QUI LA SECONDA PARTE DELLA DIRETTA DA MARTEDì 7 FEBBRAIO

***per segnalare disagi di ogni tipo, commenta questo articolo o scrivi a info@rivieraoggi.it – per inviare le foto: info@rivieraoggi.it oggetto: neve – per vedere i nostri video: clicca qui – Per vedere la seconda galleria di foto: clicca qui, per la terza fotogallery clicca qui, per la quarta fotogallery clicca qui***

ORE 12:30 Sulla costa la precipitazione ha leggermente allentato, mentre ci segnalano che nelle zone interne del Piceno la neve continua a cadere con sempre più forte vigore

ORE 12 BOLLETTINO ODIERNO PROTEZIONE CIVILE Cielo: nuvoloso o molto nuvoloso Precipitazioni: deboli nevicate diffuse nelle zone interne con cumulate a fine giornata stimate attorno ai 15cm, locali deboli nevicate lungo il litorale (ma la nevicata è stata forte dalle 8 alle 12, ndr). Fenomeni in attenuazione dal tardo pomeriggio e da nord verso sud. Temperature: stazionarie o in lieve aumento. Venti: moderati nord orientali con rinforzi fino a forti lungo la costa in particolare sul litorale settentrionale. Mare: molto mosso, agitato sul litorale settentrionale. Fenomeni Particolari: nessuno

ORE 11 Un camion della ditta Bernardini ha perso il controllo ed è precipitato sul ponte sul Tronto, sulla Autostrada 14, attorno alle 2 di notte. Il conducente, in base alle prime informazioni disponibili, risulterebbe illeso. Il mezzo, dopo un volo di venti metri, è andato distrutto. Presto informazioni.

ORE 10:50 QUI ARQUATA Il sindaco Domenico Pala: “La Salaria è sgombera dalla neve fino al confine regionale grazie  all’ottimo lavoro dell’Anas, e anche le strade provinciali consentono il passaggio delle automobili naturalmente con catene o gomme termiche. Anche le principali strade comunali sono transitabili grazie al lavoro che nella notte è stato svolto da cinque mezzi, uno comunale e quattro privati, dalle 5. Alle 8 le arterie sono tutte scorrevoli – dice il primo cittadino arquatese – Abbiamo un problema a Colle di Arquata, dove c’è un metro e mezzo di neve e dove venerdì scorso è saltata l’energia elettrica, ma anche lì l‘Enel si è mossa subito ed è attivo un gruppo elettrogeno autonomo, caricato di nafta ogni notte da un ragazzo, che consente l’arrivo dell’energia nelle case. Abbiamo attivato i ragazzi della Protezione Civile che fanno la spesa alimentare per gli anziani in modo che non debbano uscire. Qui da noi siamo abituati a queste nevicate e la popolazione è attrezzata, per cui riusciamo ad evitare che l’emergenza non riesca ad essere gestita. Qui in comune di alterniamo io e il vicesindaco Sandro Nesi. Dalle 8 ha ripreso a nevicare forte e ci sono 20-30 centimetri di neve, ma i mezzi passano di continuo garantendo i collegamenti”.

ORE 10:50 QUI MONTEGALLO “Qui è bufera, ma le strade sono transitabili. Abbiamo un metro di neve, e nelle zone più alte anche di più – ci dice il vigile urbano di Montegallo, Carboni. Che però aggiunge: “Qui da noi in questo periodo è normale assistere a nevicate del genere e anzi in alcuni anni ne è venuta giù ancora di più. Certo che non è ancora finita, sta nevicando ancora molto forte”.

ORE 10:30 Ci ha contattato la famiglia Stabile, che vive in un casolare di contrada Monte Renzo. Padre, madre e figlio di 14 anni non riescono ad uscire con l’automobile da venerdì: “Fuori dalla porta abbiamo 20 centimetri di neve, ma per prendere la strada dobbiamo risalire e il vento ha ammucchiato un metro e forse più di neve. Con la macchina non riesco ad uscire ed un amico venerdì ha provato a portare la pala ma anche la sua aut0mobile ad un certo punto è affondata e non è riuscito a raggiungerci. Siamo dentro casa da venerdì, ho chiamato più volte i vigili ma non si è visto nessuno. Chiedo un aiuto per togliere questa neve, altrimenti non riesco ad uscire, poi riusciamo a cavarcela”. La caldaia del riscaldamento è fuori funzione, “ma quello non è un problema, dice il signor Giovanni. Giriamo la sua richiesta alle autorità di competenza affinché intervengano.

ORE 9:30 QUI ASCOLI Castelli: “Notte relativamente tranquilla a parte il vento che ha prodotto l’accumulo di neve ai bordi delle strade in altura. Il Ciip non segnala disservizi di particolare rilevanza al sistema idrico. I mezzi comunali sono già in azione dalle sei di questa mattina sia nelle frazioni che che nei quartieri cittadini”

ORE 9:30 Il Comune di San Benedetto in contatto con un fornitore polacco di sale per evitare imprevisti. Scrive il sindaco Gaspari nella notte:  “I mezzi spargisale sono al lavoro, e questa sera alla centrale operativa della protezione civile ci siamo procurati altri 300 quintali di sale (domattina andranno a caricarlo a Santa Margherita di Savoia, siamo in contatto anche con un fornitore di sale polacco per le emergenze”.

ORE 9:30 Una vera bufera di neve.

ORE 9 RIPRENDE LA DIRETTA Cari amici, riprendiamo a scrivere in questa diretta che è diventata infinita, dopo ben quattro giorni di freddo e neve. L’annunciata ennesima perturbazione si sta scatenando definitivamente nel momento in cui scriviamo con una nevicata fortissima su tutto l’Adriatico e gli Appennini. Nella notte un vento minaccioso ha sferzato paurosamente città e campagne, alzando nuvoloni di polvere nevosa come poche volte è capitato di vedere. Un pensiero va a chi non ha una casa, col cuore.

ORE 20 Fiocchi di neve granulosa che in pochi minuti hanno imbiancato tutte le strade. Si è formato uno strato di ghiaccio agli angoli delle strade e sui marciapiedi. Le folate di vento iniziano a diventare fortissime e alzano polveroni di neve dalla strada. Atmosfera “infernale”.

 

ORE 19:50 BOLLETTINO FAZZINI SU SAN BENEDETTO CRITICITA IN AUMENTO – Nelle prossime 12 ore, il passaggio di una linea di instabilità collegata alla depressione centrata sulla Puglia determinerà precipitazioni nevose di moderata intensità. Il tempo migliorerà gradualmente dal primo pomeriggio di domani . Secondo il metereologo nelle 24 ore il cumulo di neve su San Benedetto potrebbe raggiungere i 10/12 centimetri.

 

