CENTOBUCHI-ATLETICO PICENO 1-1 ( 1° T. 0-0)
CENTOBUCHI : Palanca, Alessandrini [capitano], Angelini (92), Trasatti (91), Silvestri, Tramannoni, De Florio, Valente, De Marco, Lunerti (87′ De Signoribus 92), Frinconi. A disposizione: Marchegiani, Cappella (91), Consiglio, Mattioli, Marco Del Moro, Fioravanti. Allenatore: Marcello Pavoni (allenatore in seconda e della Juniores biancoceleste, che oggi ha sostituito Giuliano Filipponi assente per motivi di lavoro).
ATLETICO PICENO: Daniele Capriotti, Erba, Andrea Capriotti (74′ Fortunati 91), Valentini (57′ Jari Iachini), Sabini, Alijevic, Fattori [capitano],Gianluca Gabrielli (91), Volpicelli (57′ Travaglini) , Pelliccioni, Pacioni (92). A disposizione: Benigni, Russo (93), Andrea Gabrielli, Porfiri (93). Allenatore: Peppino Amadio
Arbitro: Doronzo di Barletta coadiuvato dai Signori Quintili e Cauteruccio, entrambi di Ascoli Piceno.
Reti: 47′ Lunerti (C) su rigore, 88′ Alijevic (A.P.)
Ammoniti: Sabini (A.P.), Andrea Capriotti (A.P.), Jari Iachini (A.P.).
Angoli: 2-3.
Recuperi: 2′ +4′.
Spettatori: 200 circa tra cui un gruppetto di bambini locali muniti di bandiere e palloncini biancocelesti.
Note: Centobuchi nella tradizionale divisa biancoceleste, Atletico Piceno in tenuta arancio-nera.

MONTEPRANDONE- Finisce in parità nell’anticipo dell’8° Giornata d’Eccellenza, il derby Piceno tra Centobuchi ed Atletico (che era reduce da 2 sconfitte interne consecutive entrambe per 1-2 e contro squadre del maceratese , Fulgor prima e Corridonia poi). Dopo lo 0-0 (quando fu protagonista il difensore biancoceleste Pesce nelle vesti di portiere) di fine agosto in Coppa Italia, stavolta, in campionato e a campi invertiti finisce 1-1 tra le due compagini picene. I monteprandonesi che erano reduci dal pesante tris subito in casa del Montegranaro di Minuti, quest’oggi , dopo il vantaggio ad inizio ripresa su rigore trasformato dal figlio d’arte Lunerti (alla sua seconda rete stagionale dopo quella su punizione rifilata al Grottammare), si sono fatti raggiungere nel finale , mandando all’aria quello che sarebbe stato il terzo successo interno consecutivo.
La cronaca: Primo tempo opaco e avaro di azioni da gol eccetto un paio di conclusioni. Al 9′ conclusione da fuori di Tramannoni (uno degli ex Atletico Piceno presenti nel Centobuchi assieme ad Alessandrini e De Marco, assente oggi invece l’altro ex Luzi) che sfiorava il palo sinistro. Al 17′ bell’azione dei padroni di casa, Frinconi servito da Lunerti , appoggiava dentro l’area per De Marco la cui conclusione di prima intenzione scheggiava la traversa finendo di poco fuori. Per il resto sterili tentativi davanti dell’Atletico Piceno (orfano davanti dell’infortunato Pezzoli capocannoniere degli arancio-neri con 3 reti all’attivo) nonostante abbia avuto nella prima frazione una costante e superiore proiezione offensiva rispetto ai biancocelesti. Poi ad inizio ripresa la squadra di casa sbloccava il punteggio. Al 47′ De Marco in sospetta posizione di fuorigioco (non rilevato tra le proteste del pubblico ospite) veniva steso in area da Sabini. Il direttore di gara indicava il dischetto ammonendo il difensore ospite. Dagli 11 metri Lunerti trasformava impeccabilmente l’1-0 spiazzando Daniele Capriotti.
Al 76′ Gianluca Gabrielli servito da destra a sinistra da Fattori, in area si accentrava e concludeva mirando l’angolino sinistro ma trovava la risposta di Palanca che respingeva di piede.
La gara si trascinava verso il termine in maniera sonnolenta con il Centobuchi che cercava di raddoppiare in contropiede. All’82’ De Florio andava via sulla destra e crossava in area per Lunerti che di testa centrava l’esterno della rete sinistra.
I monteprandonesi sembravano come nelle due precedenti gare interne vinte con Fulgor Maceratese e Grottammare poter capitalizzare le poche occasioni avute portando a termine un successo di misura (a differenza della gara interna, unica perduta finora, con la Belvederese in cui sprecò numerose palle gol rimanendo poi all’asciutto di punti).

