SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dimissioni da assessore presentate, ma ancora non protocollate. Margherita Sorge ha comunicato il suo addio al sindaco Gaspari nella serata di venerdì, ma affinché diventi definitivo occorrerà attendere l’ufficialità, che non arriverà prima della prossima settimana.

La candidata alle primarie del Pd resta così titolare delle deleghe al turismo, alla cultura e alle politiche sociali, con il primo cittadino impegnato nella faticosa ricerca di un sostituto, all’indomani dei rifiuti di Irene Cicchiello e Monica Vallorani.

Ci si domanda a questo punto se il primo cittadino accetterà di mantenere i tre campi momentaneamente scoperti, o se formalizzerà il congedo della Sorge solo una volta riempiti tutti i tasselli.

La Sorge nel frattempo ha partecipato al convegno “Turismo ed Enogastronomia”, svoltosi all’Hotel Calabresi. Un evento rientrante negli appuntamenti della sua campagna elettorale, finanziata anche attraverso un contributo volontario richiesto ai partecipanti al termine dell’incontro.

“San Benedetto ha investito molto sul turismo – ha detto – abbiamo promosso delle spedizioni internazionali sempre portando con noi le nostre specialità enogastronomiche. I nostri prodotti sono testimoni del territorio. Penso che questa città non possa essere autonoma, deve essere piuttosto riferimento di un territorio più ampio. Il pubblico ha un grosso onere: accompagnare l’azione dei privati, delle categorie, degli imprenditori. Si creino le condizioni per rilanciare ed investire. Dobbiamo puntare alle infrastrutture e alla qualità della vita”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 573 volte, 1 oggi)