ORE 19:40 PREVISIONI TREMENDE Da Ilmeteo.it: ATTENZIONE vortice ciclonico in formazione stasera sullo Ionio con venti forti da nordest siberiani. Grave peggioramento del tempo nel corso del pomeriggio-sera e notte su tutto il sud con neve fino in pianura, emergenza in Puglia con neve poco fuori Bari, tanta su Murge e Foggiano, tutta la Basilicata, Irpinia, 20 cm ogni 6 ore sulla Calabria, neve anche a Napoli dalle 22. Neve su nord Sicilia, tutte le Adriatiche e Romagna. Venti fortissimi da nordest in serata.  ATTENZIONE: Martedì fiocchi al nordest, ancora Emilia Romagna e tutte le Adriatiche, al sud e nord Sicilia, debole su resto del nord. ATTENZIONE: GIOVEDI ennesimo impulso siberiano da nordest. ATTENZIONE: VENERDI – SABATO-DOMENICA vortice sull’Italia, neve al centrosud fino in pianura, anche su coste adriatiche, a Roma e Napoli, Lazio Campania, Puglia, ancora sull’ Emilia Romagna e Marche molto forte con vera emergenza e tendenza a risalita dei fenomeni sul Veneto
ORE 19:40 PREVISIONI ASCOLI Ilmeteo.it: Stanotte minima a -3 con neve tutto il giorno di martedì. Mercoledì nevischio, temperature massime 2 gradi per tutta la settimana, da venerdì a domenica attesa neve con temperatura massima 0° C.
ORE 19:20 PREVISIONI SAN BENEDETTO Ilmeteo.it: Neve forte a partire dalle 20 di questa sera e per tutta la giornata di martedì 7. Pausa mercoledì e giovedì con temperatura massima 4 gradi, poi venerdì sabato e domenica rischio ancora di forti nevicate come quelle attese in queste ore.
ORE 19:10 ASCOLI, SCUOLE CHIUSE GIOVEDì? Il sindaco Castelli dice che “è molto probabile che le scuole restino chiuse giovedì, anche se decideremo domani e dipenderà dallintensità delle precipitazioni”.
ORE 18:25 D’ERASMO SINDACO DI RIPATRANSONE A RIVIERA OGGI Il sindaco di Ripatransone: “Il problema sarà legato anche al forte vento. Martedì 7 sarà il giorno più critico, speriamo che da mercoledì le cose migliorino”. Infatti da almeno mezz’ora si sono alzate raffiche di tramontana fortissime.
ORE 18:05 ASCOLI PROROGA CHIUSURA DEI CIMITERI AL 12 FEBBRAIO.E’ stata prorogata la chiusura dei cimiteri di Ascoli sino al 12 febbraio 2012 compreso, salvo il ripristino anticipato delle necessarie condizioni di sicurezza. Verranno, comunque, garantite le operazioni cimiteriali (inumazioni, tumulazioni, cremazioni ecc.) nonché il deposito di salme all’interno della camera mortuaria. OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE CON CATENE E GOMME TERMICHE Con ordinanza del Sindaco è stato disposto il divieto della circolazione veicolare privata nel territorio comunale per tutti gli autoveicoli sprovvisti di catene a bordo o di gomme termiche/invernali e per tutti i ciclomotori e motoveicoli. Le eccezioni riguardano medici, taxi, servizi tecnici, trasporto medicinali e valori.
ORE 18 ASCOLI Rinviato, per maltempo, al 1° marzo il concerto di Ivano Fossati . Si doveva svolgere l’8 febbraio al teatro Ventidio Basso,
ORE 17:50 OFFIDA “La situazione delle strade ad Offida è buona – scrive il Comune di Offida – Tutte le arterie comunali sono infatti aperte e percorribili. Si è conclusa proprio nella mattinata la riunione operativa attraverso la quale si è riusciti a garantire la percorribilità di tutte le strade del Comune sebbene il Sindaco induca alla massima cautela negli spostamenti e all’utilizzo di pneaumatici adatti.  L’auspicio del Sindaco inoltre è che la Provincia di Ascoli Piceno possa, al pari delle altre province marchigiane, dichiarare al più presto lo stato di calamità naturale. 
 “Sono state giornate molto difficili – ha commentato Lucciarini – con criticità straordinarie che hanno messo a durissima prova la pianificazione dell’emergenza ma sono fiero di poter dire che abbiamo retto grazie al coordinamento dell’Amministrazione Comunale, dei suoi funzionari, grazie al puntuale lavoro degli operai interni e a quelli delle nostre società, grazie ai mezzi dei privati che con la loro professionalità hanno garantito sinergia d’azione, grazie ai ragazzi del gruppo comunale della Protezione Civile sempre utili e presenti. Grazie a tutti gli offidani”.

ORE 17:40, MONTEPRANDONE Da giovedì ad oggi in tutto il territorio di Monteprandone sono stati sparsi più di 100 quintali di sale e altrettanti saranno distribuiti nelle prossime ore. Oltre al personale della Polizia Municipale le maggiori criticità sono state affrontate con il supporto dei volontari della locale sezione della Protezione Civile e dei “Nonni Civici”, gli anziani che ormai da cinque mesi impiegano il loro tempo libero e la loro esperienza per la cura del paese e per rendere più sicuri i luoghi più frequentati. Sono stati proprio i “nonni civici” ad operare attivamente per liberare i marciapiedi e  le strade del centro storico di Monteprandone dal ghiaccio. Ovviamente la Polizia Municipale invita i cittadini a segnalare le maggiori criticità al proprio centralino che risponde al numero 0735-71951 oppure è possibile rivolgersi direttamente alla sezione locale della Protezione Civile che ha sede in via della Stazione.

ORE 16:55 ANCONA, MORTO 70ENNE Probabilmente per il freddo. Si trovava in un pollaio, nella frazione Barcaglione: un’infermiera sua parente ha tentato inutilmente di rianimarlo. L’anziano è spirato durante il trasporto in ambulanza in ospedale. Tempestivi i soccorsi, dice la Protezione civile.

ORE 16:50 Ci scrive un lettore da Acquaviva:  “Sottolineo il degrado organizzativo nei confronti della pulizia stradale del comune di Acquaviva Picena. Capisco bene che le varie manovre governative hanno impoverito i comuni ma vedere strade provinciali piene di ghiaccio mi pare assurdo. Non so quanto costi il sale ma non è un mio problema o per lo meno in parte. Nei paesi limitrofi il sale è stato sparso per le strade che si presentano pulite, ameno dalla formazione del ghiaccio. La mia non vuole essere una lettera minatoria ma una presa di coscienza”.

ORE 16:30 CIA Disagi a causa del maltempo anche sul comparto agroalimentare ascolano. Paralizzati i trasporti di latte, uova, frutta, ortaggi e carne. Il gelo si è abbattuto sulle colture agricole con gravi danni nelle zone di campagna. Molte sono le aziende rimaste isolate e sono a rischio tantissimi allevamenti bovini, suini, ovini e avicoli. A causa dell’impercorribilità delle strade rurali, infatti, è impossibile l’approvvigionamento di mangime e foraggio. A lanciare l’allarme è la Cia (Confederazione italiana agricoltori) tramite il presidente provinciale di Ascoli Piceno e Fermo, Massimo Sandroni:

ORE 16:20 MALTEMPO: LA GIUNTA SPACCA APPROVA DELIBERA PER COINVOLGERE I CASSAINTEGRATI Massima allerta  a Palazzo Raffaello per far fronte al maltempo che sta imperversando da giorni. Questa mattina la giunta regionale ha approvato un provvedimento per un milione di euro per integrare del 10% le indennità dei cassaintegrati marchigiani che si presenteranno volontariamente ai Comuni sin da subito per partecipare agli interventi di soccorso delle persone che si trovano in difficoltà. “Ci auguriamo – afferma il presidente Gian Mario Spacca – che siano in tanti a rispondere visto che nelle Marche abbiamo 45mila lavoratori in cassa integrazione. La situazione è particolarmente difficile soprattutto sulla dorsale appenninica che passa per Amandola, Fabriano e Urbino. La Protezione Civile sta lavorando senza sosta da giorni e ringraziamo le Regioni della Val d’Aosta, del Piemonte e Bolzano per aver messo a nostra disposizione dei mezzi nonostante siano anche loro in difficoltà.  Esiste – sottolinea Spacca –  una situazione di emergenza “di fatto” che affrontiamo nella massima collaborazione con tutti i soggetti competenti, ma nessuna Regione ha decretato lo stato di emergenza nazionale perché privo di effetti pratici e per evitare che, in base al decreto Milleproroghe, come già accaduto nel caso dell’ alluvione, a pagare siano di nuovo i cittadini”. Lo stato di emergenza comporterebbe infatti un ulteriore aumento dell’accise sul carburante.

ORE 16:05 FRANCESCO AMELI (PD): “Le foto del sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli e quella di Alemanno a Roma, hanno lo stesso scopo: distrarre i cittadini dai problemi dovuti alla mancanza di pianificazione, quasi a voler nascondere un sincero “arrangiatevi”. Il Comune ha impiegato 72 ore per dare un numero di telefono per le emergenze”.

ORE 16 TORNEO DI VIAREGGIO Impossibile giocare al Riviera delle Palme la prima giornata del girone 7 del Torneo di Viareggio. Spartak Mosca-Torino si giocherà allo Stadio di Sarzana, provincia di La Spezia, mentre Olè Brasil-Samb si giocherà al centro sportivo Ocres di Villalba, a Guidonia. Se non ci saranno modifiche il 9 febbraio si giocherà la seconda giornata nella Riviera delle Palme, come da programma.

ORE 15:45 MALTIGNANO Anche a Maltignano scuole chiuse fino all’8 febbraio.

ORE 15:45 CASTEL DI LAMA Anche a Castel di Lama il sindaco ha deciso di chiudere le scuole sia martedì che mercoledì prossimi.

ORE 15:45 APPELLO CASTELLI “Per coordinare le tante associazioni, i gruppi spontanei e i moltissimi cittadini che si sono resi disponibili a collaborare volontariamente per l’emergenza neve ho stabilito che si faccia capo al dottor Giancarlo Silvestri, responsabile della Protezione Civile Comunale di Ascoli Piceno. Potete contattarlo al numero 3204342539. Grazie di cuore”.

