

Play Off: Il Parma (2°) ha riposato nella 1a Fase in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Pordenone (3°)-Bassano Virtus (10°) 2-0 (19′ e 59’Stefani), Padova (4°)-Albinoleffe (9°) 1-3 (27’Giorgione, 61’Ravasio, 73’Matteo Mandorlini [P], 95’Antonio Montella su rigore), Reggiana (5a)-Feralpisalò (8a) 2-2 (4’Andrea Ferretti (F), 16′ Andrea Bovo [R], 30′ Andrea Ferretti [F], 75’Massimiliano Carlini [R]) e Gubbio (6°)-SAMB (7a) [gara giocata sabato 13 maggio] 2-3 (7’Agodirin, 21’Mancuso su rigore, 75’Mancuso, 86’Casiraghi [G], 92’Michele Rinaldi [G]).

In neretto le squadre approdate alla 2a Fase (ottavi di finale).

Play Out (Andata domenica 21 maggio e ritorno domenica 28 maggio ore 16,30) :
Lumezzane (19°)-Teramo (16°) 1-1 (45’Bacio Terracino [L], 61’Spighi [T]) e 0-0 e Forlì (18°)-Alma Juventus Fano (17a) 1-1 (32’Alimi [Fo], 43’Gualdi [A.J.F.]) e 0-2 (22’Ferrani, 54’Alberto Filippini. Al 70′ espulso Ponsat del Forlì per gioco falloso). Teramo ed Alma Juventus Fano sono salve rimanendo in Lega Pro mentre Lumezzane e Forlì retrocedono in Serie D.

In neretto le squadre salve e che dunque rimangono in lega Pro.

Ancona direttamente retrocessa in Serie D.

GLI ALTRI 2 GIRONI DI LEGA PRO:

Classifica Finale Girone A :
Cremonese *(B)* 78
Alessandria @ 78,
Livorno @ 69,
Arezzo @ 65,
Giana Erminio @ 63,
Piacenza @ 61,
Como @ 59,
Viterbese Castrense @ 54,
Lucchese (-2) @ 51,
Renate @ 51
Pro Piacenza 51,
Robur Siena 45,
Pistoiese (-1) 43,
Pontedera 43,
Olbia 42,
Carrarese ° 39,
Prato ° 39,
Tuttocuoio ° ^ 38,
Lupa Roma ° ^ 33,
Racing Roma ^ 30.

(-2)= 2 punti (1 dato nel mese di novembre 2016 ed un altro aggiunto ad inizio marzo 2017) di penalizzazione a stagione in corso.
(-1)= un punto di penalizzazione inflitto il 27 marzo per la vicenda Dirty Soccer.
*= Una gara (Piacenza-Prato) in meno, da completare.
*(B)*= Promossa in Serie B.
@= Disputano Play Off.
°= Hanno disputato Play Out.
° ^= Retrocesse in Serie D dopo i play out.
^= Direttamente retrocessa in Serie D.

Ricordiamo che Cremonese ed Alessandria hanno chiuso prime a pari punti (78) ma in base agli scontrio diretti (1-1 ad Alessandria all’andata ed 1-0 per la Cremonese al ritorno) la squadra lombarda è risultata davanti e dunque ha vinto il campionato ottenendo promozione in Serie B, mentre quella piemontese sta disputando i Play Off.

Lucchese, Renate e Pro Piacenza sono giunte none a pari punti (51) ma in base alla classifica avulsa (Lucchese 6 punti, Renate 5 e Pro Piacenza 4) a 3 degli scontri diretti, la squadra toscana (9a) è risultata davanti alle altre due, seguita poi da quella lombarda (10a) mentre quella emiliana (11a) è rimasta fuori dalla griglia Play Off.

Carrarese e Prato sono giunte 16esime a pari punti (39) ma in base agli scontri diretti (4-0 per la Carrarese all’andata e 3-0 per il Prato al ritorno) la squadra azzurro-gialla è risultata davanti a quella bianco-azzurra nella griglia play out.

VERDETTI REGULAR SEASON GIRONE A:

Cremonese promossa in Serie B.

