GROTTAMMARE – Dopo la sosta pasquale, a 5 giornate dal termine del massimo campionato di serie D, questa domenica al Pirani il Grottammare non avrà scelta: dovrà vincere per mantenere viva la speranza salvezza. Infatti in caso di sconfitta o comunque semplicemente di non vittoria  stavolta si tratterebbe di condanna quasi definitiva alla retrocessione diretta in Eccellenza visto che i rivieraschi fanalini di coda, a 3 lunghezze dalla Maceratese e ben 5 dal Real Montecchio (ultimo posto utile per agguantare gli spareggi salvezza).

Per tentare di rimediare ad un torneo che appare già segnato la squadra di patron Pignotti, che viene da due ko consecutivi (contro Recanatese e Pro Vasto, entrambi vittoriosi nel finale) se la dovrà vedere contro una delle sorprese di questo girone ossia l’Atletico Trivento attualmente decimo in campionato.

Il non aver sfruttato finora il fattore campo interno è il maggior rimpianto dei rivieraschi. Infatti le altre squadre impegnate nella lotta salvezza come Luco Canistro, Real Montecchio e Maceratese si stanno tenendo a galla proprio grazie alle vittorie casalinghe. Il Grottammare ossia la squadra che perso di più (17 volte) e che ha segnato di meno (solo 15 gol all’attivo) ha uno score assai imbarazzante tra le mura amiche avendo raccolto la miseria di soli 7 punti in 14 gare frutto di un solo successo (contro il Real Montecchio), 4 pareggi e ben 9 sconfitte. Di contro i gialloblu guidati da Carannante  che hanno perso solo in 7 occasioni e  vantano la terza miglior difesa del torneo (con 24 reti al passivo) in trasferta hanno totalizzato 15 punti in 14 incontri esterni frutto di 3 successi, 6 pareggi e 5 ko.

La squadra di Scarfone si presenterà alla gara di domenica con problemi di formazione in difesa e a centrocampo per le assenze degli squalificati Cameli e Rulli (appiedato dal giudice sportivo per due turni in seguito al suo fallo di reazione a Vasto). Rientrerà però sempre dalla squalifica il terzino Mauro. Nei triventini invece saranno assenti gli squalificati Guglielmi, Corradino e Giuseppe Monaco di Monaco. Ci sarà invece il marito della campionessa olimpica di scherma Valentina Vezzali ossia l’esperto centrocampista Domenico Giugliano prelevato a gennaio dalla Maceratese.

Nell’unico precedente tra le due squadre giocato all’andata all’Acquasantianni di Trivento (Campobasso) si imposero i padroni di casa molisani per 2-1 (al 37′  Palombizio (A. T.) al 75′ Bernardi (A. T.)
all’84’ Di Felice (G) su rigore). Dirigerà l’incontro il signor Carlo Calabrese della sezione di Lecco.

Questi i possibili schieramenti:

GROTTAMMARE: Domanico, Mauro, Nicolosi, Polenta, Oddi, Del Moro, Marini (Pignotti), Vrioni, Di Felice, Maccagnan , Marcatili. All. Scarfone

ATLETICO TRIVENTO: Quintigliano, Gentile, Voria, Barbato, Incitti, Fratangelo, D’Aversa, Giugliano, Palombizio (Palumbo), Lazzarini, Aquino (Bernardi). All. Carannante

CLASSIFICA:Fano 57, Pro Vasto 56, Casoli 50, Renato Curi 48, O.Agnonese 46, Campobasso 44, Chieti 43, Santegidiese 41, Recanatese 41, A.Trivento 40, Morro d’ Oro 35, Centobuchi 33, Tolentino 31, E.Cascinare 30, Luco Canistro 28, R.Montecchio 25, Maceratese 23, Grottammare 20.

30°giornata- 13° di ritorno (19/04/09) ore 15:

Grottammare-A.Trivento (All’andata 1-2 per il Trivento), N.Campobasso-Casoli (1-2), Tolentino-Centobuchi (1-1), Elpidiense-Luco Canistro (0-1), Fano-Morro d’Oro (4-2), Maceratese-Pro Vasto (1-2), Renato Curi-Real Montecchio (1-1), O.Agnonese-Recanatese 80-1), Chieti-Santegidiese (1-1).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 567 volte, 1 oggi)