Ma quando il Centobuchi si sentiva già i 3 punti in tasca, giungeva inatteso il pareggio lamense. Sugli sviluppi di un corner, Alijevic con un preciso colpo di testa anticipava i difensori biancocelesti e il portiere Palanca (nell’occasione rimasto immobile tra i pali) scavalcandoli, la sfera sbatteva prima sul palo interno sinistro e poi sullo spicchio interno della traversa per poi infilarsi in rete. Per il centrocampista bosniaco si tratta del terzo centro stagionale.
Sfortunato l’esordio nelle file biancocelesti di De Signoribus (in prestito dalla Samb) subentrato all’87’ , una trentina di secondi prima del pareggio ospite. Così quei minuti finali che erano stati favorevoli e fortunati nell’ultima gara interna, ovvero il precedente derby piceno vinto col Grottammare (battuto al 90′ grazie al gol di Frinconi) stavolta sono risultati beffardi alla squadra monteprandonese.
L’opposto invece per l’Atletico Piceno che dopo essere stato raggiunto al 90° nell’ultima trasferta, quella del Pirani di Grottammare ha stavolta trovato il pari nei minuti finali.
Per i biancocelesti, ancora a secco di punti esterni, si tratta del primo pareggio in questo campionato. Per gli arancio-neri ancora a secco di vittorie esterne, invece si tratta del terzo pareggio stagionale e consecutivo in trasferta.
Mercoledì prossimo (secondo turno infrasettimanale, sui 6 previsti dal calendario) per la nona giornata i monteprandonesi saranno di scena a Chiaravalle, ospiti della Biagio Nazzaro (finora l’unica squadra ad non aver perso con l’Elpidiense) la quale non ha ancora vinto e segnato tra le mura amiche, mentre i lamensi ospiteranno la capolista Elpidiense (che dopo l’arrivo di Cacciatore, si è ulteriormente rinforzata , prendendo pure l’esterno sinistro Matteo Piergallini cresciuto nelle giovanili dell’Ancona e lo scorso anno in forza alla Sangiovannese) ancora imbattuta (così come Ancona e Tolentino, quest’ultimo però staccato dalle prime).

Curiosità sugli ex delle 2 squadre : Dei 4 ex Atletico Piceno che ha in rosa il Centobuchi 3 di loro: Alessandrini, Luzi e Tramannoni hanno ottenuto lo scorso anno la storica promozione in Eccellenza con la squadra di Castel di Lama che allora era allenata da Vagnoni (che ora guida l’Arquata sempre in Promozione Girone B) vincendo i play off di Promozione.
Sono tre gli ex Centobuchi che ha in rosa l’Atletico Piceno :il bomber Pezzoli (che giocò col Centobuchi in serie D nella stagione 2006/07) il capitano Andrea Capriotti e Jari Iachini (figlio di Beppe allenatore del Brescia). Quest’ ultimi due citati (Capriotti e Iachini) ottennero nella stagione 2005/06 la storica promozione in Serie D con la squadra monteprandonese che vinse il campionato d’Eccellenza Marche. Entrambi rimasero con i monteprandonesi anche nella prima stagione nel massimo campionato Dilettanti.

Programma, 8° Giornata, domenica 17 ottobre ore 15:30:
Ancona 1905-Fulgor Maceratese; Corridonia-Grottammare; Centobuchi- Atletico Piceno (giocata sabato) 1-1 (47′ Lunerti [C] su rigore, 88′ Alijevic [A.P.] ); Elpidiense Cascinare-Belvederese; Fermana-Montegranaro; Fortitudo Fabriano-Cingolana; Real Metauro-Biagio Nazzaro Chiaravalle; Real Montecchio-Urbania; Sangiustese-Urbino; Tolentino-Vis Pesaro.

Classifica Attuale: Elpidiense Cascinare 19, Ancona 17 , Fermana 16, Tolentino 15, Fulgor Maceratese e Vis Pesaro 11, Montegranaro 10, Belvederese e Biagio Nazzaro Chiaravalle e Urbania 9, Corridonia, Real Montecchio e Sangiustese 8, Centobuchi *, Cingolana e Grottammare 7, Atletico Piceno * e Fortitudo Fabriano 6, Urbino 5, Real Metauro 4.

*= 1 gara in più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 322 volte, 1 oggi)