PADOVA – Padova-Samb 2-0. Le interviste post partita.

Paolo Montero: “Abbiamo fatto una bella partita, soprattuto nel primo tempo ma non dobbiamo togliere i meriti al Padova che è una squadra esperta e tra le candidate per vincere. Io sinceramente non posso rimproverare nulla ai miei. La partita è stata decisa dall’episodio del rigore ma non parlo degli arbitri, possono sbagliare come tutti. Non andrò neanche a vedere se era rigore”:

Mirko Miceli: “E’ stata una partita equilibrata fino al rigore per loro, certo c’erano assenze importanti tra noi ma non stiamo qui a cercare alibi o scuse. Adesso c’è una partita difficile contro il Vicenza e poi un’altra contro la Reggina ma il calcio è così. Il calcio è così” ribadisce il difensore “basta un episodio e perdi la partita. Noi abbiamo fatto una gara dignitosa ma era difficle fare di più contro una buona squadra come il Padova. Certo che il rigore è stato decisivo per cambiare la gara che fino a quel momento era equlibrata. Se c’era? Non l’ho visto anche se dalla reazione di Angiulli non è sembrato così netto”.

Claudio Santini: “Per me una specie di derby? No, a parte che ad Ascoli ho giocato appena sei mesi. Tutta l’Italia sa delle grande rivalità tra voi e l’Ascoli. La Samb è una buona squadra e lo ha dimostrato anche oggi. Secondo me lotterà fino alla fine per conquistare una delle prime posizioni. Non era facile batterla perché abbiamo iniziato contratti per via delle due sconfitte di fila”.

Salvatore Sullo (mister Padova): “Loro non hanno fatto nulla in quasi tutta la partita, abbiamo sofferto molto poco. Secondo me il rigore non ha influito sulla partita, noi abbiamo vinto meritatamente. Non parlo di arbitri, sono alla mia undicesima panchina, figuriamoci se mi metto a parlare di arbitri”. Sul momento no vissuto dai suoi fino a stasera: “Si devono ricordare, da ora in avanti, che conta quello che c’è davanti alla maglia, non quello che c’è dietro”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.