di Alfredo Cruciani

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Consueta conferenza stampa pre-gara per il Mister della Sambenedettese Paolo Montero. Domani alle 17:30 la sua squadra affronta al Riviera delle Palme il Ravenna.

Domani un unico obiettivo? “ Si, sicuramente quello di migliorare e superare questo momento estremamente negativo sotto il profilo dei risultati. Purtroppo ci sono dei periodi, come per noi questo febbraio, dove alla minima occasione, al minimo errore, subisci gol. Basta pensare alle prestazioni di Massolo, praticamente ingiudicabile. “

Calo fisico nelle fasi finali delle partite? “ Il calo non è fisico, i dati tecnologici raccolti sono lì a confermarcelo. “

Problemi di finalizzazione delle occasioni? “ Ne abbiamo parlato in settimana, ci abbiamo lavorato e l’esame è domani alle 17:30. Gli attaccanti in fase di finalizzazione devono avere la stessa aggressività che deve avere un difensore quando contrasta un avversario. Sono convinto che domani i ragazzi daranno le risposte che cerchiamo. Dovremo essere semplici, concreti ed aggressivi. E speriamo finalmente di trovare anche quel pizzico di fortuna che sembra averci abbandonato. “

“ Dobbiamo comunque continuare ad essere positivi. Quando eravamo terzi in classifica era facile, tutti amici, tutti belli, tutti Brad Pitt… E’ adesso che bisogna crederci ed essere convinti delle nostre qualità. E’ nei momenti critici, nel calcio come nella vita, che bisogna continuare a credere in quello che si fa. E la strada, il cammino, per me è uno solo: essere propositivi, fare la partita, imporre la propria idea di gioco.”

La Samb ha perso imprevedibilità? “ Io non la vedo così. Se costruissimo una- due palle gol a partita qualche dubbio mi verrebbe, ma vedendo che continuiamo ad averne 7-8 a match, in un campionato dove si mettono tutti dietro, non mi pongo il problema. Che poi bisogna migliorare sono io il primo a dirlo e soprattutto a me stesso.”

Che Ravenna si aspetta? “ Penso che verranno a giocarsela, credo che sarà una partita aperta. Pressano alti sulla trequarti e sono pericolosi sui calci piazzati, sia perché hanno Giovinco , sia perché sono molto alti.”

Un consiglio agli arbitri: “ Io non parlo mai con gli arbitri però mi piacerebbe che consentissero partite con un ritmo più dinamico, più attivo, tipo calcio inglese, dove non ci sono tempi morti. A volte sembrano partite di Coppa Libertadores, dove quando serve perdere tempo non scompaiono solo i palloni, ma anche i raccattapalle.. “

Rientri ed indisponibilità? “ Rientrano Di Pasquale dalla squalifica e Frediani che ha smaltito il virus. Rocchi è disponibile. L’unico fermo ai box è Santurro. Oggi ha effettuato una diagnosi radiografica, dovrebbe averne ancora per un paio di settimane. Per quanto riguarda la formazione l’unico dubbio che ho è Volpicelli-Orlando .”

 

Alfredo Cruciani

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.