ORE 15:15 PREVISIONI TEMPERATURE PROTEZIONE CIVILE MARCHE 8 FEBBRAIO Minima ore 5, massima ore 14. Ascoli Mozzano -2 / 2; San Benedetto 2 / 3; Montemonaco -6 / -3; Ancona 1 / 3; Porto Sant’Elpidio 0 / 2; Pesaro 0 / 2; Macerata – 3 / 0; Camerino -4 / -2; Jesi -2 / 1; Fabriano -4 / 0; Senigallia -1 /2; Urbino -2 /0.

ORE 15:15 PREVISIONI TEMPERATURE PROTEZIONE CIVILE MARCHE 7 FEBBRAIO Minima ore 5, massima ore 14. Ascoli Mozzano -1 / 1; San Benedetto 0 / 1; Montemonaco -6; -5; Ancona 0 / 2; Porto Sant’Elpidio -1 / 1; Macerata -3 / -2; Camerino -6 / -4; Pesaro -3 / 3; Senigallia -3 / 1; Fabriano -6 / -2; Urbino -5 / -3.

ORE 15 PROTEZIONE CIVILE PREVISIONI PER MERCOLEDì 8 FEBBRAIO Cielo: nuvoloso con possibili schiarite nel corso del pomeriggio. Precipitazioni: durante la mattinata residue nevicate più probabili nelle zone interne; fenomeni assenti nel pomeriggio. Temperature: stazionarie. Venti: moderati nord-orientali, in attenuazione dal pomeriggio. Mare: molto mosso con moto ondoso in attenuazione dal pomeriggio. Fenomeni Particolari: gelate

ORE 15 PROTEZIONE CIVILE PREVISIONI PER GIOVEDì 9 FEBBRAIO TEMPERATURE IN DIMINUZIONE Cielo: sereno o poco nuvoloso al mattino, aumento delle velature dal pomeriggio. Precipitazioni: assenti. Temperature: in diminuzione. Venti: deboli nord-orientali. Mare: molto mosso. Fenomeni Particolari: durante la notte ed al primo mattino gelate diffuse.

ORE 15 PROTEZIONE CIVILE PREVISIONI PER 7 FEBBRAIO Cielo: molto nuvoloso o coperto; Precipitazioni: diffuse nevicate su tutta la regione, con quantitativi medi di neve cumulata attorno ai 15cm sulla fascia costiera e 40cm sulle zone interne; Temperature: in lieve aumento, ma con valori sempre al di sotto dello zero; Venti: moderati o forti nord-orientali
. Mare: agitato, in particolare sulla costa settentrionale; Fenomeni Particolari: gelate

ORE 14:50 Nevicherà ancora nelle Marche e in Abruzzo, almeno fino alla mattinata di mercoledì 8 febbraio. Lo annuncia un avviso di condizioni meteo avverse diffuso dalla Protezione civile. Nelle prossime 24-36 ore sono previsti fino a 15 centimetri di neve fresca lungo la fascia costiera, e 30-40 centimetri nelle zone interne, con picchi superiori ai 50 cm in alcune località. Temperature sotto lo zero, gelate notturne e vento fino a 80 km orari. Il mare sarà molto mosso, con onde alte 2 metri.

ORE 14:50 Ad Ancona, per liberare le frazioni isolate dalla neve dalla mattina del 6 febbraio interverrà l’Esercito. Il sindaco Fiorello Gramillano e l’assessore alla Protezione civile Fabio Borgognoni hanno avuto un incontro con i militari del Genio di Piacenza e del 28/o Reggimento di Pesaro, che metteranno a disposizione uomini e mezzi: 14 spalatori dell’Esercito da Pesaro da impiegare nelle frazioni, mentre da Piacenza arriveranno altri 17 addetti, con 6 mezzi spazzaneve, impiegati fino alla fine della settimana.

ORE 14:35 SAN BENEDETTO Riunione in Municipio convocata alle ore 14 dal Sindaco per fare il punto sulla situazione. “Presenti i tecnici comunali, della Polizia Municipale, di Picenambiente, di Multiservizi. Non si registrano criticità particolari, grazie anche al fatto che i mezzi spargisale e gli operai intervengono continuamente per monitorare la situazione e, se è il caso, intervenire. Finora sono stati distribuiti sul territorio comunale circa 200 quintali di sale, ne resta altrettanto nei magazzini ma per precauzione ne sono stati ordinati altri bancali. In attesa delle annunciate, nuove nevicate, il pericolo maggiore attualmente è il ghiaccio. Poichè è impossibile raggiungere tutti gli spazi pubblici della città, il Comune invita i cittadini ad uscire solo se necessario. In particolare, si rivolge un invito ad evitare di recarsi al Cimitero dove le pavimentazioni in travertino possono rappresentare una seria insidia. Una nuova riunione è prevista per le 21,30 nella sede della Protezione civile ma già sono state date disposizioni per il monitoraggio serale e notturno della città, con particolare attenzione per gli assi viari di collegamento nord sud, gli attraversamenti sui torrenti, le strade di accesso alla zona collinare, le rampe dell’Ascoli Mare”.

ORE 13:35 Grottammare, ordinanza del sindaco Merli: scuole chiuse il 7.

ORE 13:30 Ascoli, rinviato il concerto di Raphael Gualazzi in programma al Ventidio Basso il 7. Si terrà sabato 18, alle 21

Ore 13.20 Il Comune di Monteprandone  invia  un comunicato stampa con ordinanza inoltrata di chiusura scuole: “Visto il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche il  sindaco Stefano Stracci ha emanato l’ordinanza, con la quale ha predisposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e dell’asilo nido per la giornata di martedì 7 febbraio 2012.”

ORE 13.15 BOLLETTINO DI MASSIMILIANO FAZZINI – Criticità in aumento – intense correnti nord-orientali determineranno, per le prossime 24-30 ore  nuove moderate nevicate, a prevalente carattere di rovescio e tormenta in collina a causa di u nnetto rinofrozo del vento.

Ore 13.10 Comune di Amandola, risponde Marino Conti dell’ufficio Tecnico: “Abbiamo sfiorato gli 80 centimetri di neve. Le strade sono abbastanza percorribili, ovviamente con difficoltà. Le temperature sono intorno ai -5°C. Sta continuando a nevicare. Le scuole saranno chiuse fino a mercoledì 8 febbraio”.

Ore 13 Ascoli, le scuole resteranno chiuse martedì e mercoledì

Ore 12.50 Il sindaco Gaspari, sentito con l’assessore Spadoni. Hanno confermato lo svolgimento del consiglio comunale aperto alle ore 18 sui trasporti. Il primo cittadino Sambenedettese scrive anche su FaceBook: ” Il professor Fazzini ci ha inviato le proiezioni sulle condizioni metereologiche per domani e mercoledì, stanotte dovremmo avere 4-6 cm di neve; alla luce di queste previsioni emetterò una nuova ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per martedì 7 febbraio”.

Ore 12.40 Comunicato comune di Cupra – Scuole chiuse fino a mercoledì 8 febbraio. Il Sindaco Domenico D’Annibali ha effettuato una nuova ordinanza di chiusura scuole: “Martedì 7 e mercoledì 8 febbraio saltano le lezioni per le classi di ogni ordine e grado”.

Ore 12.36 Comune di Montalto delle Marche – responsabile ufficio tecnico: “Sta nevicando ancora molto. Siamo arrivati a circa 50 centimetri di neve. Oggi e domani ordinanza di chiusura per le scuole. Si deciderà se riaprire nella giornata del 7 febbraio. L’allerta meteo dichiara attenuazioni di precipitazioni nevose nella mattinata con fenomeni d’intensificazione nel pomeriggio. Le strade sono percorribili, abbiamo utilizzato 12 quintali di sale. Ora sta scarseggiando, faremo un nuovo ordine. I tetti sono pieni, decideremo se rimuovere i cumoli di ghiaccio e neve in base alle nuove previsioni meteo”.