Play Off: L’Alessandria (2a) ha riposato nella 1a Fase di domenica 14 maggio in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Livorno (3°)-Renate (10°) 2-1 (12’Maritato, 29’Napoli [R], 36’Borghese), Arezzo (4°)-Lucchese (9a) [gara giocata sabato 13 maggio] 1-2 (9’Moscardelli [A], 48’Bruccini, 61’Luca Cecchini), Giana Erminio (5°)– Viterbese Castrense (8a) 2-2 (1’Jefferson [V.C.], 2′ Augello [G.E.], 55’Chiarello [G.E.], 56’Dierna [V.C.]) e Piacenza (6°)- Como (7°) 2-1 (22’Sciacca, 38’Chinellato [C], 95’Franchi).

In neretto le squadre approdate alla 2a Fase (ottavi di finale).

Play Out (Andata domenica 21 maggio e ritorno domenica 28 maggio ore 17):
Lupa Roma (19a)-Carrarese (16a) 0-1 (12’Matteo Gentili) e 0-1 (87’Tutino. Espulsi: al 55’Miracoli della Carrarese per doppia ammonizione, al 73′ il vice-tecnico della Carrarese Gazzoli per proteste, al 93′ Corvesi della Lupa Roma per gioco falloso ed al 94’Tutino della Carrarese per fallo di reazione) e Tuttocuoio (18a)-Prato (17°) 2-2 (16’Pinzauti [T], 32’Lo Porto [T], 39’Gargiulo [P], 64’Tomi [P]. Al 90’espulso Borghini del Tuttocuoio per doppia ammonizione) e 0-0.
Carrarese e Prato sono salve rimanendo in Lega Pro mentre Lupa Roma e Tuttocuoio retrocedono in Serie D.

In neretto le squadre salve e che dunque rimangono in lega Pro.

Racing Roma direttamente retrocessa in Serie D.

Classifica Finale Girone C:
Foggia *(B)* 85,
Lecce @ 74,
Matera @ 65,
Juve Stabia @ 64,
Virtus Francavilla @ 57,
Siracusa @ 57,
Cosenza @ 55,
Paganese (-1) @ 50,
Casertana (-2) @ 49,
Fondi (-1) @ 49,
Catania (-7) @ 47,
Fidelis Andria 47,
Reggina 45,
Messina (-4) 42,
Monopoli 42,
Akragas ° 39,
Vibonese ° ^ 39,
Catanzaro ° 38,
Melfi (-1) ° ^ 34,
Taranto ^ 30 .

(-1)= Un punto di penalizzazione (il Fondi ci è partito mentre a Melfi e Paganese [il 27 marzo per la vicenda Dirty Soccer] è stato dato in corsa).
(-2)= 2 punti di penalizzazione a stagione in corso per la Casertana.
(-4)= 4 punti di penalizzazione per inandempienze finanziarie al Messina (2 inflitti il 3 maggio ed altri 2 dopo la fine del campionato).
(-7)= partito con 6 punti di penalizzazione + 1 aggiunto in corsa.
*(B)*= Promosso in Serie B.
@= Hanno disputato Play Off.
°= Hanno disputato Play Out.
° ^= Retrocesse in Serie D dopo i play out.
^= Direttamente retrocesso in Serie D.

Ricordiamo che Virtus Francavilla e Siracusa sono giunte quinte a pari punti (57) ma in base agli scontri diretti (entrambi vinti dalla Virtus Francavilla: 3-1 interno all’andata e 0-1 a Siracusa il ritorno) la squadra pugliese (5a) è risultata davanti a quella siciliana (6a) nella griglia Play Off.

Casertana e Fondi sono giunte none a pari punti (49) ma in base agli scontri diretti (1-1 a Caserta all’andata ed 1-2 per la Casertana al ritorno a Fondi [Latina]) la squadra campana (9a) è risultata davanti a quella laziale (10a) nella griglia Play Off.

Catania e Fidelis Andria sono giunte 11esime a pari punti (47) e pari anche negli scontri diretti (entrambi 0-0: l’andata ad Andria ed il ritorno a Catania) ma grazie ad una migliore differenza reti (+ 4 vs -3) la squadra siciliana (11a) è risultata davanti a quella pugliese (12a) che è dunque rimasta fuori dalla griglia Play Off.

Akragas e Vibonese sono giunte 16esime a pari punti (39) ma in base agli scontri diretti (1-1 ad Agrigento l’andata e 0-1 per l’Akragas il ritorno a Vibo Valentia) la squadra siciliana (16a) è risultata davanti a quella calabrese (17a) nella griglia play out.

