CENTOBUCHI-ATLETICO TRIVENTO 0-3

CENTOBUCHI: Franchi, Frinconi (90), Di Venanzio, Marco Ianni, Pesce (91), Polenta (88) (64′ Filiaggi 91),  Cesani (88), Valente (90), Pirelli (90) (85′ Stangoni 91), Bifini, Marzocchella (27′ Balestra 90). A disposizione: Cinquegrana (90), Angelini (92), Borrello (93), Moretti (92). Allenatore: Attilio Piccioni
ATLETICO TRIVENTO: De Gennaro, Varchetta, Viglione (68′ Pescolla), Gallo (90′ Scarano), Spagnuolo, Voria, Palumbo,  Corradino, Pentrelli, Borrelli (80′ Ferreyra), Guglielmi. A disposizione: Stasi, Trovato, Giarrusso, Chicco. Allenatore: Roberto Carannante
Arbitro: Fabio Maresca di Napoli coadiuvato da Mariarosaria Speranza anch’essa di Napoli e da Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore (Salerno).
Reti: 11′ Gallo (A.T.), 27′ Borrelli (A.T.), 79′ Guglielmi (A.T.) su rigore.
Espulsi: 26′ Pesce (C) rosso diretto per fallo da dietro, 75′ l’allenatore Piccioni (C) per presunte proteste e il team manager Cocci (C) anch’esso per proteste, 79′ Balestra (C) per fallo da ultimo uomo.
Ammoniti: Pesce (C) per fallo di mani in area e Filiaggi (C).
Angoli: 10-3.
Recuperi: 2’+4′.
Spettatori: 250 circa di cui 50 circa quelli provenienti da Trivento (Campobasso).
Note: al 16′ sul risultato di 0-1 Borrelli (A.T.) sbagliava un calcio di rigore calciando fuori.
MONTEPRANDONE-  E’ sempre più negativo l’inizio del 2010 e del girone di ritorno del Centobuchi che incassa la terza sconfitta consecutiva. Ma il ko è riconducibile anche alla scarsa vena della terna arbitrale campana composta dal direttore di gara Fabio Maresca di Napoli e dagli assistenti Maria Rosaria Speranza anch’essa di Napoli e da Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore (Salerno), che hanno condotto la gara a senso unico negando praticamente tutto ai padroni di casa e concedendo due rigori discutibili alla formazione ospite. E poi hanno punito oltremisura i biancocelesti con le espulsioni di Pesce (rosso diretto per un fallo da dietro giudicato in maniera troppo fiscale) nella prima frazione, e del tecnico Piccioni, del team manager Peppino Cocci (allontanati per proteste) e successivamente di Balestra (per fallo da ultimo uomo) nella ripresa.
Il Centobuchi privo di Mozzoni, Adorante e D’Addazio ha sicuramente qualche pecca tecnica da sistemare ma nella gara non si può fare un’analisi critica visto che come già detto la partita è stata condizionata da una direzione penalizzante che ha spostato in maniera evidente e netta gli equilibri iniziali verso l’Atletico Trivento (che era reduce dalla sconfitta di Miglianico e dal mezzo passo falso interno contro il fanalino di coda Real Montecchio).
Piccioni ha schierato Frinconi (reduce dalla squalifica) nell’insolito ruolo di terzino destro e al centro della difesa la coppia Pesce-Ianni (rientrato dalla squalifica) avvalendosi a centrocampo del ritorno di Polenta e della conferma di Valente (seppur con una vistosa fasciatura in testa), Cesani ala destra, Di Venanzio terzino sinistro e in avanti il tridente composto da Pirelli, Bifini e Marzocchella, lasciando quindi inizialmente fuori Filiaggi (capocannoniere biancoceleste con 5 gol all’attivo).
La cronaca: Al 6′ buon forcing iniziale del Centobuchi che produceva tre tiri dalla bandierina consecutivi (ne batterà in tutto 10 vincendo almeno il confronto degli angoli per 10-3) e due conclusioni a rete, una con Bifini deviata per l’appunto in corner e una sul finale d’azione con Pirelli di testa, la cui deviazione aerea terminava alta sopra la traversa.
All’11’ arrivava il vantaggio della squadra ospite con un eurogol dai 35 metri di Gallo che effettuava  una precisa conclusione con la sfera che si infilava nell’angolino destro, imparabile per Franchi.
Al 16′ contropiede ospite con palla che arrivava a Borrelli, il quale tentava la conclusione a botta sicura ma trovava l’opposizione di Pesce con la mano, il direttore di gara indicava il dischetto ammonendo il difensore biancoceleste. Dagli 11 metri si presentava lo stesso Borrelli che angolava male ed il suo tiro rasoterra terminava sul fondo.
Al 25′ Pesce veniva espulso in maniera molto fiscale per un fallo da dietro, scatenando l’ira del pubblico locale. Sulla susseguente punizione dai 25 metri Borrelli riscattava l’errore precedente dal dischetto, sorprendendo Franchi con una conclusione rasoterra tutt’altro che irresistibile che si infilava vicino al palo destro, passando in mezzo al braccio piegato in tuffo del portiere locale. Per i padroni di casa era notte fonda e al gelo della temperatura si univa quello di una sconfitta ormai certa già prima della mezz’ora di gioco.
Sul finale di tempo in mischia nell’area molisana Bifini provava a riaprire la gara con una rovesciata, la palla sfiorava il palo sinistro e si perdeva sul fondo. Un minuto dopo su capovolgimento di fronte la conclusione di Guglielmi deviata in fallo laterale da Franchi.
Al 50′ Borrelli ci riprovava su punizione sempre dai 25 metri, ma stavolta la palla scheggiava la traversa.