Ore 12 Arquata Del Tronto – frazione Spelonga. Ci risponde una dipendente del bar Tanzi Cesira: “ Siamo arrivati a un metro e venti centimetri di neve. Sta continuando a scendere. Questa mattina presto la temperatura era di -7° C, in questo preciso istante siamo a -4°C. Le scuole sono chiuse. Per domani hanno annunciato ancora neve. Le strade sono percorribili, noi siamo tutti attrezzati con catene e termiche”

Ore 11.50 a parlare è il consigliere comunale di Ascoli, lista Castelli, Marco Cappelli: “Tutti pronti ad aspettare il problema, ad augurarsi il problema, per poi fiondarsi nei soliti ingiustificabili ed infondati attacchi alle istituzioni cittadine. Ed anche questa volta hanno toppato in pieno perché non si sono neppure accorti che, mentre loro erano sul trespolo a gufare contro la città, la parte buona di quest’ultima collaborava con l’amministrazione a ripristinare la viabilità spalando la neve e fornendo mezzi e braccia al personale nel solo interesse di ridurre al minimo il disagio per tutti i cittadini”.

ORE 11.40 Comune di Montemonaco: “Qui sta ancora nevicando, siamo arrivati a circa un metro di neve. Domani le scuole saranno probabilmente chiuse. L’allerta meteo prevede la giornata più fredda per domani 7 febbraio. Mercoledì sarà stabile e giovedì prevista ancora neve”.

ORE 11.25 I primi cittadini “bersagliati” su Facebook da genitori e studenti. Da Gaspari a Stracci, la domanda è sempre e solo una: “Signor sindaco, domani le scuole saranno aperte?”. Entro il primo pomeriggio dovrebbero essere diramati comunicati ufficiali in merito.

ORE 11.10 Comunicato di Riego Gambini, di MeteoRivieraPicena: “Se le attuali previsioni indicate dai modelli saranno confermate anche nelle prossime ore, a partire dal pomeriggio di mercoledi 7 febbraio 2012 lungo le nostre coste potrebbe verificarsi una nuova mareggiata di grado 5 della scala Douglas (altezza onde dai 2.5 ai 4 mt.)”.

ORE 11 Acquaviva: Comune telefonicamente irraggiungibile. Daniela Straccia, capogruppo d’opposizione in consiglio comunale, attacca: “Ci sono lamentele generali, le strade non vengono pulite. Sabato il comune era chiuso e la gente non sapeva a chi rivolgersi. Una situazione paradossale, nonostante gli avvisi e le allerte. Non c’era un vigile in giro. Uno dei trattori con pala spazzaneve non era munito di catene e quindi era inutilizzabile. Stavolta sapevamo tutti cosa ci aspettava, erano doverosi degli incontri. Nel weekend nessuno rispondeva al telefono. La situazione non e’ bella, sono caduti almeno 40 centimetri. Nessun amministratore da’ indicazioni su quali strade liberare con urgenza. Ricevo telefonate di continuo, ma io che posso fare? Quassù il Comune fa riferimento a tutto, se il Comune non risponde la gente è spaesata”.

ORE 10.50 La situazione ad Acquasanta: 70 centimetri di neve. Nonostante tutto le strade sono state liberate. Gli spazzaneve, seppur con difficoltà, riescono a camminare. Le emergenze sono state per ora tutte risolte grazie al supporto della Protezione Civile. Gli operatori sono in azione e pronti ad affrontare le possibili nuove nevicate. La maggior parte delle strade sono percorribili.

ORE 9 Ecco le temperature invece previste per le ore 14 sempre dalla Protezione Civile: Urbino -6, Pesaro -3, Macerata -4, Camerino -6, Ascoli Mozzano 0, San Benedetto 1, Porto Sant’Elpidio 0, Ancona 1, Jesi -3, Montemonaco -7.

ORE 9 Ecco le temperature osservate in alcune città marchigiane dalla Protezione Civile Marche il 6 febbraio alle ore 5: Urbini -6,3° C, Pesaro -3,4° C, Macerata -5,5, Camerino -7,1, Ascoli (Mozzano) -1,6, San Benedetto nd, Ancona -1,7, Jesi -4,7, Montemonaco -7,6.

ORE 9 La Protezione Civile delle Marche ha diramato il suo bollettino meteo per la giornata del 6 febbraio. Cielo: coperto. Precipitazioni: deboli nevicate sparse; fenomeni in intensificazione dalla serata. Temperature: in lieve diminuzione nei valori massimi. Venti: deboli o moderati nord-orientali; dalla serata venti in intensificazione. Mare: molto mosso con moto ondoso in aumento dalla serata. Fenomeni Particolari: gelate diffuse

ORE 9 La Regione Abruzzo ha chiesto lo stato di emergenza

ORE 9 GASPARI NELLA NOTTE “rientrato ora dal summit in sala operativa della protezione civile e successivi sopraluoghi, la situazione ad ora è accettabile, tutte le principali arterie sono pulite, le più importanti strade di raccordo sono pulite, sparsi sulle strade oltre 250 quintali di sale, domattina alle 5.30 riprenderemo il lavoro iniziando a sparger sale sulle rampe di via pasubio e sul ponte del tronto (anche se dovrebbe farlo l’anas); la notizia che preoccupa è che domani sera dovrebbe esserci una pesante recrudescenza. vedremo. intanto prudenza, prudenza prudenza, in auto e a piedi.  non smetterò mai di ringraziare i volontari della protezione civile, la polizia municipale, la multiservizi e la picenambiente i tecnici e gli operai del comune”

ORE 9 LUNEDì 6 Cari amici e lettori, riprendiamo la nostra diretta dopo una notte ghiacciata ma senza neve, anche se in questo momento ha ripreso a nevicare con insistenza in alcune aree interne come Ripatransone. Le strade sulla costa sono tutte transitabili ma ci sono problemi su quelle meno frequentate, ai bordi della carreggiata e sui marciapiedi, che presentano strati di ghiaccio. Avvertimento soprattutto per gli anziani, evitare di uscire e camminare, c’è pericolo di scivolare.

ORE 22 Gaspari afferma su Facebook che invierà una lettera di solidarietà al responsabile della Protezione Civile Franco Gabrielli in risposta alle polemiche con il sindaco di Roma Alemanno, e invita gli altri sindaci piceni a fare lo stesso.

ORE 21 BLACK OUT Ci segnalano che alle 18:30 tutte le luci sul lungomare, dall’ex camping verso sud, erano spente.

ORE 21 Ancona: i Tir dal porto sono partiti. Traffico pesante ripreso sulla A14.

ORE 20 CASTELLI: ASILI NIDO RESTANO APERTI Scrive il sindaco di Ascoli: “Precisazione doverosa: Gli asili nido comunali domani e martedi rimarranno aperti. Gli asili nido sono da considerare “servizi al cittadino” e non scuole. I dipendenti comunali garantiranno, come sempre, il servizio.”

ORE 20 BOLLETTINO DI MASSIMILIANO FAZZINI CRITICITA ordinaria – Il flusso di correnti continentali insistera sulla nostra area ancora per 48 ore, con una recrudescenza delle precipitazioni a partire dalla serata di domani.  

ORE 19:30 COMUNICATO REGIONE MARCHE Una tregua fino alla giornata di domani pomeriggio (lunedì 6 febbraio), poi le previsioni meteorologiche segnalano un intensificarsi dei fenomeni nevosi che si protrarranno fino a martedì 7 febbraio, con possibili cumuli fra i 30 e i 50 centimetri di neve. Lo prevede la Protezione civile marchigiana che ha fatto il punto della situazione nel corso della quotidiana riunione del Centro operativo regionale (Cor). Sul fronte della viabilità stradale, la circolazione è garantita lungo le arterie principali con dotazioni invernali, eccetto sul valico di Bocca Trabaria, nel Pesarese. Difficoltà permangono, invece, nella viabilità minore, specie nelle zone alto collinari e montane, dove la neve ha raggiunto i due metri. Un problema particolare è rappresentato dai Tir fermi sui traghetti nel porto di Ancona – per disposizione della Prefettura – privi di catene o pneumatici da neve. Alcuni mezzi, però, tentano di evitare i posti di blocco e di filtraggio, utilizzando percorsi alternativi, finendo per fermarsi in luoghi dove è difficoltoso assisterli. Gli interventi nelle zone più critiche sono destinati a intensificarsi, a seguito dell’arrivo di una turbina dalla Regione Valle d’Aosta e di una squadra dalla provincia autonoma di Bolzano. L’aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara verrà rifornito di maggiori scorte di sale. Il traffico ferroviario segnala rallentamenti verso Roma, mentre lungo la linea adriatica le maggiori difficoltà si incontrano in direzione nord. Restano ancora 900 utenze elettriche scollegate, di cui 200 riguardano però il comune di San Leo, passato sotto la Regione Emilia Romagna.