VERDETTI REGULAR SEASON GIRONE C:

Foggia promosso in Serie B.

Play Off: Il Lecce (2°) ed il Matera (3° ma soprattutto finalista della Coppa Italia) hanno riposato nella 1a Fase di domenica 14 maggio in cui si sono giocate 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Juve Stabia (4a)-Catania (11°) 0-0 (Al 30’espulso Agatino Parisi del Catania per doppia ammonizione), Virtus Francavilla (5a)-Fondi (10°) 0-0, Siracusa (6°)- Casertana (9a) 0-2 (8’Giorno, 81’Corado) e Cosenza (7°)– Paganese (8a) 2-0 (49′ e 70’Mungo. Al 76’espulso il centrocampista argentino Juan Alberto Mauri della Paganese per aver colpito un avversario con una testata al volto).

In neretto le squadre approdate alla 2a Fase (ottavi di finale).

Play Out (Andata domenica 21 maggio e ritorno domenica 28 maggio):
Melfi (19°)- Akragas (16°) 0-0 ed 1-1 (10’autorete di Riggio [M], 78’Lorenzo Longo [A]. Al 67′ espulso il tecnico dell’Akragas Di Napoli per aver colpito con una manata alla testa un giocatore avversario, forse Samuele Romeo, il battibecco ha poi generato una rissa prontamente sedata) e Catanzaro (18°)-Vibonese (17a) 3-2 (4’autorete di Ali Sowe, 20’Bubas [V], 58’Viola [V], 63’Zanini, 74’Sarao. Al 66’espulso Giuffrida della Vibonese per gioco falloso) ed 1-1 (7’Basrak [C], 39’Bubas [V]).
Akragas e Catanzaro sono salve, rimanendo in Lega Pro. Mentre Melfi e Vibonese retrocedono in Serie D.

In neretto le squadre salve e che dunque rimangono in lega Pro.

Taranto direttamente retrocesso in Serie D.

Coppa Disciplina Lega Pro 2017. Il Lecce è la squadra più “cattiva” dei 3 Gironi.

COPPA ITALIA LEGA PRO 2016/17:

Semifinali di mercoledì 22 febbraio (andata) ed 8 marzo (ritorno):
PADOVA-VENEZIA 1-1 (30’Nicola Ferrari [V], 36′ Mazzocco [P]) ed 1-3 (3’Fabiano , 48’Stulac, 61′ De Cenco [P], 69’Malomo)
MATERA-ANCONA (Gara giocata mercoledì 1° marzo) 1-0 (75’Casoli. Al 34’Maikol Negro del Matera ha fallito un rigore, calciandolo fuori. Al 52′ altro rigore fallito dal Matera, stavolta con Strambelli il cui tiro dal dischetto è stato parato dall’estremo ospite Anacoura) e 2-2 (12′ Luca Ricci [A], 28′ Zampa [A], 52′ Nicolò Gigli [M], 61′ Maikol Negro [M]) .

In neretto le 2 squadre approdate alla finale.

Finale di mercoledì 29 marzo (e non più il 22, l’andata) e 26 aprile (ritorno in diretta in chiaro su Rai Sport) 2017:
MATERA-VENEZIA 1-0 (44’Maikol Negro. All’82’ espulso per doppia ammonizione Ingrosso del Matera) ed 1-3 (27’Stefano Moreo, 33’Gianni Fabiano, 58’Strambelli [M], 60’Nicola Ferrari. Al 47’espulso Mattera del Matera per doppia ammonizione).
Venezia (al 1° successo in questa manifestazione) succede nell’albo d’oro al Foggia vincendo Coppa Italia Lega Pro 2017.

