SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalle ore 11 su RivieraOggi.it diretta video del Consiglio Comunale di San Benedetto in modalità “remota” e diretta-cronaca testuale.

PUNTO ALL’ORDINE DEL GIORNO: VARIAZIONE DI BILANCIO

ORE 11 MUZI (FORZA ITALIA): Trovo pretestuoso reclamare su un singolo palo della luce caduto su 9500 punti luce esistenti in città. In questi anni ne abbiamo rinnovati mille, con Led grazie alla Cpl Concordia. Può accadere che qualche palo sfugga all’attenzione, li ho segnalati io stesso. Può sfuggire e non mi sembra straordinaria. Forza Italia voterà a favore della variazione di bilancio.

ORE 11 DI FRANCESCO (PD): Mi dispiace che non ci siano fondi per la messa in sicurezza di via Santa Lucia, compresa l’assenza di illuminazione. Sulla Tirreno-Adriatico la critica è la stessa: cerchiamo di fare in modo che si possa dare un riscontro maggiore all’indotto economico cittadino, a partire dalla presenze nelle nostre strutture alberghiere.

ORE 11.10 DE VECCHIS (RIPARTIAMO DA ZERO) Sentire un consigliere di maggioranza che dice che è normale che a San Benedetto cadano i pali della luce è scandaloso. I pali della luce si rinnovano con progetti che ripagano con il risparmio energetico l’investimento. Se ne parlava 10 anni fa e in 10 anni il comune ne ha cambiato soltanto il 10%. Quello che ha detto Muzi… ringraziamo che non abbia colpito qualcuno, perché il Fondo Rischi e Contenziosi forse non sarebbe bastato. Se cadono i pali c’è una colpa grave.

ORE 11.20 ASSESSORE ANDREA TRAINI Certo che non è normale che cadano i pali luce, ma puntualmente ogni anno vengono fatte delle variazioni di bilancio per sostituirli. Quando viene fatta la segnalazione il palo della luce viene tolto e poi ripristinato.

ORE 11.20 SINDACO PIUNTI Sulla Tirreno-Adriatico la regione mette 20 mila euro, quest’anno a causa dello spostamento a settembre e la concomitanza del riposo al Tour De France abbiamo avuto una visibilità importante. Riguardo la Valle del Forno, questa verrà asfaltata in tre tratti. Riguardo i pali della luce, ci mancherebbe altro che i pali devono cadere, Muzi voleva fare un paragone con altro, non devono cadere né sopra una macchina né sull’asfalto.

ORE 11.25 FALCO (GRUPPO MISTO) A Muzi dico che la campagna elettorale è per voi, noi siamo qui per un ruolo. Le sue affermazioni, pur se interpretate benevolmente da un sindaco che evidentemente entra nella sua mente, sono inammissibili in consiglio comunale. Io ricordo cosa diceva il sindaco in campagna elettorale: voleva una squadra che controllasse quartiere per quartiere i “lavoretti pubblici” come diceva. Il fatto che sia asfaltata Valle del Forno non è polemica, io riporto il malessere dei cittadini. Se ci scappa un ferito o un morto? “Un palo può cadere” non si può sentire consigliere Muzi.

ORE 11.30 MUZI Giusto per precisare che la nostra amministrazione ha aumentato che abbiamo investito 133 mila euro per aumentare le corse dei bus scolastiche. Non accetto che nessuno interpreti il mio intervento, io non ho detto che era normale che un palo cadesse, ho detto che la mia amministrazione si è attivata per rinnovare i pali della luce dal 2016. Ormai ho capito le tecniche oratorie degli interlocutore della minoranza, ma spero che si possa tentare un modo di fare opposizione diverso anche alla luce dei recenti risultati elettorali, senza attacchi frontali o sproloqui offensivi.

