SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Verdi e Socialisti presentano la loro lista unica a sostegno del candidato sindaco Giovanni Gaspari. L’obiettivo dichiarato? Il 5%, “ma puntiamo a raggiungere anche due o tre punti in più”, afferma l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri.
Una lista che annovera dunque due fra gli assessori più in vista della giunta Gaspari, cioè Sestri e il collega con delega all’Ambiente Paolo Canducci. Per l’esponente socialista, le priorità nel campo delle opere pubbliche sono il completare la messa in sicurezza dei sotterranei del Paese Alto iniziata grazie ai finanziamenti regionali che sono stati ottenuti in questi anni per impedire i crolli dei cunicoli e gli smottamenti superficiali che in passato hanno visto l’apertura di vere e proprie voragini nella parte più antica di San Benedetto.
Poi l’attuale assessore cita la tematica dell’area Ballarin e la riqualificazione del lungomare nord, per la quale Verdi e Socialisti propongono di trovare i fondi necessari tramite una sorta di tassa di scopo. Afferma Sestri raggiunto telefonicamente da RivieraOggi.it martedì sera. “I fondi per i Comuni scarseggiano, in più abbiamo i vincoli di spesa imposti dai patti di stabilità. In questa cornice, un provvedimento come la tassa di scopo potrebbe essere un qualcosa su cui ragionare. Ovviamente, attendiamo un confronto con i nostri alleati, perchè sarebbe un provvedimento delicato. Bisognerebbe analizzarne bene i contorni, capire quali potrebbero essere i soggetti tassati e come, e quali soggetti escludere dalla tassazione”.
Veniamo alle tematiche ambientali. Canducci rivendica l’aver raddoppiato la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. E va oltre, dicendo: “Abbiamo un piano per raggiungere e superare il 65%. Un altro fatto che ci rende orgogliosi del nostro operato ambientale è che durante il nostro mandato San Benedettoi si è sempre vista riconoscere la Bandiera Blu della Fee. E non è scontato – ha sottolineato Canducci – dato che durante l’amministrazione Martinelli per un anno mancammo il traguardo».

“Quella tra Verdi e Socialisti non è una collaborazione improvvisata – affermano i rappresentanti della lista – sia a San Benedetto che a livello regionale e nazionale i nostri partiti hanno molti punti in comune e spesso lavorano fianco a fianco».
Tutti i candidati: Paolo Canducci, Leo Sestri, Andrea Marinucci, Giuseppe Laversa, Roberto Capriotti, Francesca Marconi Sciarroni, Donato Coccia detto Coccia, Cristina Mazza, Luciano Spinozzi, Mario Capriotti, Giuseppe Parmegiani, Paolo D’Antonio, Giovanna Nobilioni, Gianguido Cocci, Simone Bianco, Stefano Rossi, Silvano Coccia detto Silvano, Alfredo Rizzoli, Fabio Falà, Ernesto Piccinini, Gianmarco Santirocco, Francesco Maroni, Domenico Piunti, Umberto Pasquali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)