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DI SERIE C (LEGA PRO):
1972/73: Alessandria; 1973/74: Monza; 1974/75: Monza; 1975/76: Lecce; 1976/77: Lecco 1977/78: Udinese; 1978/79: Siracusa; 1979/80: Padova; 1980/81: Arezzo; 1981/82: Lanerossi Vicenza; 1982/83: Carrarese; 1983/84: Fanfulla ; 1984/85: Casarano; 1985/86: Virescit Boccaleone ; 1986/87: Livorno ; 1987/88: Monza ; 1988/89: Cagliari; 1989/90: Lucchese; 1990/91: Monza; 1991/92: SAMBENEDETTESE; 1992/93:Palermo ; 1993/94: Triestina; 1994/95: Varese ; 1995/96: Empoli ; 1996/97: Como ; 1997/98: Alzano Virescit; 1998/99: Spal ; 1999/00: Pisa ; 2000/01: Prato; 2001/02: Albinoleffe; 2002/03: Brindisi ; 2003/04: Cesena; 2004/05: Spezia; 2005/06: Gallipoli ; 2006/07: Foggia; 2007/08: Bassano Virtus ; 2008/09: Sorrento; 2009/10: Lumezzane; 2010/11: Juve Stabia ; 2011/12: Spezia; 2012/13: Latina ; 2013/14: Salernitana; 2014/15: Cosenza ; 2015/16: Foggia; 2016/17: Venezia.

SERIE B: (a 22 squadre; dove l’Ascoli è giunto 15° a pari punti [49] con Pro Vercelli, Avellino e Ternana)
I verdetti definitivi:
Spal (1a; neopromossa dalla Lega Pro, torna in Serie A dove manca dalla stagione 1967/68) ed Hellas Verona (2°; promosso in Serie A dove manca dalla scorsa stagione, 2015/16) direttamente promosse in Serie A.

I Play Off (che erano stati vinti la scorsa stagione dal Pescara) hanno deciso la terza ed ultima promozione in Serie A.
Turno preliminare in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) Play Off :
Lunedì 22 maggio: Cittadella (6°)-Carpi (7°) 1-2 (33’Lollo, 65′ Mbakogu, 67’Iunco [Ci]) e martedì 23 maggio: Benevento (5°)-Spezia (8°) 2-1 (22’Ceravolo, 24’Puscas, 69’Nené [S]. Al 21’Ceravolo del Benevento ha fallito un rigore parato dall’estremo ospite Chichizola. Al 78’espulso Vignali dello Spezia per doppia ammonizione).
In neretto le squadre approdate alle semifinali.

Semifinali andata (venerdì 26 e sabato 27 maggio) e ritorno (lunedì 29 maggio e martedì 30 maggio in casa delle meglio classificate nella Regular Season) :
Carpi (7°)-Frosinone (3°) 0-0 (Al 79’espulso Sabbione del Carpi per doppia ammonizione) ed 1-0 (86’Gaetano Letizia. Espulsi tutti nelle fila del Carpi: al 46′ il difensore sloveno Struna per doppia ammonizione, all’80’ il tecnico Castori per proteste ed all’81’Gagliolo per doppia ammonizione) e Benevento (5°)-Perugia (4°) 1-0 (59’Cribsah) ed 1-1 (81’Puscas [B], 91’Nicastro [P]).

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale Play Off andata (domenica 4 giugno) e ritorno (giovedì 8 giugno ore 20,30, sul campo della meglio classificata nella Regular Season):
Carpi (7°)- Benevento (5°) 0-0 e 0-1 (33’Puscas).
Benevento (neopromosso dalla Lega Pro; al suo 1° campionato di serie B) succede al Pescara vincendo i Play Off di Serie B 2017, approdando così in Serie A per la prima volta nella sua storia.
Come la Spal, il Benevento effettua un doppio salto dalla C alla A. E’ la 4a volta nella storia che due squadre riescono nel doppio salto insieme nella stessa stagione. Spal e Benevento di questa stagione come Lecce ed Empoli (nella stagione 1996/97), Como e Modena (nella stagione 2002/03) e Genoa e Napoli (stagione 2006/07). Non è la prima volta dunque che una neopromossa in Serie B approda subito in Serie A, ci sono stati come detto tanti altri doppi salti (dalla C alla A) ma non era mai successo un doppio primo salto consecutivo da debuttante, ossia una esordiente in B che trova immediatamente anche la storica promozione in A. Il Benevento infatti al suo 1°anno tra i cadetti ha trovato subito la storica promozione nella massima serie. Sarà la 67a squadra della storia del calcio italiano a disputare la Serie A.

