GROTTAMMARE – Un finale dai risvolti scoppiettanti quello del Pdl, nella corsa alle comunali 2013 di Grottammare. Dal ritiro di Maria Grazia Concetti, alla candidatura in pompa magna di Filippo Olivieri (“Ora tocca a me!” ndr), a Raffaele Rossi che all’inizio si era tirato fuori e in un secondo momento dichiarava: “Metto a disposizione la mia candidatura a patto che aggreghi perché non c’è nessun bisogno disgregare ulteriormente”. Poi ancora la Concetti che torna alla carica e inaugura una nuova “sede elettorale” insieme a Magdi Cristiano Allam.

“Siamo ormai agli sgoccioli-commenta il coordinatore provinciale del Pdl Andrea Assenti– entro la settimana prossima scioglieremo ogni riserva. Devo ammonire il comportamento di Maria Grazia Concetti che non può parlare come capogruppo e candidato sindaco per il Pdl di Grottammare e coodinatore del movimento Io amo l’Italia (vedi foto)”.

Assenti si riferisce all’inaugurazione della nuova “sede elettorale” con Allam come ospite e alla presenza dell’avvocato come “coordinatore comunale” sul sito nazionale del deputato parlamentare.

“Delle due una- continua Assenti- sono posizioni incompatibili. Chiedo chiarezza. Dovrà spiegare l’equivoco. Avevamo proposto anche le primarie per Grottammare ed è stata la Concetti a rifiutarle. Tutto questo è inaccettabile”.

Di fatto, aggiungiamo noi, per Filippo Olivieri si avvicina sempre di più l’ufficialità come candidato sindaco di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 859 volte, 1 oggi)