MONTEPRANDONE – Trascorse le vacanze pasquali con l’amaro in bocca, in virtù della sconfitta nel derby di Sant’Egidio alla Vibrata prima della sosta, il Centobuchi torna in campo contro un Morro d’Oro che, quinto in classifica a 5 lunghezze dai biancocelesti, al momento occupa l’ultimo posto utile per i play-off.
E anche se, forse per scaramanzia, a Centobuchi si preferisce non parlarne, lo scontro diretto con gli abruzzesi dirà una volta per tutte se gli uomini di mister Sestilio Marocchi potranno tentare un ultimo tentativo per raggiungere gli spareggi promozione, oppure se dovrà pensare soltanto a guardarsi le spalle per ottenere una salvezza tranquilla.
DUE SQUADRE CASALINGHE Il Centobuchi e il Morro d’Oro finora hanno dimostrato di trovarsi maggiormente a proprio agio davanti ai propri tifosi: al Comunale i biancocelesti hanno conquistato oltre i due terzi dei punti totali (27 su 39), mentre i teramani sono di gran lunga la squadra con il miglior rendimento interno (dieci vittorie, un pareggio e tre sconfitte che hanno fruttato ben 31 punti dei 44 in graduatoria).

Il Centobuchi non perde in casa dal turno prenatalizio al cospetto dell’Angolana, mentre i biancorossi non perdono fra le mura amiche da ben cinque mesi (vittoria del Campobasso lo scorso 1° novembre).
FATTORE CAMPO DECISIVO? Queste statistiche furono rispettate anche nella partita d’andata con il Morro d’Oro che ebbe la meglio al termine di una partita combattutissima e ricca di rimpianti per i piceni che sotto di un gol, prima passarono in vantaggio grazie a Corradetti e De Amicis, poi si fecero infilare due volte nel giro di tre minuti per il definitivo 3-2.

Anche stavolta il Centobuchi avrà dalla sua il fattore campo che, visto il rendimento di entrambe le squadre, dovrebbe risultare un grande vantaggio. Sull’altra sponda se sul terreno amico il Morro d’Oro è la squadra più forte del girone F, gli abruzzesi soffrono e non poco lontano da casa: nelle ultime quattro partite esterne hanno raccolto la miseria di 2 punti e non vince da oltre tre mesi (netto 0-5 a Bojano, il 23 dicembre).
FORMAZIONE Soliti problemi di formazione per mister Sestilio Marocchi che in difesa dovrà fare a meno di due pedine importanti come gli squalificati Corradetti e Troli, mentre Cameli e Ciotti non sono al meglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 494 volte, 1 oggi)