ORE 19:20 Se sulla costa si battono i denti, sui Sibillini non si scherza. Ad Ussita (provincia di Macerata) tra domenica e martedì la massima prevista è -6,7° C, la minima -10,2° C. Neve 40-60 centimetri. Così in tutti i Sibillini. Sul Gran Sasso, a Prati di Tivo temperature tra -6 e -7°, neve tra 30 e 60 centimetri.

ORE 18:45 PREVISIONI AGGIORNATE ASCOLI Domani leggera attenuazione delle precipitazioni ma nuova ondata dalla notte e per la giornata di martedì. La neve dovrebbe poi man mano dare tregua anche se sono previste temperature “siberiane” fino al 20 del mese. Lo stesso avverrà in tutta la provincia con temperature più elevate sulla costa mentre nella zona montana la neve continuerà a cadere di nuovo, dopo la pausa di mercoledì, anche nel prossimo fine settimana.

ORE 18:30 Le polemiche marchigiane sono piccola cosa rispetto al caos romano. Sentite qui cosa scrive Ilmeteo.it al sindaco Alemanno e al servizio pubblico di previsione meteo: “POLEMICA ALEMANNO-SERVIZIO METEO: IlL bollettino era incompleto e fuorviante, in quanto doveva indicare quanta della precipitazione prevista sarebbe stata neve esprimendola in cm. Un modo scorretto di nascondersi dietro ai numeri.  1 mm di neve fusa corrisponde a 1 cm. Pertanto se ad Alemanno avevano comunicato genericamente 15-35mm questi potevano trasformarsi in 15-35 cm! IL servizio meteo doveva spiegare ad Alemanno che potevano essere 15-35cm e non 35mm. Ancora una volta troppo caro il prezzo di un servizio meteo pubblico inefficace. Il compito del meteorologo è quello di interpretare i numeri e comunicarli nel modo più semplice alla popolazione”.

ORE 17 Nell’Anconetano segnalati anche un metro di neve, con punte di mezzo metro nei dintorni del capoluogo regionale. I Tir restano nei traghetti, non sono stati sbarcati a causa del maltempo. L’Autostrada 14 è transitabile ma non per i Tir.

ORE 16:30 Anche i ragazzi dell’Amatori Rugby Ascoli stanno dando una mano per spalare le strade della città. Le precipitazioni nel primo pomeriggio si sono allentate, nevica ma con minore foga. A San Benedetto le strade sono transitabili naturalmente con mezzi adatti.

ORE 16 CASTELLI Ad Ascoli scuole chiuse anche martedi, le previsioni sono abbastanza preoccupanti. Un caloroso grazie ai ragazzi scout e dell’associazione rugby ascoli che stanno collaborando con noi per pulire i marciapiedi. E’ questa, sono loro questi 40 ragazzi, la Gioventú Ascolana.

ORE 14:30 CASTELLI RISPONDE “I disagi ci sono e lamentarsi é legittimo. Tuttavia, di fronte ad un fenomeno naturale, è possibile fare anche un’altra cosa: rimboccarsi le maniche e collaborare. Centinaia di ascolani lo stanno facendo e io ho voluto seguire il loro esempio. Il marciapiedi di via Galilei, dove abito, ora é più transitabile. “I love Ascoli. Scegliamo la Città”

ORE 14 RIPATRANSONE Il sindaco D’Erasmo: “Un ringraziamento a tutti gli operai comunali, alla polizia municipale, ai volontari della protezione civile, assessori e consiglieri comunali, per il lavoro enorme, svolto in modo encomiabile, con l’aiuto di 6 mezzi d’opera, di cui 3 comunali e 3 ditte esterne, per cercare di rendere percorribili i 74 Km quadrati del territorio colpiti dalla neve.”

ORE 14 CI SCRIVONO DA MALTIGNANO “Qui sui 50 cm di neve e da stamattina nevica di nuovo! Dayco Europe S.r.l. di Colonnella chiusa da sabato a martedì (salvo prolungamenti) per motivi di sicurezza dei lavoratori a giungere sul posto di lavoro!”

ORE 14 BOLLETTINO METEO MASSIMILIANO FAZZINI PER COMUNE DI SAN BENEDETTO: CRITICITA ordinaria – la depressione centrata sul medio Adriatico continua a determinare condizioni di maltempo, con precipitazioni nevose comunque deboli ed intermittenti (tuttavia alle ore 14 è in corso una precipitazione molto forte di neve, ndr). Secondo Fazzini nelle prossime dodici ore il cumulo di neve sarà di 1-2 centimetri, mentre tra la mezzanotte e il mezzogiorno di lunedì il livello sarà di 2-4 centimetri.

ORE 12:40 Ufficiale, ordinanza del sindaco Gaspari, scuole chiuse lunedì 6 a San Benedetto.

ORE 12:30 Lucciarini chiede che la provincia si muova per chiedere lo stato di calamità: “Credo che anche la Provincia di Ascoli Piceno, come hanno fatto altre province marchigiane, debba sbrigarsi a chiedere lo stato di calamità perché se continua così arriveremo in poche ore al blocco generale

ORE 12:15 Fortunatamente la neve ha allentato la sua furia nell’ultima mezz’ora dopo una mattinata continua senza tregua.

ORE 12 E anche nel capoluogo non mancano critiche.  Angelo Buonopane responsabile della Misericordia di Ascoli Piceno scrive: “E’ da circa 10 giorni che la Protezione civile nazionale diramava l’allerta neve. I nostri amministratori hanno diramato proclami che informavano la popolazione dell’impiego di grandi mezzi e numerosi uomini. Alla prova dei fatti nessuno, penso, mi possa accusare di demagogia se dichiaro che l’organizzazione messa in campo dal comune di Ascoli è stato una vera e propria debacle”.

“Dopo due gironi di intense nevicate solo sabato intorno alle 11 si è visto qualche mezzo e solo per pulire piazza Arringo, piazza Viola (i parcheggi devono lavorare) e parte limitata di alcune strade importanti del centro. Non un grammo di sale sui marciapiedi ed il 90% delle vie sono completamente ghiacciate ed innevate. I mezzi di soccorso in codice rosso sono stati costretti a districarsi in strade assolutamente dissestate ed inagibili. Venerdì sera un mezzo di soccorso per trasferire un paziente molto grave dalla Clinica San Marco all’ospedale ha impiegato più di un’ora”.

“Ci sono frazioni completamente lasciate allo sbando. Sollecitati dai cittadini gli uffici comunali hanno avuto risposta che il mezzo piccolo adatto a loro era rotto e quindi dovevano aspettare. Assurdo, anziani costretti a recarsi a fare cure mediche in ospedale, che hanno dovuto rinunciare a farlo perché nessuno ha potuto dar loro una mano, le associazioni di volontariato hanno fatto quello che hanno potuto, ma dov’era la macchina comunale? A dire il vero ogni tanto si vedeva in giro per la città un mezzo della protezione civile con i lampeggianti accesi, ma probabilmente non si sa per cosa. Naturalmente i volontari della Protezione civile non hanno colpe, visto che probabilmente chi li doveva coordinare era assente o non sapeva che ordini impartire. Di contro un vero plauso alla macchina organizzata per far fronte all’emergenza dalla Provincia, assolutamente presente, con una grande tempestività. Come Misericordia abbiamo attualmente la responsabilità dell’emergenza nel territorio montano (Acquasanta, Arquata, eccetera) e dobbiamo dire che abbiamo riscontrato un’ottima organizzazione che già nella prima notte operava nel territorio per cercare di alleggerire le problematiche”. “Dobbiamo proprio dire – conclude – che la sicurezza dei cittadini di Ascoli Piceno è affidata veramente in buone mani. Auguri Ascoli”.

ORE 11:45  La neve non molla, e sulla bacheca Facebook del sindaco Gaspari molte “mamme” chiedono se domani le scuole saranno aperte. Il sindaco in questo momento è in riunione nella sala operativa della Protezione Civile. Crediamo che qualsiasi decisione verrebbe presa, le scuole domani saranno semideserte. Tutti i comuni della Provincia ad ogni modo hanno deciso di chiudere le scuole lunedì e  molti anche martedì, e la Prefettura ha invitato i sindaci a chiuderle lunedì prossimo. La decisione appare scontata. I bambini avranno un giorno in più per divertirsi con un evento che verrà ricordato a lungo.

