Tag daniela stati

0

Rifiutopoli, il nuovo scandalo dell’Abruzzo

Dopo la Sanità nel 2008 è di nuovo terremoto politico in Regione. Tutto parte da un appalto per un bioessiccatore a Teramo e il presunto favoreggiamento di una famiglia di imprenditori che si occupa di gestione e smaltimento dei rifiuti. La Procura: «Siamo di fronte ad un sistema in cui non esiste interesse pubblico, contano solo soldi e potere».

0

Un anello da 15mila euro come regalo all’assessore

Nell’inchiesta su presunte tangenti e corruzioni nell’ambito della ricostruzione post terremoto le intercettazioni rivelano di doni fatti da imprenditori alla famiglia di Daniela Stati. Per la magistratura «rappresentano regalie per sdebitarsi di favori ricevuti».

0

Ospitalità agli sfollati, lo Stato ancora non paga

La Federalberghi Abruzzo sollecita la Regione al pagamento delle fatture relative all’accoglienza degli aquilani nelle strutture ricettive della costa all’indomani del terremoto. Ad oggi infatti è stato rimborsato il lavoro svolto fino ad agosto 2009.

0

Il biotopo costiero, una risorsa per il turismo

Sistemare le staccionate, collocare punti informativi nei pressi delle aree naturalistiche di Martinsicuro e Villa Rosa, coinvolgere esperti del settore per la catalogazione di flora e fauna, organizzare percorsi guidati per i turisti: è quanto si prefigge di realizzare il consigliere delegato all’Ambiente Massimo Vagnoni in vista della prossima stagione estiva.

0

Agli albergatori un aumento sulle tariffe degli sfollati

La Regione Abruzzo ha deciso di ritoccare del 15% le tariffe convenzionate con gli albergatori che hanno offerto ospitalità alle vittime del sisma. L’assessore alla Protezione Civile: «Abbiamo risposto alle esigenze degli operatori turistici e adeguato le tariffe in considerazione dell’imminente stagione estiva»

1

«Agli sfollati garantita l’abitazione»

Mauro Di Dalmazio, assessore regionale al Turismo assicura che nessuna delle vittime del terremoto ospitate nelle strutture ricettive della costa sarà allontanato fino a quando non verranno ripristinate le condizioni abitative definitive. Accordi anche con gli operatori turistici che devono rispettare le prenotazioni per l’imminente stagione.