SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il ballottaggio delle Primarie riconsegna San Benedetto del Tronto a Pierluigi Bersani, che vince in tutti i seggi in cui si è votato. Un’affermazione che regala al segretario del Partito Democratico 1194 preferenze, pari al 57,5%, contro le 882 del sindaco di Firenze, corrispondenti al 42,5%. Per i renziani comunque un ottimo risultato, considerata la nomenclatura del partito che, nel Piceno come in Italia, appoggiava il leader.

Nel seggio San Benedetto Centro Bersani ha totalizzato 120 voti, a fronte dei 115 del “rottamatore”. La sezione col divario minore, seguita dalla Zona Nord, che ha fatto registrare un Bersani a 123 ed un Renzi a 115 (una scheda bianca).

Il sindaco Gaspari, bersaniano di ferro, si riprende l’Agraria, sua storica roccaforte, con un distacco che però non supera le 29 preferenze (160 a 131, una scheda bianca).

Al seggio San Benedetto Uno Bersani si impone 166 a 113 (una scheda bianca). Al seggio San Benedetto Due l’ex Ministro stacca il primo cittadino toscano 256 a 170 (tre bianche e una nulla).

A Porto d’Ascoli Centro, Bersani a 272, Renzi a 156 (una bianca). A Borgo Trevisani infine, 97 preferenze per Bersani, 80 per Renzi e una scheda bianca.

RENZI CALA RISPETTO A 7 GIORNI FA Domenica 25 novembre, sempre a San Benedetto, a Pierluigi Bersani erano andati 971 voti, mentre a Matteo Renzi 940.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 707 volte, 1 oggi)