SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il buon cibo si unisce alla cultura. Lo Slow Food di San Benedetto del Tronto – Valdaso parteciperà alla settima edizione dello Slow Fish. L’evento, proposto con cadenza biennale, avrà luogo a Genova tra il 14 e il 17 maggio.
Otto scuole di cucina parteciperanno alla kermesse culinaria e sarà ospite lo chef Moreno Cedroni con una presentazione delle virtù del baccalà.
Titolo di questa edizione sarà “Cambiamo rotta”. Il gioco di parole vuole “focalizzare l’attenzione sul problema degli sprechi e dell’inquinamento”, come evidenzia Alessia Consorti.
Emanuele Troli della cooperativa Blue marine service spiega che verrà presentato il poliplat, un materiale biodegradabile ottenuto da zuccheri vegetali. “Il polistirolo non può essere recuperato se molto sporco, spiega Troli, e il mercato ittico di Genova è il posto migliore dove presentare questa innovazione”. Altra novità proposta allo Slow Fish è marenà, una preparazione alternativa del tradizionale pesce secco. Alessia Consorti sottolinea che questo prodotto sarà servito insieme al Pecorino Zagros invecchiato 12 mesi in botti di Rovere.
Forte quindi l’integrazione dell’associazione Slow Food con il territorio, tanto che il mercatino ittico di San Benedetto è stato inserito nell’ultima edizione della guida “Fare la spesa con slow food”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)