L’AQUILA – Pene ridotte ma in gran parte confermate nella sentenza di appello relativa a Franco, Marcello e Giovanni Tormenti, proprietari della Navigo.it e ex proprietari della Samb Calcio nel periodo 2006-09.

Un anno e mezzo di libertà vigilata per i tre fratelli e riconosciuta l’associazione per delinquere. Le pene sono state ridotte: 4 anni e 8 mesi per tutti e tre (in primo grado 9 anni a Franco e Marcello, 6 per Giovanni). Ridotta parzialmente la confisca, da 3 milioni a 2,7 milioni.

Confermata dalla Procura aquilana l’assoluzione di Maurizio Di Biagio, considerato l’uomo di fiducia della famiglia Tormenti, e di una delle loro cognate, Graziella Mauloni.

L’accusa riguardava una maxi evasione Iva attraverso una vendita fittizia di prodotti di telefonia mobile (cosiddetta truffa “carosello”).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.451 volte, 1 oggi)