ORE 11:30 PREVISIONI SAN BENEDETTO Sulla costa situazione simile ad Ascoli con temperature leggermente superiori, la minima di martedì è -2° C. C’è da dire, tuttavia, che tutte le previsioni davano una nevicata modesta nella giornata di domenica e un peggioramento da lunedì pomeriggio, mentre ora sta nevicando fortissimo.

ORE 11:30 PREVISIONI ASCOLI Oggi forte nevicata, lieve attenuazione lunedì, martedì ancora forti nevicate in attenuazione mercoledì, da venerdì-sabato pioggia e nevischio. La minima di martedì potrebbe essere di -4° C

ORE 11:30 Attenzione, perché sarà forse il febbraio più freddo e nevoso che in molti di noi ricorderanno. Scrive Antonio Sano su ilmeteo.it: “Neve fino a Martedì, giovedì nuovo impulso siberiano e di nuovo tanta al nord da venerdì e sabato-domenica. Gelo almeno fino a metà mese”

ORE 11: Ci scrivono dalle colline di Monteprandone: qui c’è mezzo metro di neve, qualcosa mai visto prima…

ORE 10:30 Ci scrivono da Ancona: qui ho 60 centimetri di neve sopra la macchina…

ORE 9  Lucciarini, sindaco di Offida, città notevolmente colpita ovviamente, ha ormai un filo diretto con Twitter: “Ancora situazione critica a Colle Tafone stamattina causa nuove precipitazioni. Due mezzi stanno intervenendo per aprire valico”

ORE 10 Cari amici e lettori, riprendiamo a scrivere mentre da qualche ora è in corso letteralmente una “bufera” di neve che è forte e forse superiore a quella di venerdì pomeriggio. Di nuovo diversi centimetri di neve hanno coperto strade, tetti, campagna. Se sulla costa la situazione è gestibile sicuramente nelle aree interne vi sono notevoli criticità legate ad una situazione che non si ricordava da anni e che probabilmente è superiore alle nevicate del 1985 e 1979, ma di questo parleranno gli statistici.

PER QUALSIASI EMERGENZA: INFO@RIVIERAOGGI.IT

ORE 22 OPERAZIONI SOSPESE AD OFFIDA Il sindaco Lucciarini su Facebook: “Tra un’ora saranno sospese le operazioni relative all’emergenza neve. Oggi è stata una giornata difficilissima con criticità straordinarie che hanno messo a durissima prova la pianificazione dell’emergenza ma sono fiero di poter dire che abbiamo retto grazie al coordinamento dell’amministrazione comunale, dei suoi funzionari, grazie al puntuale lavoro degli operai interni e a quelli delle nostre società, grazie ai mezzi dei privati che con la loro professionalità hanno garantito sinergia d’azione, grazie ai ragazzi del gruppo comunale della Protezione Civile sempre utili e presenti. Grazie a tutti gli offidani che hanno compreso l’emergenza ed hanno collaborato prestando cautela nella circolazione. Consiglio anche per stasera, a coloro che intendono spostarsi, di avere massima prudenza. Domani è la nostra Domenica degli Amici e come amiamo fare la passeremo assieme alle persone che più di altre rappresentano l’amicizia per ognuno di noi; la passeremo con un occhio vigile alle condizioni atmosferiche: i lavori riprenderanno domani mattina alle ore 5.30; alle ore 11.30 è convocata riunione operativa per fare il punto della situazione sperando che il tempo sia clemente con la prima grande giornata da protagonisti del nostro suggestivo ed unico Carnevale storico, appuntamento a cui non rinunceremo mai, in qualunque condizione atmosferica”.

ORE 20 Transitabile la Superstrada Ascoli-San Benedetto e le principali arterie pianeggianti. A causa della temperatura prevedibile la formazione di ghiaccio anche se il cielo coperto dovrebbe evitare gelate gravi che però arriverebbero nei prossimi giorni.

ORE 19 BOLLETTINO SU SAN BENEDETTO DI MASSIMILIANO FAZZINI  Situazione ed evoluzione meteorologica – CRITICITA IN CALO – Condizioni di tempo debolmente perturbato, con nevicate deboli intermittenti, caratterizzeranno l’intera giornata di domani su territorio cittadino. Secondo Fazzini nella giornata di domenica la neve potrebbe cadere tra i zero e i due centimetri, c’è possibilità media di mareggiate e a partire da lunedì arriverà vento forte.

ORE 19 COMUNICATO PROTEZIONE CIVILE nevicate diffuse sulle Marche fino alla serata odierna, poi un lieve miglioramento, ma già lunedì  sarà possibile un nuovo peggioramento. la Protezione civile regionale, Invita gli enti a “utilizzare la giornata di domenica 5 febbraio per effettuare il maggior numero possibile di interventi di rimozione della neve”. Il punto è stato effettuato nel corso della riunione del Centro operativo regionale (Cor), riunito presso la Sala operativa unificata permanente (Soup) della Regione alle ore 17.00, in videoconferenza con le Sale operative integrate delle Province.

La provincia di Pesaro e Urbino continua a risultare quella dove persistono le maggiori difficoltà. In questa provincia, in particolare, resta critica la situazione dell’erogazione dell’energia elettrica: circa 600 utenze rimangono ancora non servite. Analoghe interruzioni, seppure in numero inferiore, coinvolgono anche il resto della regione.

Sul fronte dei collegamenti stradali, la circolazione è possibile lungo le principali arterie, anche se con rallentamenti e difficoltà, comunque con catene o pneumatici da neve. Eccezioni riguardano, nel Pesarese, il passo di Bocca Trabaria e, nell’Ascolano, Forca di Presta. Nel porto di Ancona i Tir non vengono fatti sbarcare dai traghetti per non peggiorare la situazione lungo la viabilità regionale. Più critica risulta la situazione lungo le strade comunali in quanto, in alcune zone, la neve ha raggiunto i due metri di altezza e la rimozione è possibile solo con turbine e macchinari di grande dimensione. Permangono poi difficoltà legate alla chiusura improvvisa di alcune tratte autostradali.

Difficile risulta inoltre la situazione del trasporto ferroviario, causata dal brusco calo delle temperature che rallentano i dispositivi e dai ritardi dei convogli nazionali.

Complessivamente la struttura regionale di risposta è pienamente operativa: Vigili del Fuoco, Forze di Polizia, personale di Comuni, delle Province, dell’ANAS e delle società che erogano servizi pubblici essenziali stanno ormai operando ininterrottamente da alcuni giorni.

Anche il sistema volontaristico è  completamente attivato: ANPASS, Croce Rossa Italiana e organizzazioni di volontariato di protezione civile stanno intervenendo, nella giornata odierna, con circa 800 unità di personale.

Il sistema sanitario e ospedaliero ha funzionato a pieno regime, senza particolari situazioni di criticità. A richiesta delle Centrali Operative del 118, ANPASs e Croce Rossa hanno incrementato il numero delle ambulanze in servizio.

La Sala operativa regionale svolge attività di raccordo delle Sale operative provinciali informando con continuità il presidente della Regione Spacca.

ORE 18:40 GASPARI CONTRO LA PROVINCIA Il sindaco di San Benedetto ironizza su Facebook: “Ringraziamo la Provincia di AP che è intervenuta per pulire una o forse due vie cittadine”.

ORE 18:15 CASTELLI: “Dopo 11 ore di duro lavoro la strada di Talvacchia è stata finalmente riaperta. I nostri operai hanno dovuto realizzare uno specie di tunnel nella neve ma noi abbiamo l’obbligo ti proteggere ogni angolo del territorio comunale. Ora tutte le strade del nostro comune sono aperte. Contestualmente, nel pomeriggio, abbiamo ripreso il lavoro nel centro e nei quartieri cittadini. Alcuni mezzi rimangono stabilmente impegnati nelle frazioni”

ORE 18:15 Ci scrivono dalla Petrella di Ripatransone: Zona Petrella , Ripatransone, strade non pulite, non si riesce ad uscire di casa.