ORE 11.35 DE VECCHIS Presidente lei queste considerazioni le deve impedire, ma prima era scomparso. Non capisco: Muzi dice che è caduto un palo ed era un buon esito dopo 4 anni di amministrazione. Per voi qualsiasi “tecnica oratoria”… se cade un palo della luce per lei è normale, basta che risente il suo intervento a meno che lei non capisca quello che dice. Lei presidente ci dà il link dei collegamenti, non si fa consiglio comunale in presenza, le commissioni zero su zero, per voi viva il Covid-19, politicamente. Poi qua viene pure detto che facciamo cose per motivi elettorali. La latitanza di questa amministrazione è evidente a tutta la città, poi Muzi può dire che è normale che cadano i pali. Stare in un consiglio comunale dove non si discute di niente prima è demoralizzante. Parliamo di fatti, parlate di fatti.

 

PUNTO 6: 15 FAVOREVOLI 7 CONTRARI ALLA VARIAZIONE DI BILANCIO

****************************************************************************************************

PUNTO 8 MOZIONE MUZI: IMPIEGO BENEFICIARI REDDITO DI CITTADINANZA IN LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI

ORE 12.30 VOTO MOZIONE: 23 favorevoli e un’astensione (Flavia Mandrelli, Articolo 1).

***************************************************************************************************

PUNTO 9 MOZIONE EMIDIO DEL ZOMPO (LEGA) IN MERITO AI PESCATORI ITALIANI SEQUESTRATI IN LIBIA

ORE 13 VOTO MOZIONE 22 FAVOREVOLI

***************************************************************************************************

PUNTO 10 MOZIONE ROSARIA FALCO-MARCO CURZI: OGGETTO PROVINCIA NOME ASCOLI-SAN BENEDETTO. Qui il testo

ORE 13.15 BALLONI (fdi) La chiesa che è una istituzione più statica ha già provveduto a mettere il nome di San Benedetto nella diocesi. Ascoli ha una storia millenaria che va rispettata, ma sarebbe ottimo fondere la brezza marina con i Sibillini. Credo la mozione sia degna di grande attenzione. Lasciando perdere le questioni del campanilismo. Dobbiamo ragionarci bene per rilanciare il territorio nella sua completezza senza frammentarlo.

ORE 13.20 DI FRANCESCO Condivido il pensiero della mozione e credo sia giunto il momento di fare uno scatto in avanti. Ovvio che questa nuova provincia non avrà tempi rapidi, ma mi preme che si punta alla redistribuzione dei servizi tra entroterra e costa per ridurre i costi.

PIGNOTTI (FORZA ITALIA) Condivido la mozione anche se voglio chiarire, bisognava fare la mozione vent’anni fa ma il punto è un altro. Se approveremo questa mozione voglio dare valore a quello che votiamo, le mozioni una volta votate devono portare avanti lo spirito del consiglio comunale. Poiché questa è una denominazione importante. Se noi chiediamo di mettere il nome di San Benedetto al fianco a quello di Ascoli, dobbiamo decidere anche cosa vogliamo nel nostro territorio, simile a quello fatto dal Comune di Ascoli, anche grazie al nostro supporto, nel portare la Sovrintendenza Marche Sud ad Ascoli anziché a Fermo.

ORE 13.30 PIUNTI Tutte le posizioni convergono sul tema che l’unione fa la forza. Vissi da amministratore provinciale la divisione con la provincia di Fermo. Dopo l’addio di Fermo San Benedetto l’ha fatta da padrona, perché siamo un territorio dinamico. Non dobbiamo né essere né apparire campanilistici, dobbiamo parlare prima di tutto con Ascoli, perché il vantaggio per prima cosa è il loro. Se negli anni abbiamo perso servizi come il Tribunale deve essere motivo di dibattito affinché si ritorni ad essere un territorio che offra questi servizi equamente. Dobbiamo inevitabilmente coinvolgere gli altri comuni. Non nascondo la mia mortificazione all’Anci quando sento parlare di città capoluogo o oltre i 50 mila abitanti che in quanto tali ottengono più risorse.

La mia proposta è quella di organizzare un gruppo di lavoro: chi fa cosa, parlare prima di tutto con Ascoli perché non vogliamo fare prove muscolari ma fare in modo che si possa condividere le opportunità coi comuni vicini.