ALBO D’ORO PLAY OFF DI SERIE B (NATI NELLA STAGIONE 2003/04):
2003/04: (a 2 squadre una giunta 15a in serie A [Perugia] ed una giunta 6a in B; primo ed unico anno in cui si è giocato un Play Off a 2 squadre Inter- Divisionale) Fiorentina (6a) ; 2004/05 (a 4 squadre): Torino (5°; promozione poi revocata visto il fallimento societario per dissesto finanziario dei granata che comunque mantennero la categoria grazie al Lodo Petrucci; in Serie A al loro posto non andò la finalista perdente ossia il Perugia [3°] anch’esso fallito per dissesto finanziario e ripartito dalla Serie C1 grazie al Lodo Petrucci, ma andarono le semifinaliste Ascoli [5°] e Treviso [4°], una a sostituire proprio il Torino e l’altra il Genoa che era giunto primo al termine della Regular Season ma fu poi declassato all’ultimo posto e retrocesso in C1 per illecito sportivo); 2005/06 (a 4 squadre): Torino (3°) ; 2006/07: non disputati in quanto il Genoa giunto 3° è stato promosso direttamente in Serie A visto che il distacco in classifica sulla 4a classificata era di 10 punti. La regola per la disputa dei play-off prevedeva infatti che il distacco doveva essere non superiore ai 9 punti; 2007/08 (a 4 squadre): Lecce (3°); 2008/09 (a 4 squadre): Livorno (3°) ; 2009/10 (a 4 squadre): Brescia (3°) ; 2010/11 (a 4 squadre): Novara (3°); 2011/12 (a 4 squadre): Sampdoria (6a) ; 2012/13 (a 4 squadre): Livorno (3°) ; 2013/14 (a 6 squadre): Cesena (4°); 2014/15 (a 6 squadre) : Bologna (4°) ; 2015/16 (a 6 squadre): Pescara (4°); 2016/17 (a 6 squadre): Benevento.

Quest’anno non si disputano i play out in quanto il distacco tra la quint’ultima (Ternana) e la quart’ultima (Trapani) è di 5 punti (49 vs 44).
Trapani (giunto 19°), Vicenza (20°), Pisa (21°) e Latina (22°), ultime 4 in classifica retrocedono direttamente in Serie C (Lega Pro).

SERIE D:

Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D promosse in Lega Pro (Serie C riunificata):
Girone A : Cuneo ;
Girone B : Monza ;
Girone C : Mestre ;
Girone D : Ravenna ;
Girone E: Gavorrano ;
Girone F (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Fermana ;
Girone G (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Arzachena ;
Girone H : Bisceglie ;
Girone I (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Sicula Leonzio
In neretto le squadre promosse in Lega Pro
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si sono giocate lo Scudetto Dilettanti. A queste 9 squadre promosse si aggiungono nella Lega Pro che verrà (2017/18) Trapani, Vicenza, Pisa e Latina retrocesse dalla Serie B.

CALENDARIO COMPLETO POULE SCUDETTO DILETTANTI 2017:
Dal 14 maggio al 3 giugno le 9 vincenti dei rispettivi gironi del campionato di Serie D si sono affrontate per l’assegnazione dello scudetto.

Girone Triangolare 1: Cuneo (Girone A), Monza (Girone B) e Mestre (Girone C)

Girone Triangolare 2: Ravenna (Girone D), Gavorrano (Girone E) e Fermana (Girone F)

Girone Triangolare 3: Arzachena (Girone G), Bisceglie (Girone H) e Sicula Leonzio (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2016/17:

Risultati 1a Giornata Gironi Triangolari di domenica 14 maggio 2017:

Girone Triangolare 1: Mestre (3 punti)-Cuneo (0 punti) 2-1 (68’Salvatore Papa [C], 74’Sottovia,86’Bussi). Ha riposato: Monza (-)

Girone Triangolare 2: Fermana (0 punti)-Ravenna (3 punti) [Gara giocata sabato 13 maggio per la concomitanza con altra manifestazione in programma a Fermo nella giornata di domenica] 0-1 (82’Broso). Ha riposato: Gavorrano (-).

Girone Triangolare 3: Arzachena (0 punti)-Bisceglie (3 punti) 0-2 (Montaldi, 62’Petta). Riposerà: Sicula Leonzio (-).

