Servizio Pier Paolo Flammini, riprese Giuseppe Buscemi, montaggio Gian Marco Evo Marconi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante la cena di fine anno dell’Itb Italia, al ristorante Puerto Baloo di San Benedetto, non potevamo chiedere al sindaco Pasqualino Piunti aggiornamenti sulla questione della Sanità e sull’ospedale unico, specialmente dopo la Commissione specifica che si era svolta nel primo pomeriggio di lunedì scorso (clicca qui).

“Il derby rimanga sul campo di calcio, e ci mancherebbe. Il nostro derby è con Marche Nord, per riequilibrare le risorse sulla Sanità – ha dettto il sindaco ai nostri microfoni – Noi chiediamo di far rispettare la legge: nel Piceno ci vogliono un ospedale di primo livello e uno di base. Siccome il decreto Balduzzi e il bacino d’utenza dicono che questo ospedale spetta alla costa San Benedetto chiaramente lo rivendica ma senza penalizzare l’entroterra. Vogliamo che l’ospedale di Ascoli sia a supporto di Ascoli e del territorio soprattutto nella zona che ha subito il sisma”.

“Negli anni abbiamo avuto dei direttori che si sono mostrati più dei liquidatori della Sanità del sud delle Marche. Ora il clima politico è cambiato. Con me stanno tutti i sindaci della costa, al di là delle bandiere politiche, e questa è la linea della Commissione Sanità. Per questo vogliamo andare oltre il voto della Conferenza dei sindaci dello scorso 2 agosto”.

Ma intanto, Guido Castelli dice cose ben diverse: clicca qui.

 

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.