TERAMO – Blitz della Squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di Teramo. Nell’ambito dei controlli finalizzati a frenare il dilagante fenomeno delle truffe in danno di società di assicurazioni, sono stati denunciati E.F. e E.N. (entrambi teramani) per truffa.

I due adescavano i “clienti” presso posteggi di esercizi commerciali dove, dopo aver parcheggiato la loro auto con danni alla carrozzeria, si appostavano scegliendo il veicolo adatto (con giusti danni alla carrozzeria) e guidato da una sola persona, presumibilmente donne o anziani.

Nel momento in cui questa transitava vicino all’autovettura dei truffatori, per poi parcheggiare in uno degli spazi utili, veniva avvicinata dagli stessi ed accusata di aver lievemente urtato il loro veicolo.

L’illecita condotta determinava l’avvio dell’iter procedurale di denuncia sinistro, anche contro la volontà della “controparte”, ottenendo dalla propria Compagnia di Assicurazioni il risarcimento del danno in misura esigua, in attesa dell’arbitrato con la Compagnia della controparte.

Gli agenti stanno esaminando episodi simili e vagliando alcune perizie di sinistro, al fine di accertare se i truffatori avessero  impiantato una vera e propria organizzazione dedita alle truffe.

Indagini sono in corso circa un altro diffuso fenomeno, quello del trucco della “rottura dello specchietto”, che in questi ultimi giorni ha interessato anche Teramo con due diversi episodi proprio nelle vie urbane della città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 589 volte, 2 oggi)