Risultati 2a giornata di domenica 21 maggio:
Girone Triangolare 1: Cuneo [0 punti]-Monza [3] (gara giocata sabato 20 maggio) 0-2 (12’Barzotti, 37’Palazzo). Ha riposato: Mestre [3].
Girone Triangolare 2: Gavorrano [0]-Fermana [3] 2-3 (6’Massimo D’Angelo, 9’Cremona, 24’Marianeschi [G], 49’Massimo D’Angelo, 74’Brega [G]). Ha riposato: Ravenna [3].
Girone Triangolare 3: Sicula Leonzio [3]-Arzachena [0] 2-0 (14’Savanarola, 55’Sibilli. Al 30’Savanarola del Leonzio ha fallito un rigore colpendo la traversa. All’85’espulso Andrea Sanna dell’Arzachena per doppia ammonizione). Ha riposato: Bisceglie [3].

Risultati 3a giornata di mercoledì 24 maggio:
Girone Triangolare 1: Monza-Mestre 3-1 (33’Sottovia [Me], 36’Barzotti, 60’Barzotti, 92’Ferrario). Ha riposato: Cuneo.
Classifica Finale Girone Triangolare 1: Monza 6, Mestre 3, Cuneo 0.
Girone Triangolare 2: Ravenna-Gavorrano 1-1 (31’Rubechini [G], 82’Broso [R]. Al 57’espulso Marianeschi del Gavorrano per doppia ammonizione). Ha riposato: Fermana.
Classifica finale Girone Triangolare 2: Ravenna 4, Fermana 3, Gavorrano 1.
Girone Triangolare 3: Bisceglie-Sicula Leonzio 1-1 (19’Savanarola [S.L.], 54’Partipilo [B]). Ha riposato: Arzachena.
Classifica finale Girone Triangolare 3: Bisceglie * e Sicula Leonzio 4, Arzachena 0.
*= 1° classificato in quanto ha segnato più reti in trasferta.
In neretto le 4 squadre approdate alle semifinali.

Risultati semifinali in gara unica di mercoledì 31 maggio 2017:
1a semifinale giocata al Comunale Villa San Filippo di Monte San Giusto (Macerata): Sicula Leonzio-Monza 0-1 (52’Perini)
2a semifinale giocata al Comunale Bruno Recchioni di Fermo: Bisceglie-Ravenna 2-2 (23’Lattanzio [B], 54′ Broso [R], 73′ Raucci [B], 93′ Forte [R]) D.T.R. e 6-7 D.C.R. Sequenza rigori: Lattanzio (B) gol, Forte (R) gol, Posillipo (B) parato, Andrea Venturini (R) fuori, Raucci (B) gol, Riccardo Innocenti (R) gol, Petta (B) gol, Pregnolato (R) gol, Miale (B) gol, Broso (R) gol, Petitti (B) gol, Selleri (R) gol, Ousmane Diop (B) gol, Rrapaj (R) gol, Risolo (B) parato ed il portiere Venturi (R) gol.
D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale di venerdì 2 giugno al Comunale Bruno Recchioni di Fermo:
Monza-Ravenna 2-1 (29′ Selleri [R] su rigore, 48’D’Errico, 62’Gasparri). Il Monza (al 1° scudetto Dilettanti vinto), succede nell’albo d’oro alla Viterbese Castrense (che la scorsa stagione aveva vinto lo scudetto battendo in finale sempre per 2-1, il Piacenza), conquistando il titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2017.

ALBO D’ORO SCUDETTO DILETTANTI:
1952/53: Catanzaro; 1953/54: Bari; 1954/55: Colleferro (batte al sorteggio Mestrina); 1955/56: Siena ; 1956/57: Ravenna; 1957/58: Cosenza, Mantova e Spezia (ad ex aequo nel Campionato Interregionale) e Civitavecchiese (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria); 1958/59:Cascina (giocato tra le vincitrici dei gironi del Campionato Nazionale Dilettanti); 1959/60: Ponziana (giocato tra le vincitrici dei gironi di 1a Categoria); 1960/61: Borgomanero (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria) ; 1961/62: Nocerina (giocato tra le vincitrici dei gironi 1a Categoria); Poi non assegnato fino alla stagione –1966/67: Sessana (giocato tra le vincitrici dei gironi di 1a Categoria); Poi dal 1988 al 1992 è stato assegnato il trofeo Jacinto (che si giocava tra le squadre di Interregionale promosse in C2; torneo precursore dell’odierno Scudetto Dilettanti):
1987/88: Trani; 1988/89: Valdagno; 1989/90: Enna; 1990/91: Matera; 1991/92: Oltrepò.