ORE 17:40 GASPARI SULLE SCUOLE A SAN BENEDETTO “Vista la grande ansia di sapere se le scuole di Sbt saranno aperte lunedì, comunico che la decisione verrà presa e comunicata in tempo reale,domani una volta presa coscienza delle condizioni del tempo e delle previsioni”

ORE 17:30 LUNEDI’ SCUOLE CHIUSE A CUPRA Lo comunica l’amministrazione comunale: “Nel frattempo il sindaco Domenico D’Annibali, la Protezione Civile e il comandante della Polizia Municipale Luigi Locci avvertono i cittadini di uscire di casa solo in caso di necessità e di mettersi alla guida solo ed esclusivamente se dotati di catene e o gomme termiche. Per informazioni e segnalazioni è operativo il numero 0735.776060. Nelle strade del centro di Cupra Marittima la pulizia è stata effettuata dalle squadre messe a disposizione del Comune, anche con mezzi spargisale. Per quanto riguarda le strade provinciali, queste sono state battute dai mezzi della Provincia ma i disagi sembrano persistere. ’iniziativa prevista per domenica 5 febbraio, ovvero la visita guidata degli Operatoci Turistici Cuprensi (Acot) guidati dal presidente Elio Basili al Parco Archeologico è stata rinviata a data da destinarsi”.

ORE 17:20 Il lettore Reno Vitali: “grazie del servizio che ci offrite”. Oggetto della mail: “La nevicata del ’12”

ORE 17 CASTELLI “Sento il dovere di ringraziare pubblicamente i molti cittadini ascolani che spontaneamente hanno deciso di liberare da neve e ghiaccio gli spazi pubblici antistanti alle loro proprietà. La Cittá è nostra, aiutiamola”

ORE 16:50 TEMPERATURE PREVISTE LUNEDì 6 (minima ore 5 massima ore 14):  Ascoli (Mozzano) -1 / 0 ; San Benedetto 1 / 1 ; Montemonaco -6 / – 7; Ancona 2 / 2 ; Macerata – 3 / – 3 ; Senigallia -2 / 0; Urbino -5 / -5

ORE 16:45 TEMPERATURE PREVISTE DOMENICA 5 (minima ore 5 massima ore 14):  Ascoli (Mozzano) -3 / 0 ; San Benedetto -1 / 2 ; Montemonaco -7 / – 6; Ancona 0 / 3 ; Macerata – 4 / – 2 ; Senigallia -3 / 1; Urbino -5 / -4

ORE 16:40 BOLLETTINO PROTEZIONE CIVILE MARCHE: “Fino alla prima parte di lunedì sono previste deboli nevicate diffuse sulla regione con quantitativi attorno ai 5/10cm (avviso di condizioni meteo avverse n°7 del 4/02/2012). Poi dal pomeriggio di lunedì è previsto un nuovo peggioramento”

ORE 16:15 Non smette di nevicare. Lo ripetiamo: evitare di muoversi. Ad ogni modo dopo che in mattinata i supermercati sono stati presi d’assalto per la spesa dei prossimi giorni, ora non si vedono molto automobili in giro a San Benedetto.

ORE 16 OFFIDA SCUOLE CHIUSE LUNEDì

ORE 15:30 CASTELLI: Lunedì scuole chiuse, in ogni ordine e grado. All’esito della riunione in protezione civile ho deciso di anticipare la decisione. Aumentato il numero dei mezzi esterni utilizzati per fronteggiare la situazione. Stiamo lavorando per garantire il collegamento con Talvacchia e in tutto il territorio comunale. Oggi e domani lavoreremo ininterrottamente”
ORE 15:30 Previsioni meteo: Ancora neve, le temperature rimarranno sotto lo zero sia nelle Marche sia in Abruzzo Non saliranno sopra allo zero le temperature e ci saranno ancora precipitazioni nevose. Queste sono le previsioni, almeno fino alla giornata di lunedì 6 febbraio (gli aggiornamenti meteo ad oggi, confermano che la situazione si protrarrà fino alla prossima settimana). San Benedetto del Tronto arriverà  nella notte tra il 4 e il 5 febbraio dai – 1° fino ai -4°, stessa cosa per Ascoli Piceno con temperatura percepita a -2° (con l’effetto dei venti, potrà arrivare a un minimo di -7°). Previste ancora deboli nevicate nella giornata di oggi su tutto il territorio Piceno con picchi intensificati tra le giornate di domenica e lunedì. Anche il Capoluogo di Provincia (Ancona) avrà la medesima situazione. Nel vicino Abruzzo ancora neve con temperature sotto dello zero.

ORE 15:20 RIPATRANSONE, SCUOLE CHIUSE ANCHE LUNEDì L’amministrazione invita a non spostarsi in auto se non per urgenze. Al lavoro sei mezzi, di cui tre comunali e tre privati.

ORE 15:05 MONSAMPOLO, SCUOLE CHIUSE FINO A MARTEDì 7

ORE 15:05 ACQUAVIVA, SCUOLE CHIUSE FINO A MARTEDì 7, lo scrive la Pro Loco di Acquaviva sulla sua pagina Fb

ORE 15 SCUOLE CHIUSE IL 6 A MONTEPRANDONE Il Sindaco Stefano Stracci, visto il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche, con abbondanti nevicate previste anche per i prossimi giorni, al fine di evitare pericoli per la circolazione stradale e per i ragazzi che devono recarsi a scuola ed all’asilo nido, ha predisposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado e dell’asilo nido, per la giornata di Lunedì 6 Febbario 2012.

ORE 14:30 NEVICA ANCORA Ha ripreso a nevicare con molta forza dopo alcune ore di pausa.
ORE 14:30  CASTEL DI LAMA SCUOLE CHIUSE LUNEDì Ordinanza del sindaco, scuole chiuse anche il 6.

ORE 14:30 PREFETTURA: SINDACI, CHIUDETE LE SCUOLE ANCHE LUNEDì Comunicato: Si informa che, in relazione al perdurare delle avverse condizioni metereologiche anche nei prossimi giorni, i Sigg.ri Sindaci sono stati invitati a valutare l’opportunità di chiudere le scuole di ogni ordine e grado anche per la giornata di lunedì 6 febbraio p.v.

ORE 14:30 GROTTAMMARE E RIPATRANSONE, SCUOLE CHIUSE LUNEDì

ORE 14 GASPARI: CHIAMARE PER SEGNALAZIONI il sindaco di San Benedetto: “Il presidio della centrale operativa per strade e marciapiedi è costante, se qualcuno ha segnalazioni di rami rotti o pali caduti può contattare il numero 0735 794898 fino a mezzanotte”

ORE 13:15 Stracci, sindaco di Monteprandone, su Facebook: “Importante: al fine di alleggerire i turni dei volontari della Protezione Civile, chiunque avesse volontà e tempo può “arruolarsi” chiamando lo 0735 610016 oppure può presentarsi nelle prossime ore presso la stazione di Centobuchi”

ORE 13 Ordinanza di Castelli ad Ascoli: cimiteri chiusi fino a lunedì

ORE 12:50 Bollettino meteo di Massimiliano Fazzini per San Benedetto: attenuazione fino alla serata

ORE 12:50 CASTELLI IN RIUNIONE “SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO” “I nostri 21 operai stanno lavorando pressochè ininterrottamente, con otto mezzi, da circa 30 ore. Le dimensioni della nevicata sono enormi e le maggiori difficolta si presentano nelle frazionidi altura (Funti, Talvacchia ecc.). La situazione è comunque sotto controllo pur nei gravi disagi. Abbiamo dato priorita’ alle campagne mentre in cittá gli spessori della neve non impediscono il traffico ai mezzi con catene e gomme termiche. Alle 11 presenzieró ad una riunione in sala operativa col prefetto per un ulteriore aggiornamento”

ORE 12:49 ASCOLI SCUOLE CHIUSE ANCHE LUNEDì Leggi qui

ORE 12 Offida ovviamente molto colpita con il sindaco Lucciarini che continua ad aggiornare via Twitter: “Situazione critica a Colle Tafone: un cingolato spazzaneve è finito fuori carreggiata; si continua a lavorare nonostante il vento”. “Il comune ha attivi sul territorio 15 persone e 9 mezzi; le continue raffiche di vento continuano a chiuderei valichi aperti”. Condizioni meteo avverse fino alle 12 del 6 febbrail.

ORE 12 La neve è caduta con minore vigore in queste ore. Qualche difficoltà per la circolazione, ghiaccio in formazione sui marciapiedi

ORE 9:40 ASCOLI, RIMANDATA MOSTRA POLIDORI Si comunica che l’inaugurazione della mostra di Gian Carlo Polidori prevista per domani, domenica 5 febbraio alle ore 16.30 presso il Museo dell’Arte della Ceramica (Polo Sant’Agostino, corso Mazzini), è stata rinviata a data da destinarsi, causa maltempo.

ORE 9:30 Nelle Marche è emergenza. Alcune zone del Montefeltro senza elettricità tutta la notte. Fra Marotta e Ancona tir deviati sulla Statale 16. In tutta la regione circa 1500 mezzi spazzaneve e spargisale in azione.

