SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prende forma la nuova amministrazione a San Benedetto dopo le recenti elezioni.

Si è tenuta oggi, 29 ottobre, presso la sala consiliare del Comune di San Benedetto, la conferenza stampa di presentazione della nuova giunta comunale.

Il primo intervento è spettato al neo sindaco, Antonio Spazzafumo (Sanità, Risorse Umane, Sicurezza e Polizia Municipale, Relazioni Internazionali, Politiche del mare, Innovazione Tecnologica): “L’attesa era forte. Realizzare questa composizione non è stato difficile perché ho a che fare con persone preparate e disponibili, frutto di scelte ponderate per sfide importanti. Le prospettive sono buone; ci stiamo dando indirizzi ambiziosi, con obiettivi a breve e a lunga scadenza. Vedremo quello che riusciremo a portare avanti.”

Dopo una breve introduzione sulla giunta con un accenno alla femminilità e alla giovinezza del gruppo, hanno successivamente preso la parola uno ad uno tutti i componenti del nuovo consiglio comunale.

Il vicesindaco Tonino Capriotti (Lavori Pubblici, Politiche Ambientali, Sviluppo Sostenibile, Parchi e giardini, Decoro urbano): “Ci sono diverse opere che dovranno essere completate a breve. Non partiamo dall’anno zero grazie al lavoro svolto dalla precedente amministrazione. Progetteremo la San Benedetto del futuro; c’è tanto da fare, e chi lavora dovrà organizzarsi nel modo giusto. Quello che non mancherà è la nostra presenza, una delle responsabilità che la politica deve assumersi. Vogliamo coinvolgere la città, perché solo in questo modo l’amministrazione diventa forte.”

Bruno Gabrielli (assessore Urbanistica, Piano del Porto e Viabilità): “La città ha delle grandi aspettative, e questo ci deve indurre ad affrontare con disponibilità il percorso amministrativo. Intendiamo portare avanti la revisione del Pnrr. È un obiettivo ambizioso che puntiamo a raggiungere facendo squadra. La nostra sarà una presenza costante nel nostro ruolo di politici, con riferimenti nei vari settori. Presenza e condivisione sono due aspetti importanti, e noi politici dovremo essere bravi a valutare nei diversi contesti.”

Domenico Pellei (Bilancio, Patrimonio, Partecipate, Politiche Comunitarie): “In questa nuova avventura metteremo tenore e impegno. Cambieremo il metodo, e lo faremo tramite il lavoro.”

Lazzari Lina (cultura, Pubblica Istruzione, Università, Pari opportunità, Inclusione sociale): “C’è molto lavoro, con delle priorità che ci aspettano: una è la festività del Natale e l’altra è la stagione teatrale da programmare. Sono animata dalle migliori intenzioni. Sicuramente il settore della cultura si rapporta in maniera trasversale con gli altri assessorati. Il versante culturale è da riprogrammare e rinaturalizzare.”

Andrea Sanguigni (Sociale, Politiche Giovanili): “Le politiche sociali sono un’opportunità. È necessario creare un trade d’union tra chi lavora. L’ufficio è sprizzante di gioia e con voglia di lavorare bene. Abbiamo bisogno di avere un contatto con la città, con l’obiettivo di ricreare un tessuto sociale di unione e rafforzamento. Particolare menzione ai giovani; bisognerà integrare queste due deleghe in maniera bella e fruttuosa.”

Laura Camaioni (Attività Produttive, Servizi cimiteriali): “San Benedetto ha bisogno di ripartire con le attività commerciali, motore trainante della città. Ogni settore deve collaborare con l’altro.”

Cinzia Campanelli (Sport, Turismo, Protezione Civile): “Questa giunta è frutto di un grande gruppo. C’è l’ideale di portare un cambiamento nella nostra città. Ognuno cercherà di fare il meglio e di mettersi al servizio delle persone. Il personale degli ambiti assegnati è in gamba, e io potrò contare su di loro.”

 

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.