Al 53′ Pirelli veniva anticipato per un soffio in area dalla difesa gialloblu che si rifugiava in angolo.

Al 56′ l’estremo ospite De Gennaro deviava in corner una punizione dalla destra di Di Venanzio.

Al 65′ il nuovo entrato Filiaggi reclamava un rigore per un presunto fallo di mani di un difensore triventino su una sua tentata conclusione.
Al 75′ venivano espulsi per proteste prima il tecnico biancoceleste Piccioni (che a quanto pare sostiene che stava solo richiamando il suo portiere) e successivamente il team manager Cocci.

Al 76′ Franchi salvava la sua porta  con i piedi sugli sviluppi di una punizione calciata dal solito Borrelli.
Al 79′ Guglielmi in contropiede (in un’azione susseguente ad un fallo non rilevato a favore del Centobuchi) veniva steso in area dal nuovo entrato Balestra (che aveva rilevato al 27′ Marzocchella dopo l’espulsione di Pesce) il quale veniva espulso per fallo da ultimo uomo. Maresca concedeva il secondo rigore ai gialloblu, stavolta calciato da Guglielmi che spiazzava Franchi fissando il punteggio sullo 0-3.
A fine gara pioggia di proteste del pubblico locale all’indirizzo dell’arbitro Maresca e della sua assistente Mariarosaria Speranza. Qualche tifoso biancoceleste prendeva di mira anche Bifini che deluso e arrabbiato ha risposto polemicamente.
Ora il Centobuchi con questa sconfitta (l’undicesima complessiva, la quinta in casa) rimane in zona play out a meno 2 punti dalla salvezza diretta e col fiato sul collo del Miglianico che incombe dietro a un punto di distanza.
Domenica altra gara in casa per gli uomini di Piccioni, attesi da uno scontro diretto fratricida proprio con la squadra che è due punti sopra i biancocelesti ovvero il Luco Canistro che oggi ha impattato a reti bianche in casa con la Civitanovese.

L’Atletico Trivento errori arbitrali a parte non ha demeritato, facendo la sua gara e sfruttando i vantaggi (arbitrali) e alcune debolezze del Centobuchi. Con questo successo i molisani riprendono la loro marcia verso le zone alte della classifica. Ora sono sesti a -1 dalla zona play off e a -6 dalla capolista L’Aquila, e domenica riceveranno la visita del Casoli reduce dalla sconfitta interna col Chieti.

Diamo un’anticipazione delle interviste del dopo gara riportando una frase del lungo sfogo avuto in sala stampa dal tecnico Piccioni: «La prestazione della  terna arbitrale è stata vergognosa. Non è stata una partita di calcio, queste persone hanno impedito al Centobuchi di giocarsi la gara».
Risultati 19°Giornata (2°di ritorno) Campionato di Serie D Girone F:

Casoli -Chieti 0-2; Centobuchi -Atletico Trivento  0-3; L’Aquila -Morro d’Oro 3-1; Luco Canistro -Civitanovese 0-0; Olympia Agnonese -Nuovo Campobasso 0-1 ;  Real Montecchio -Miglianico 0-1;   Recanatese-Bojano 2-2; Renato Curi Angolana -Atessa Val di Sangro 1-1; Santegidiese -Elpidiense-Cascinare 4-0.

LA CLASSIFICA:  L’Aquila 39, Atessa Val di Sangro e Santegidiese 37, Civitanovese 35, Chieti 34, Atletico Trivento * 33,   Olympia Agnonese 31, Nuovo Campobasso  30 , Casoli e Recanatese * 27,   Bojano **  25, Luco Canistro 22, Centobuchi 20 , Miglianico 19,  Renato Curi Angolana   18 , Morro d’Oro 14,   Elpidiense Cascinare 10  , Real Montecchio 9.

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 855 volte, 1 oggi)