1992/93: Crevalcore; 1993/94: Pro Vercelli ; 1994/95: Taranto ; 1995/96 (fu per la prima ed unica volta un torneo precursore dei Play Off a cui parteciparono le squadre classificate dal 2° al 5° posto di ogni Girone per giocarsi un eventuale ripescaggio): Castel San Pietro (successivamente non ripescato in C2) ; 1996/97: Biellese; 1997/98: Giugliano; 1998/99: Lanciano (ora in Serie B); 1999/00: Sangiovannese; 2000/01: Palmese; 2001/02: Olbia; 2002/03: Cavese; 2003/04: Massese; 2004/05: Bassano Virtus; 2005/06: Paganese; 2006/07: Tempio (successivamente non ammesso in C2) ; 2007/08: San Felice Normanna; 2008/09: Pro Vasto (dopo il fallimento dell’estate 2010 ed essere rimasta fuori per 2 anni da tutti i campionati, oggi riprendendo nome del passato Vastese si trovava in Eccellenza Abruzzo, campionato vinto proprio quest’anno ottenendo la promozione in Serie D); 2009/10: Montichiari ; 2010/11: Cuneo; 2011/12: Unione Venezia; 2012/13: Ischia Isolaverde; 2013/14: Pordenone; 2014/15: Siena; 2015/16: Viterbese Castrense; 2016/17: Monza .

PLAY OFF
Risultati delle 9 Finali (2a Fase) Play Off dei rispettivi Gironi di Serie D di domenica 21 maggio:
Girone A: Varese (2a)- Gozzano (4°) 0-2
Girone B: Ciliverghe Mazzano (2°) -Virtus Bergamo (4°) 2-1
Girone C: Triestina (2a) -Virtus Vecomp Verona (4a) 1-1 D.T.S.
Girone D: Imolese (2a)-Delta Calcio Rovigo (3a) 1-0
Girone E: Massese (2a)-Savona (3°) 2-1
Girone F: Vis Pesaro (4a)-Olympia Agnonese (5a) 1-1 D.T.S. (78’Cassese [O.A.], 86’Costantino [V.P.])
Girone G: Rieti (3°) -L’Aquila (5a) 4-1
Girone H: Trastevere (2°)-Nocerina (3a) 0-2
Girone I: Rende (2°) -Cavese (3a) 2-1.

D.T.S.= Dopo Tempi Supplementari
Le squadre di casa che hanno pareggiato vincono i Play Off (come le altre che hanno vinto dentro o fuori casa) del proprio Girone in quanto meglio classificate nella Regular Season .
In neretto le squadre che hanno vinto i Play Off dei rispettivi Gironi.
Non ci sono più i Play Off Nazionali quindi le 9 squadre vincenti possono sperare subito in un eventuale ripescaggio in Lega Pro attraverso una graduatoria.
La tassa da pagare per il ripescaggio in Lega Pro quest’anno è di 300 mila euro a fondo perduto, più 200 mila euro con fideiussione.

Classifica stilata sulla base dei coefficienti per quanto riguarda le 9 squadre vincitrici dei Play Off di Serie D:
Ciliverghe Mazzano 2,14
Triestina 2,11
Rieti 2,08
Rende 1,94
Massese 1,88*
Nocerina 1,88
Imolese 1,85
Gozzano 1,73
Vis Pesaro 1,65

*a parità di coefficiente risulta davanti per il miglior posizionamento nella Regular Season.

