SAN BENEDETTO DEL TRONTO –Davide Di Pasquale, difensore classe 96, è tornato al gol nella vittoriosa trasferta di Trieste. Ecco le sue parole riportate dall’ufficio stampa della Samb.

“Un gol che ricorderò per molto tempo – dice il giocatore – soprattutto perché ci ha permesso di portare a casa tre punti importantissimi arrivati dopo quasi 90 minuti in inferiorità numerica (23 minuti anche 11 contro 9, ndr) su un campo dove la Samb non era mai riuscita a vincere”.

Di Pasquale è tornato poi a parlare del brutto infortunio che nella gara di Verona della scorsa stagione (Virtus Verona-Samb 1-2) lo tenne lontano dal campo fino al termine del campionato.

“Sono stati giorni durissimi – continua il difensore – devo ringraziare la mia famiglia e la mia ragazza per la vicinanza e soprattutto il fisioterapista, Marco Minnucci, che mi ha trattato come un figlio seguendomi, passo passo, per tutto il percorso di recupero. A lui devo tantissimo e non smetterò mai di ringraziarlo. Un grazie speciale va poi a tutta la Sambenedettese Calcio e in particolare al presidente Franco Fedeli che in quei giorni difficili ha deciso di allungarmi il contratto, dimostrandomi una grandissima vicinanza”.

Ora, però, è già tempo di pensare alla sfida di sabato quando al Riviera arriverà la Vis Pesaro: “Sarà una gara importantissima, vogliamo riscattarci dopo la brutta partita dell’andata. Sarà una partita difficile e dovremo affrontarla con lo stesso spirito e con la stessa concentrazione di Trieste”.

“Fuori dal campo conduco una vita normale – conclude Di Pasquale – frequento l’università (Scienze Motorie) e il tempo libero lo dedico alla mia ragazza, Federica, ai miei amici e alla mia famiglia”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.