MARTINSICURO – L’è tutto da rifare. La terza sezione della Cassazione ha accolto il ricorso dei fratelli e ha cancellato la sentenza d’Appello, nella quale i tre ex proprietari della Samb Calcio erano stati condannati.

Quindi tutto è rinviato alla Corte d’Appello di Perugia.

Si ricorderà che in primo grado sia Marcello che Franco furono condannati a nove anni mentre Giovanni a 6, tutti per truffa ed evasione fiscale su 77 milioni di euro. L’Appello aveva mitigato le pene per i proprietari della Navigo.it, ritenendoli comunque colpevoli: 4 anni e 8 mesi per tutti e tre. Eppure l’accusa della Procura teramana chiedeva anche il riconoscimento dell’associazione a delinquere, per i quali i giudici di primo grado avevano assolto i tre fratelli di Martinsicuro. In appello, inoltre, la confisca di beni era stata ridotta da 3 milioni a 2 milioni e 700 mila euro, mentre era stata confermata l’assoluzione per Maurizio Di Biagio, uomo di fiducia del trio, per non aver commesso il fatto.

Ora, però si ricomincia daccapo. O quasi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.848 volte, 1 oggi)