ORE 13 VOTO MOZIONE 2o FAVOREVOLI

***************************************************************************************************

PUNTO 11 MOZIONE CURZI-FALCO FERMATA TRENI IN VIALE DELLO SPORT

Curzi espone la mozione esprimendo l’interesse mostrato da Rfi, in alcuni incontri da lui presenziati, per una fermata dei treni in viale Dello Sport e un’altra eventualmente in via Piemonte, riprendendo il progetto “Metropolitana di Superficie”.

ORE 14 BALLONI Credo sia opportuno un gruppo di lavoro o una commissione per approfondire il tema. Non credo che Rfi sia interessata a realizzare una sola fermata, come da metropolitana di superficie, ci interessa maggiormente un progetto strutturato.

ORE 14 FALCO Se il Comune si esprime favorevolmente, allora iniziamo un percorso sia coi comuni limitrofi che con le associazioni. Sarebbe una stazione accessibile.

ORE 14.05 MARZONETTI Devo votare contro perché auspico che tale intervento lo si possa rivedere nella pianificazione generale nel più breve tempo possibile.

ORE 14.05 CAPRIOTTI Risponde a Marzonetti: “Le mozioni servono per avviare un percorso per il bene della città”.

ORE 14.10 PELLEI (udc) Ringrazio il collega Curzi perché possiamo confrontarci con la mobilità alternativa.

ORE 14.20 CURZI Posso capire a chi è in cerca di tessere di partito (riferito a Marzonetti, ndr) non sappia che se ne parli da oltre vent’anni. Chi gli ha scritto l’ennesimo discorso è sfuggito anche questo. A Balloni: ci sono finanziamenti europei proprio a favore delle metropolitane di superficie.

ORE 14.25 BALLONI Non vorrei sembrare cavilloso. Comprendo quello che viene proposto ma la mozione parla solo di creare una fermata vicinissima da quella di Porto d’Ascoli e da quella di San Benedetto. Non ho capito quali treni si fermeranno.

(Curzi: volete bocciare la mozione, allora presentate una mozione se avete dei dubbi)

Se la mozione fosse stata condivisa sarebbe stata diversa, si chiede una fermata senza una giustificazione più ampia del perché. Non è un problema fare un emendamento, serve fare una mozione più ampia e serve una commissione per approfondire. In questa mozione così non mi riconosco, se fosse diversa

(Curzi: si fermano regionali e interregionali. La volete bocciare perché siete maggioranza).

ORE 14.30 FALCO Abbiamo parlato con Rfi e quella è la fermata più fattibile. Se voi maggioranza volete inserire il tema in un piano più ampio, siete liberi di farlo. La mozione non lo impedisce. Ora che Balloni mi venga a parlare a nome dell’amministrazione di un intervengo più globale, sia assurdo. Non coinvolgete neanche gli altri comuni, cosa mai fatta.

ORE 14.35 MARZONETTI Io sono contro gli interventi spot ma favorevole ad una programmazione.

ORE 14.35 PIUNTI Motivazioni tutte condivisibili quelle della mozione, per carità. A questo progetto si lavora dal 1996, allora era un accordo di programma con elettrificazione e metropolitana di superficie, poi trasferito ai Prusst dove c’era un accordo con i privati che prevedevano un sottopasso. Possiamo riformulare la mozione dopo l’incontro con il governatore Acquaroli.

ORE 14.40 DE VECCHIS Mi sembra più intelligente la richiesta fatta dal sindaco per un ritiro e una riproposizione a breve in consiglio comunale sentito il presidente Acquaroli. Votare contro invece mi sembra assurdo, mi dispiacerebbe che il Consiglio Comunale bocciasse questa mozione.

ORE 14.43 CURZI Mi è piaciuto l’intervento del sindaco, che mi è sembrato più di apertura rispetto ad altri colleghi, quindi ritiro la mozione per convocare una commissione specifica.

 

Qui l’ordine del giorno:

 

“Chi prende il reddito di cittadinanza sia impiegato nei Lavori Socialmente Utili”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.