Tag samb-pro patria

11

Tormenti, la scelta è una sola. E obbligata

Non c'è bisogno di aspettare Natale, come scrivevamo appena una settimana fa: il campionato della Samb è pessimo, e dopo il ds Natali anche mister Piccioni deve essere sollevato dall'incarico. Questo dice la logica del calcio. Se inspiegabilmente non avverrà, occorrerà spiegare bene il perché. Con sincerità e amore per colori che non possono essere "usati".

3

91°: Samb masochista

Si ripete il film andato in onda due settimane fa contro il Pizzighettone: doppio vantaggio vanificato da macroscopiche leggerezze in difesa. Tornano al gol Martini e Scandurra, ma non basta. Tremano i polsi a pensare alle prossime quattro partite (Genoa, Pro Sesto, Giulianova e Padova) in appena dieci giorni.

2

Miele: “Lavoreremo 24 ore su 24 per i play off?

Il futuro responsabile dell’area tecnica fa il punto della situazione in seno agli obiettivi di mercato. “Vanno rinforzati tutti i reparti, faremo il massimo anche grazie agli sforzi economici del presidente?. Confermati i nomi di Zago e Biso. Infine qualche considerazione sull’argomento settore giovanile.

0

“Due punti persi?

E’ il parere dello spogliatoio rossoblu che mastica amaro dopo il rocambolesco pari odierno. Le interviste del dopo-partita: Gazzola, Martini, Colonnello, Macaluso, Citterio, Artico e Valtolina.

0

Mastellarini: “Vi lascio col cuore che mi piange?

L’imprenditore giuliese prima di lasciare la scena al futuro successore Alberto Soldini, si è reso protagonista di un discorso di commiato nel quale ha avuto parole di stima per l’imprenditore capitolino ed ha ringraziato i tifosi e la stampa per il suo anno e due mese di reggenza. Ascolta l'audio delle dichiarazioni.

0

Tifosi in coro: “Ridicoli?

Non si placano i supporter rossoblu dopo l’ennesima debacle della Samb sul terreno del Riviera. Un pareggio che ha il sapore della sconfitta per come è maturato. I pareri di Devis Carboni e Pietro Amatucci.

0

Samb, rimonta da play out

Poco, troppo poco. Una Samb in triplice vantaggio tanto atipica quanto evanescente si lascia rimontare per tre volte dalla Pro Patria quando a dieci minuti dalla fine il successo sembrava essere vicino. Vani i tentativi di Scandurra, Martini e Macaluso a cui hanno replicato Valtolina, Franchini e Artico su calcio di rigore.