CUPRA MARITTIMA – Corpose novità per la mostra malacologica cuprense. Giovedì 21 aprile infatti alle ore 18 presso la sede del museo si terrà la cerimonia inaugurale della straordinaria Mostra “Le Pietre cinesi dell’erudito per l’armonia e la concentrazione”. Si tratta di 150 reperti di incredibile bellezza ed esposti per la prima volta in Europa. Sarà possibile ammirare questi pezzi unici per tutto il periodo pasquale e resteranno visibili fino al 31 di agosto 2011.

Nella stessa occasione sarà presentato l’impianto fotovoltaico che ha consentito al Museo Malacologico di essere la prima istituzione del genere, in Italia, ad emissione “zero” di anidride carbonica. I pannelli solari, istallati in maniera completamente integrata sul tetto del Museo, al fine di evitare qualsiasi impatto visivo, consentono una potenza complessiva di 111 kWp e assicurano l’autonomia energetica ed un contributo reale a migliorare la nostra aria. I pannelli sono 600 di cui 300 sono stati posti nella falda a sud in silicio policristallino, e altrettanti nella falda a nord, in silicio amorfo, film sottile. L’impianto, progettato dall’ingegner Antonio Palestini, è stato realizzato dalla Eneal di Caserta e permette un risparmio di 42.762 chilogrammi annui di anidride carbonica, di 80 chilogrammi di anidride solforosa e di un considerevole quantitativo di polveri sottili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 479 volte, 1 oggi)