SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb scalda i motori in vista del derby del “Bonolis” contro il Teramo, in programma sabato 1° aprile alle 18 e 30. Sotto lo sguardo vigile di Stefano Sanderra e del fratello Luca, i rossoblu hanno dato vita al secondo allenamento settimanale stamattina al Campo Europa, che sarà seguito da un allenamento pomeridiano giovedì e dalla rifinitura di venerdì mattina allo stadio.

Tra i più attivi nella Samb Alessandro Sabatino che tornerà disponibile dopo la squalifica presa a seguito del rosso rimediato a Salò. Il centrocampista romano infatti, si giocherà la maglia da titolare con Luca Lulli, tra i più positivi nella partita casalinga contro la Reggiana.

Un altro che scalpita per un posto a Teramo è Vittorio Bernardo, ex della sfida. L’attaccante siciliano ha infatti trascorso 6 mesi in Abruzzo a cavallo fra il 2013 e il 2014 collezionando 14 presenze condite pure da 4 gol. “Ho ricordi positivi di quei sei mesi” confessa Bernardo alla stampa dopo gli allenamenti “L’allenatore era Vivarini e c’erano diversi giocatori ancora in rosa adesso con i biancorossi, è stato un bel periodo anche se adesso la situazione sembra diversa da quelle parti.” La punta sta trovando spazio con il contagocce nelle ultime uscite, ma la situazione non sembra turbarlo: “Il calcio è così, l’importante è il lavoro settimanale e quando si lavora positivamente va sempre bene. Chi scende in campo lo decide il mister e Sanderra è uno che tiene tutti in considerazione”.

Bernardo poi confessa di essersi goduto, seppur per la maggior parte del tempo dalla panchina, la sfida contro la Reggiana: “E’ stata la partita più bella per intensità e gioco da quando sono qui” sottolinea ” e credo che se continuiamo a giocare così è ragionevole pensare anche al quinto posto”. Prima però c’è la partita contro i diavoli: “Un derby è sempre una gara particolare, il Teramo vuole evitare i playout e quindi darà tutto in campo. Anche noi però vogliamo difendere il sesto posto e avvicinarci al quinto quindi credo che sarà un partita dura ma che ambo le squadre giocheranno a viso aperto. Mi aspetto in ogni caso un Teramo che inizierà a spron battuto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)