SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non è che si può avere la sensibilità e l’intelligenza di capire sempre dove stia la notizia. In qualche caso, infatti, si valuta una ipotesi di notizia ma poi ci si accorge che, ad interessarsene, oltre allo scrivente e a qualche migliaio di lettori, questo sì, non vi sia stato nessuno di quelli che potrebbero intervenire.

Caserma Guelfa: Comune avvisato, Comune mezzo salvato

Mi riferisco alla situazione della Caserma Guelfa, da anni ormai pericolante e puntellata nella torretta di nord-ovest, con rischio sia per i passanti e residenti che per la perdita di memoria storica di uno degli edifici più antichi della città. Vero che l’edificio è di proprietà privata e non pubblica, ma la legge e tante vicende anche recenti testimoniano la necessità che le istituzioni si interessino a quello che potrebbe accadere.

Il Ballarin è pericoloso e si può abbattere. La Caserma Guelfa crolla da sola ma chi se ne frega

Invece:

  1. Il sindaco di San Benedetto non ha mostrato alcun interesse.
  2. Nessun assessore ha mostrato alcun interesse, e molti di loro risiedono e lavorano in quel quartiere.
  3. Nessun consigliere di maggioranza e nemmeno di opposizione ha mostrato alcun interesse, neanche ipotizzando una interrogazione o un atto in consiglio comunale, e dire che spesso se ne fanno per argomenti che ci sembrano marginali.
  4. Nessun funzionario pubblico si è preso la briga di agire, anche se la strada è interdetta al passaggio delle automobili.
  5. La Soprintendenza regionale non ha preso alcuna posizione né ha mai risposto alle nostre telefonate e alle nostre mail sull’argomento, forse più interessata alla preservazione delle colonnine degli anni Trenta che sorreggono la Tribuna Ovest dell’ex stadio Ballarin in fase di demolizione.
  6. Non ci risultano inoltre prese di posizione di associazioni solitamente molto attente, quali ad esempio Italia Nostra, né di associazioni locali o del comitato di quartiere, anche se aveva annunciato una iniziativa a tal proposito mai però organizzata.

Ovviamente quanto scritto per la Caserma Guelfa può essere esteso anche alla Torre Guelfa e alla Villa Laureati. Dentro la Torre sembra sia cresciuto addirittura un pino.

Caserma Guelfa e via Riva del Garda: notate le differenze

A fronte di tutto questo, chiediamo scusa se in questi mesi ci siamo interessati della vicenda, evidentemente non calibrando in maniera opportuna il vero sentimento cittadino.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.