L’AQUILA – Un aumento del 15% delle tariffe degli albergatori per l’ospitalità offerta agli sfollati del sisma: la Giunta regionale ha confermato nella seduta di giovedì 4 giugno la validità della convenzione per la disciplina dei rapporti tra Regione Abruzzo – Protezione Civile e Ambiente e le organizzazioni regionali delle strutture ricettive che hanno partecipato all’emergenza del terremoto, e nello stesso tempo ha deciso un aumento di circa il 15% delle tariffe relative alle varie tipologie ricettive, tenendo conto del periodo di alta stagione. «L’integrazione apportata alla precedente convenzione – ha dichiarato l’assessore regionale alla Protezione Civile Daniela Stati – appariva quanto mai opportuna. Per cui, come Giunta, ci siamo sentiti in dovere di operare avendo come obiettivo quello di dare in primo luogo serenità e tranquillità ai cittadini del territorio aquilano che si trovano nelle strutture ricettive della costa. Abbiamo quindi prontamente risposto alle esigenze degli albergatori – ha proseguito l’assessore – riconoscendo loro un adeguamento delle tariffe in considerazione dell’imminente inizio della stagione estiva. Colgo anche l’occasione – ha concluso – per ringraziare la Banca d’Italia per la preziosa collaborazione e la sollecitudine con la quale ha attivato tutte le procedure per velocizzare i pagamenti».

L’intesa era stata approvata il 20 aprile scorso ed era stata sottoscritta il giorno stesso con le organizzazioni degli operatori delle varie categorie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)