TERAM O – Rinviata di 15 giorni la proposta di rivisitazione dei collegi elettorali. La decisione è stata presa di comune accordo dall’assessore provinciale Davide Calcedonio Di Giacinto con il Prefetto Eugenio Soldà, nell’incontro tenutosi lunedì mattina.

“Porteremo la proposta in Commissione  consiliare – ha affermato il presidente Catarra – dove tutti potranno fare le proprie analisi e verificare che dalla nostra ipotesi il centrodestra non ricava alcun beneficio elettorale: il taglio di cinque circoscrizioni penalizza tutti a partire dal mio collegio, quello di Notaresco-Castellalto, che nella proposta licenziata dalla Giunta viene accorpato.  Sul metodo possiamo discutere ma, considerati gli strettissimi parametri imposti dalla legge, il risultato finale non potrà essere molto diverso da quello ipotizzato: confidiamo invece che prima del voto del 2014 vi sia una ulteriore revisione sulla base dell’ultimo censimento che ci vede con una popolazione superiore ai 300 mila abitanti. In questo caso tutto rimarrebbe inalterato”.

Va precisato che la Provincia, per legge, esprime solo un parere e che questo non è vincolante. “Proprio per questo il legislatore non ha previsto che la proposta sia adottata dal Consiglio e non obbliga ad alcun tipo di consultazione – conclude Catarra – ma non ho alcuna difficoltà a condividere il peso di una decisione che, comunque vada, proprio per i tagli draconiani alle circoscrizioni, sarà impopolare e dolorosa per tutti gli schieramenti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 57 volte, 1 oggi)