ORE 9:30 Da qualche minuto ha ripreso a nevicare dopo qualche ora di tregua. Nevica forte.

ORE 9:15 Si segnalano alcuni problemi a Monteprandone per la caduta di alcuni pini causa neve. Muoversi solo se estremamente necessario!

ORE 9:10 Messaggio scritto dal sindaco di San Benedetto su Facebook in piena notte: “Prima di andare a dormire un ultimo aggiornamento e qualche ringraziamento.  In questo momento non sta nevicando, i nostri mezzi continuano a lavorare per pulire le strade e spargere il sale; alle 8 arriva una lama spazzaneve da Arquata del Tronto e alle 9 andremo a caricare altri 100 quintali di sale (totale 200). A partire dalle ore 6 riprenderà il lavoro di pulizia e sale da sud (quartiere Salaria, Caserma guelfa, Fosso dei Galli, Ragnola). Mentre io scrivo 5 uomini della protezione civile, quattro lavoratori della Multiservizi, due vigili, una decina di dipendenti della picenambiente sono al lavoro. G R A Z I E a nome di tutti

ORE 9 Il transito sulla A14 vede il passaggio rado di mezzi pesanti. Chiuso l’aeroporto di Falconara.

ORE 9 Riprendiamo la diretta e l’aggiornamento foto (tantissime: grazie!). Ad Offida Lucciarini scrive su Twitter: I mezzi spazzaneve stanno arrivando in tutte le strade comunali; ingaggiati altri mezzi privati a supporto.

ORE 24 Interrompiamo la nostra diretta che riprenderemo domattina. In questo momento ha smesso di nevicare ma le previsioni danno ancora precipitazioni nelle ore a venire, con temperature nella notte ovunque sotto zero. Ringraziamo vivamente tutti i lettori che hanno inviato foto, video o segnalazioni dal Piceno e dalla Val Vibrata. Domani termineremo la pubblicazione del materiale che non siamo riusciti a pubblicare in giornata. Grazie a voi tutti, di cuore dalle redazioni di PicenoOggi.it e RivieraOggi.it

ORE 23:50 Segnaliamo che è ripreso il transito di mezzi pesanti sulla Strada Statale 16.

ORE 23:30 Ci scrivono: “Sulla valle del forno situazione critica ore 23 non si riesce a salire neanche con le catene. Da quando ha iniziato a nevicare non è passato mai uno spazzaneve. Domani sarà un caos”

ORE 23:20 Da circa un’ora ha ripreso a nevicare con forte intensità forse come nel pomeriggio odierno. Le previsioni continuano a dare neve anche nei prossimi giorni, anche se forse le prossime ore saranno le peggiori.

ORE 23 Lucciarini, sindaco di Offida, scrive su Twitter: Sospese le operazioni di sgombero strade; riprenderanno domani alle 5.30.Conclusa ricognizione territorio comunale.

ORE 22 RISCHIO BRACCONAGGIO Lo segnala il sindaco di Monteprandone Stefano Stracci: Purtroppo con questa neve ci potrebbero essere episodi di bracconaggio. Vi invito a segnalare eventuali illeciti a danno degli animali selvatici chiamando la Polizia Provinciale al numero 0736 277 848 – 842

ORE 22 Situazione critica ad Offida come nei principali centri collinari. Il sindaco Lucciarini scrive, prima di cena: Gli operai lavorano ininterrottamente da stamattina all’alba ma la situazione è critica: la densità delle precipitazioni e le basse temperature non consentono una gestione pianificata poiché l’emergenza è diventata la regola. Consiglio a tutti per la serata di spostarsi con la massima cautela, con mezzi attrezzati e solo se strettamente necessario. Le previsioni dicono che passeranno ancora diverse ore con queste condizioni atmosferiche.

ORE 21,30 Castelli su Facebook: “Domenica a mezzogiorno valuteremo se aprire le scuole lunedì”.

ORE 21,30 Il sindaco di San Benedetto Gaspari su Twitter: “Anche stasera alla sala operativa della protezione civile, domattina arriva altro spazzaneve e secondo spargisale. buonsenso e prudenza”. La sala operativa si trova al PalaSpeca.

ORE 21,30 Ci segnalano che il passaggio a livello di via Pasubio, sulla Statale 16, è chiuso da mezz’ora. E’ rimasto chiuso dalle 21 alle 21,30 almeno

ORE 21 Atmosfera irreale in tutto il Piceno e nel vicino Abruzzo. Strade deserte, pochissime le automobili in circolazione, qualcuno si sposta a piedi.

ORE 20:30 La morsa delle precipitazioni si è allentata. A tratti smette di nevicare, poi riprende ma debolmente.

ORE 18:40 Molti negozi chiusi già da metà pomeriggio nel centro storico di Ascoli

ORE 18:40 Almeno 7-8 centimetri di neve per ora a San Benedetto, 10 circa lungo la Vallata del Tronto, 20 centimetri nella media collina e ad Ascoli. Continua a nevicare.

ORE 18:30 Le temperature previste fino a martedì: sulla costa tra -1 e 2, ad Ascoli tra -3 e 0. 

ORE 18:20 Abbiamo ricevuto i comunicati dei Comuni di Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto, Offida, Ascoli Piceno, Monteprandone, Monsampolo, che annunciano la chiusura delle scuole per la giornata di domani.

ORE 18:15 Comunicato del Comune di San Benedetto: numeri per emergenza ai quali segnalare, in casi estremamente critici, come ad esempio disagi a raggiungere l’Ospedale in caso di malori:

– dalle 8 alle 20 contattare il numero 0735794898

– dopo le 20 e per tutta la notte contattare la sala operativa della Protezione civile (tel. 0735781486)

Al momento (ore 17,30) oltre ad alcuni problemi sulla SS 16 in direzione nord – sud a causa di un tir bloccato all’altezza dello svincolo dell’Ascoli mare (alla fine di via Pasubio in zona San Giovanni), non si registrano altri disagi alla viabilità.

L’Amministrazione invita i cittadini a collaborare riducendo allo stretto indispensabile gli spostamenti. Si consiglia di usare il meno possibile mezzi privati e, se non possibile, di munirsi di catene qualora la propria auto non monti pneumatici invernali.

ORE 18:10 Effetti della nevicata: concerto di Daniele Silvestri rimandato al 24 febbraio, Shopping Show rinviato a sabato 18 febbraio anziché 11 febbraio, Sassuolo-Ascoli di Serie B rinviata causa neve.

ORE 18:05 Questa la situazione della Superstrada Ascoli-San Benedetto attorno alle 16

ORE 18 Le previsioni meteo restano pessime. Il rischio è che la nevicata, che sta raggiungendo sulla costa i 10 centimetri e altezze di gran lunga superiore all’interno, proseguano senza grandi interruzioni fino a lunedì/martedì prossimi.

ORE 17:20 Eccoci qui. L’annunciata ondata di freddo siberiano è arrivata, e non ha tradito le attese. Dopo la nevicata notturna che ha imbiancato tutto l’entroterra e spruzzato i tetti della costa, dalle 10 la neve ha iniziato a cadere ovunque con forza. Tutta la costa adriatica è imbiancata e la neve cade con sempre maggiore insistenza. Oramai si può parlare di nevicata storica, che ricorda quella del 1985 e chissà se raggiungerà il “nevone” del 1956.

Il traffico, alle ore 15, era scorrevole sulle arterie di San Benedetto anche se ovviamente c’erano rallentamenti provocati dalla neve, che aveva raggiunto i 5 centimetri ma ora, alle ore 17:30, crediamo possa essere di 10 centimetri.

Caotica invece la situazione sulla SS16 dove sono stati dirottati i Tir dell’Autostrada: traffico bloccato e doppiamente difficile a causa di neve e camion (presto video).

RivieraOggi.it è a disposizione di quanti, nelle prossime ore, vorranno segnalare situazioni di emergenza di ogni tipo.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Neve, neve e ancora neve. Ecco le foto del bianco Piceno. Inviateci le vostre: la fotogallery verrà aggiornata di volta in volta.

Potete inviare le vostre foto a info@rivieraoggi.it.

Oltre che on line cercheremo di pubblicarne il più possibile anche sul nostro settimanale del Piceno, in edicola giovedì 9 febbraio. Alla migliore dedicheremo la copertina.

Se riuscite, scrivete il luogo dove le avete scattate.

Per scorrere le immagini clicca sulla destra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 34.501 volte, 1 oggi)