Ecco le 162 squadre (divise per regioni) che per ora in base ai risultati del campo dovrebbero comporre la Serie D 2017/18:
Abruzzo: Avezzano, L’Aquila, NEROSTELLATI 1910 (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Abruzzo), Pineto, San Nicolò Teramo e Vastese.
Basilicata: Az Picerno, Francavilla, MELFI (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone C), Potenza e REAL METAPONTINO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Basilicata).
Calabria: ISOLA CAPO RIZZUTO (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Calabria), Palmese, Rende, Roccella e VIBONESE (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone C).
Campania: Aversa Normanna, Cavese, EBOLITANA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Campania Girone B), Frattese, Gelbison, Gladiator, Gragnano, Herculaneum, Nocerina, Pomigliano, PORTICI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Campania Girone A) e Turris.
Emilia Romagna: Castelvetro, Correggese, Fiorenzuola, FORLI’ (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone B), Imolese, Lentigione, Mezzolara, RIMINI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone B), Romagna Centro, Sammaurese e VIGOR CARPINETO (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone A).
Friuli Venezia Giulia: CJARLINS MUZANE (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Friuli Venezia Giulia), Tamai e Triestina.
Lazio: Albalonga, Anzio, APRILIA (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), CASSINO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Lazio Girone B), LUPA ROMA (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone A), Monterosi, Ostia Mare, RACING CLUB ROMA (retrocessa direttamente dalla Lega Pro Girone A), Rieti, SFF ATLETICO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Lazio Girone A), Trastevere e Virtus Flaminia.
Liguria: ALBISSOLA 2010 (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Liguria), Argentina Arma, Finale, Lavagnese, Ligorna, Sanremese, Savona e Sestri Levante.
Lombardia: ARCONATESE (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone A), Bustese, Caravaggio, Caronnese, Ciliverghe Mazzano, Ciserano, CREMA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone B), Darfo Boario, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, LUMEZZANE (retrocessa dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone B), OltrepoVoghera, PAVIA (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Pergolettese, Ponte San Pietro Isola, Pro Patria, Pro Sesto, REZZATO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Lombardia Girone C), Scanzorosciate, Seregno, Varese, Varesina e Virtus Bergamo.
Marche: ANCONA (retrocessa direttamente dalla Lega Pro Girone B), Castelfidardo, FABRIANO CERRETO (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Jesina, Matelica, Monticelli, SANGIUSTESE (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Marche) e Vis Pesaro.
Molise: Campobasso, MACCHIA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Molise) ed Olympia Agnonese.
Piemonte: BORGARO TORINESE (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A dopo spareggio con la Juventus Domo che era giunta prima a pari punti), Borgosesia, Bra, Casale, CASTELLAZZO BORMIDA (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone B), Chieri (vincitore Coppa Italia di Serie D) e Gozzano.
Puglia: AUDACE CERIGNOLA (Neopromossa avendo vinto Campionato d’Eccellenza Puglia), Gravina, Madrepietra Daunia, Manfredonia, Nardò, San Severo, TARANTO (retrocesso direttamente dalla Lega Pro Girone C) e TEAM ALTAMURA (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza).
Sardegna: Budoni (neopromosso, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Lanusei, Latte Dolce, Nuorese, San Teodoro e TORTOLI (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sardegna).
Sicilia: FOLGORE SELINUNTE (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Gela, Igea Virtus Barcellona, PACECO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sicilia Girone A), Sancataldese, SPORTING CLUB PALAZZOLO (Neopromosso avendo vinto Campionato d’Eccellenza Sicilia Girone B) e TROINA (neopromosso in quanto finalista Coppa Italia Dilettanti).
Toscana: AQUILA MONTEVARCHI (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Toscana Girone B), Colligiana, Ghivizzano Borgoamozzano, Massese, Montecatini, Pianese, Ponsacco, Real Forte Querceta, Rignanese, San Donato Tavarnelle, Sansepolcro, Scandicci, SERRAVAZZA POZZI (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Toscana Girone A), TUTTOCUOIO (retrocesso dopo aver perso i play out di Lega Pro Girone A) e Viareggio.
Trentino Alto Adige: Dro e TRENTO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Trentino Alto Adige)
Umbria: Sporting Trestina e VILLABIAGIO (Neopromosso avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Umbria e la Coppa Italia Dilettanti)
Veneto: Abano, Adriese, Altovicentino, AMBROSIANA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Veneto Girone A), Belluno, Calvi Noale, Campodarsego, CLODIENSE (neopromossa, avendo vinto una delle 7 finali dei Play off Nazionali d’Eccellenza), Delta Rovigo, Este, Legnago Salus, LIVENTINA (Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Veneto Girone B), Montebelluna, Union ArzignanoChiampo, Union Feltre e Virtus Vecomp Verona.
Repubblica di San Marino: San Marino.

In MAIUSCOLO le squadre retrocesse (dalla Lega Pro) e le neopromosse (dall’Eccellenza).
In neretto le squadre retrocesse dalla Lega Pro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 448 volte, 1 oggi)