CUPRA MARITTIMA – “Il comune recederà dal contratto per la realizzazione del Polo Scolastico, causa inadempienza da parte dei finanziatori tedeschi della Cupra Project”.” Sono queste le parole pronunciate dall’assessore Maddalena Marchetti lo scorso 18 luglio, in occasione della conferenza dui lavori pubblici, riportate dal gruppo Amici di Beppe Grillo.

Il movimento capitanato da Elena Russo ribadisce innanzitutto il dato secondo cui, il comune avrebbe dovuto ricevere una fideiussione di 1 milione di euro più 200 mila euro per gli espropri entro il 28 giugno, soldi che ancora non sono stati incassati. In base a quanto dichiarato dall’assessore Marchetti ai membri del movimento, nei prossimi giorni sarà interpellato un legale al fine di consentire la risoluzione definitiva del contratto, senza alcuna conseguenza per i cittadini.

Gli Amici di Beppe Grillo esprimono tutta la loro soddisfazione a riguardo: “Siamo lieti di come siano andati i fatti, e che il territorio sia stato salvato dai danni che avrebbe causato un progetto così scellerato. Siamo peraltro convinti che un discreto contributo l’abbiamo dato anche noi del Meetup di Cupra, per l’attenzione costante che abbiamo prestato nel corso degli anni”.

“Non dormiamo sugli allori però – continuano i grillini – adesso è indispensabile adoperarsi per ristrutturare l’attuale sede scolastica, da sempre obiettivo primario del nostro movimento politico, abbiamo però riscontrato il fatto che l’assessore Marchetti non fosse a conoscenza di questo progetto alternativo. Abbiamo tuttavia dato la nostra disponibilità ancora una volta, per dimostrare all’attuale amministrazione che non siamo semplicemente un movimento oppositore, ma una forza democratica, che raccoglie la partecipazione diretta dei cittadini. Ci auguriamo di poter contribuire ancora per il bene del paese”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 957 volte, 1 oggi)