SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una delle pagine più oscure della storia amministrativa sambenedettese, tanto che il sindaco in carica rifiuta, dal 2019, di rispondere alle domande del nostro giornale. Parliamo della vendita dell’ex Scuola Curzi alla Lc Costruzioni, società di cui è parte la Cube Srl, che ha per amministratore delegato e socio Mirco Assenti, cugino di Andrea Assenti, all’epoca vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici che si interessò del procedimento amministrativo.

Qui la sintesi delle vicende.

E ora Andrea Assenti diventa consigliere regionale

Andrea Assenti aveva sporto querela per alcune dichiarazioni dei consiglieri di opposizione Domenico Pellei (Centro Civico Popolare) e Tonino Capriotti (Italia Viva, all’epoca Partito Democratico), che avevano parlato di “Sistema Assenti”, alludendo alla situazione che dalla vendita dell’ex Curzi è estendibile ad altri ambiti.

VIDEO Vendita Ex Scuola Curzi. “La giunta si dimetta. C’è un ‘sistema Assenti’: ecco tutti i documenti”

Il Pubblico Ministero ha riconosciuto però che quelle parole “costituivano esercizio del diritto di critica politica con valutazioni e sottolineature polemiche innestate su fatti veri e verificati“.

EX CURZI. Il curioso destino della Agile Marketing & Consulting

Un’altra brutta figura per Andrea Assenti, che in Consiglio Comunale aveva dichiarato di aver saputo della “cuginanza” soltanto in quel momento, ignaro della dimostrazione pubblica di inefficienza, evidentemente incapace di leggere i nomi e i cognomi – così come i funzionari comunali e i dirigenti preposti al controllo – degli atti da lui stesso firmati.

“SetteDomande” al sindaco Piunti. Nessuna risposta nonostante una nostra richiesta ufficiale

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.