SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Referendum, election day, amministrative: queste le tre parole chiave dell’Italia dei valori (Idv) sambenedettese. A ribadire tutto questo sarà Antonio Di Pietro, leader nazionale del partito, che il prossimo venerdì 18 marzo sarà presente in città per un incontro pubblico presso l’Auditorium comunale Giovanni Tebaldini alle ore 18.

“Siamo impegnati ormai da un anno sul fronte referendario – dichiara Dante Merlonghi, responsabile regionale per gli enti locali dell’Idv – e vogliamo che gli italiani vadano a votare. Dunque ci battiamo perché è importante andare a votare in un solo giorno. Intendiamo aderire anche alla proposta del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca circa la destinazione agli alluvionati dei fondi che si risparmierebbero votando una volta sola per i referendum e per il secondo turno delle comunali il 29 maggio”.

Andrea Cardilli, segretario provinciale Idv, ribadisce l’imporanza della promozione dell’election day e invita i cittadini che fossero d’accordo a sottoscrivere la petizione on line sul sito Internet www.iovotoil29maggio.it (registrato, creato e mantenuto a cura del partito di Antonio Di Pietro). Dai calcoli effettuati il costo per la doppia votazione il 29 maggio per le comunali e il 12 giungo per i referendum, così come proposto dal Ministro dell’Interno Roberto Maroni, ammonterebbe a 350 milioni di euro. Non risparmiarli a favore degli alluvionati si configurerebbe come “uno spreco indegno”: così lo definisce Palma del Zompo, responsabile provinciale delle donne Idv.

Anche i giovani dell’Idv piceno, rappresentati da Alessandro Marini, fanno notare l’incoerenza nelle decisioni di alcuni rappresentanti del Governo sul fronte elezioni: “Da un lato hanno creato delle resistenze ai festeggiamenti dell’Unità d’Italia per il fatto che sarebbero costati troppo, dall’altro invece non si fanno scrupoli a sciupare 350 milioni di euro inutilmente.”

Quanto alle vicende della politica cittadina, Eldo Fanini, coordinatore comunale del partito Idv, si sofferma qualche istante. A chiarimento della recentissima polemica circa i manifesti di propaganda elettorale di uno dei due candidati sindaco della città che riportano, già prima delle primarie, i simboli di quasi tutti i partiti della coalizione di centro-sinistra, Idv compreso, commenta: “Come Idv siamo stati sempre contrari alle primarie. Abbiamo sempre detto che avremmo appoggiato Giovanni Gaspari, il sindaco uscente.”

Infine, sollecitato da una domanda di Rivieraoggi.it risponde: “Se Luca Spadoni (l’unico avversario del sindaco uscente Gaspari alle primarie di coalizione ed esponente di Sel ndr) vincesse le primarie, lo sosterremmo. Ovviamente.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 551 volte, 1 oggi)