SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Conferenza stampa pre-match per Paolo Montero, allenatore della Sambenedettese.

Domani pomeriggio alle 17.30 i rossoblu affronteranno al Benelli di Pesaro la compagine locale, reduce da due vittorie consecutive contro Cesena e Feralpi Salò.

A tenere banco sono però soprattutto argomenti non strettamente di campo.

Ci si chiede che aria si respiri nel gruppo squadra dopo la vittoria con l’Arezzo e le ultime vicende extracalcistiche. Montero è molto schietto: “E’ stata una settimana tranquilla. I giocatori hanno fatto un comunicato come lavoratori per ciò che riguarda gli aspetti extra-sportivi e non ci vedo nulla di strano. In campo abbiamo lavorato bene, li vedo in crescita sia mentalmente che fisicamente. Domani dopo le 17.30 vedremo se è così”.

E’ possibile che quello che è successo in settimana abbia costituito una sorta di liberazione per i giocatori e che questo possa riflettersi sulle prestazioni in campo?

“Non la vedo come una cosa grave o importante, che possa avere ripercussioni positive o negative sulle performances sportive. Succede in ogni contesto lavorativo. Se non si fosse rimasti in quell’ambito e si fossero invece toccati aspetti personali magari sì, l’emotività avrebbe potuto incidere. Ma il personale, l’umano sono rimasti fuori dalla vicenda”.

“Tutta la città si domanda – prosegue Montero – come sta la squadra, è inutile essere ipocriti. Ripeto, io li ho visti molto bene in settimana. Magari ci aiuta il fatto di essere una squadra con esperienza. Ci sono giocatori adulti, molti sono sudamericani che vengono da situazioni complesse. Sanno convivere con le pressioni”.

Vis Pesaro in ottima forma, due vittorie ed un pareggio nelle ultime 3 partite: “Sono una squadra forte fisicamente, vengono da un momento positivo. Sulle seconde palle e sui calci da fermo sono estremamente temibili. Ma anche noi stiamo crescendo, stiamo bene fisicamente. Non saranno a disposizione Padovan, Lombardo, Di Pasquale e Trillò. D’Angelo giocherà“.

Il rientro di Nobile? “Con noi prima dell’esonero aveva fatto bene, aveva salvato molte partite. In settimana l’avevo visto tranquillo e domenica abbiamo deciso insieme a Stefano (Visi, ndr) e Paolo Mancini di reinserirlo.”

Il più che probabile rinvio del match infrasettimanale con il Ravenna può determinare una gestione diversa del turnover? “In questo momento dobbiamo pensare solo alla Vis Pesaro, dobbiamo fare una bella gara domani. Poi vedremo se si gioca o non si gioca mercoledì e faremo le necessarie valutazioni. ”

 

 

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.