ALBA ADRIATICA – Disinquinare il torrente Vibrata utilizzando biopromotori, ossia una miscela di batteri ed enzimi già presenti in natura. Il primo trattamento, a zero impatto ambientale, verrà eseguito lunedì mattina a partire dalle ore 10, nel tratto terminale del torrente, nei pressi del ponte ciclopedonale che collega Alba Adriatica e Martinsicuro.

Il processo che viene utilizzato è in grado di accelerare, amplificare e rendere molto più efficienti i normali processi di autodepurazione, e sarà realizzato da un’azienda leader nel settore delle tecnologie di biorisanamento ambientale, la Eurovix.

Nel torrente Vibrata  lo scorso anno si era verificato a ferragosto un inquinamento delle acque a causa di un guasto all’impianto di depurazione, con lo sversamento in acqua di liquidi nocivi che avevano provocato la morte di moltissimi pesci. L’episodio, subito superato nel giro di alcuni giorni, aveva portato alla decisione di avviare politiche di risanamento e monitoraggio dello stato delle acque del fiume, classificato da Goletta Verde come uno dei corsi d’acqua più inquinati della costa adriatica.

Ad assistere al primo intervento di disinquinamento biotecnologico ci sarà l’assessore provinciale all’Ambiente Francesco Marconi, gli esperti dell’azienda e i tecnici dell’Istituto Zooprofilattico “Caporale” Abruzzo e Molise.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 383 volte, 1 oggi)