SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non poteva ripartire meglio la stagione di Berrettini. Fermo dall’inizio di giugno per un infortunio alla caviglia durante un match di doppio a Caltanissetta, Matteo è rientrato nel circuito questa settimana ed è in semifinale alla San Benedetto Tennis Cup senza aver perso ancora un set. Nell’ultimo quarto in programma oggi al Maggioni il 21enne romano ha battuto Joao Sousa, portoghese accreditato della sesta testa di serie, col punteggio di 62  64 in poco meno di un’ora e mezza. Come già successo nelle partite contro Arnaboldi e Giraldo, Berrettini è riuscito a comandare sempre lo scambio, riuscendo a sfruttare quasi tutte le occasioni che Sousa gli ha lasciato.

Nell’altro quarto Laslo Djere ha allungato a otto la sua serie di vittorie consecutive (alle 3 qui a San Benedetto si aggiungono le 5 che l’hanno portato a vincere il Challenger di Perugia domenica scorsa), vincendo una partita incredibile contro il francesino Benjamin Bonzi. Il serbo ha vinto 36 63 76, dopo aver annullato ben 6 matchpoint al suo avversario (3 sul 4-5 e altri 3 nel tiebreak conclusivo). Questa San Benedetto Tennis Cup si sta connotando come terra di conquista dei nuovi talenti: ben 2 dei quattro semifinalisti appartengono alla “Next Gen”. Il più anziano, si fa per dire, sarà proprio Coria, avversario di Berrettini, che ha 25 anni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 551 volte, 1 oggi)