CENTOBUCHI-FULGOR MACERATESE 1-0 (1° t. 0-0)
CENTOBUCHI: Palanca , Alessandrini [capitano], Angelini (92) , Consiglio , Trasatti (91), Valente, Frinconi, Pesce (91)- ( 92′ Marco Del Moro), De Marco, Mattioli (46′ Tramannoni), De Florio. A disposizione: Marchegiani, Luca Fioravanti, Antonini (92), Fabio Gigli, Simone Gigli. Allenatore: Giuliano Filipponi.
FULGOR MACERATESE: Armellini , Romagnoli , Borgiani (92)-( 79′ Romansky 93), Trillini (92) – (60′ Eclizietta 93) , Stefano Del Moro , Grcic , Juvalè , Croceri , Cacciatori , Belkaid (66’ Borioni), Ramadori ( 54′ Pierfrancesco Cardinali). A disposizione: Martinelli (93), Benfatto, Nwanze, Borioni (92). Allenatore: Gilberto Pierantoni.
Arbitro: Alberto Ciarmatori di Ancona. Assistenti: Alessio Angelini e Giuliano Ciabattoni di Ascoli Piceno.
Reti: 76′ Frinconi (C)
Ammoniti: Valente (C).
Angoli: 4-7.
Recuperi: 1’+5′ (3′ + 2′ aggiuntivi)
Spettatori: 250 circa di cui circa 40, quelli provenienti da Macerata e sistemati nell’apposito settore ospite.
Note: Prima dell’inizio della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per il tenente italiano Alessandro Romani caduto in un’attentato terroristico in Afghanistan.

MONTEPRANDONE – Primi punti (3) e 0 in classifica cancellato. Dopo 3 ko consecutivi arriva infatti il primo sospirato successo del Centobuchi calcio che inaspettatamente fa suo il testa -coda nell’anticipo della 4° giornata di andata, d’Eccellenza Marche, battendo di misura  la Fulgor Maceratese grazie ad una rete dell’ottimo gioiellino Alessandro Frinconi (conferma importante la sua, che già faceva parte della rosa del Centobuchi in Serie D).
Forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto ma i padroni di casa ancora in fase di rodaggio e completamento, in quanto assemblati da poche settimane e la cui preparazione è partita solo il 16 agosto (ma molti si sono aggiunti dopo questa data ed alcuni che c’erano quel giorno se ne sono andati) meritano comunque il raggiungimento della vittoria per generosità ed impegno profusi in campo , semmai è la Maceratese (oggi in tenuta blu) che ha deluso le attese di questa partita, giocando al di sotto delle sue reali possibilità. Una squadra quella biancoceleste messa bene in campo dal tecnico Filipponi che ha cambiato di nuovo formazione schierando al centro della difesa, al fianco di Consiglio, il “nuovo acquisto” Alessio Trasatti (tornato al Centobuchi, dopo che aveva iniziato questa stagione con l’Elpidiense di Izzotti) e schierando Pesce nell’inedito ruolo di interno di centrocampo. Davanti, De Marco unica punta con gli appoggi di Frinconi (schierato ala destra) Mattioli (ex Porto d’Ascoli) e De Florio. Sulle fasce i terzini Alessandrini (a destra) e Angelini (a sinistra) , mentre Valente è stato confermato nel ruolo di mediano.
La cronaca– Partiva davanti il Centobuchi, al 1′ conclusione centrale di De Marco, bloccata a terra dall’esperto Armellini. Al 7′ punizione dai 30 metri di Grcic, con il gigante Palanca che si allungava deviando in angolo un pallone che si sarebbe altrimenti infilato accanto al palo destro. Al 18′ tiro-cross dalla destra di Cacciatori (ex Samb e Fermana), con sfera che deviata da Angelini, sfiorava il palo sinistro terminando in corner. Al 22′ grande conclusione da fuori di Cacciatori e altrettanto grande era la risposta affatto facile, di Palanca che bloccava in volo plastico la sfera, nonostante si trattasse di un tiro ben indirizzato. Nella ripresa, al 58′ cross dalla destra di Frinconi che attraversava tutta l’area ospite assumendo una insidiosa traiettoria, tanto che l’estremo biancorosso Armellini era costretto a smanacciare la sfera per sventare la minaccia. Al 65′ Cacciatori , lanciato in contropiede dal trequartista marocchino Belkaid (il quale nella prima frazione ha dovuto sostituire la sua maglia numero 10, strappata in un contrasto, con la 18 di Cardinali, per poi restituirla alla fine del primo tempo al compagno, indossando una maglia senza numero) , eludeva l’uscita di Palanca il quale si scontrava con un compagno, lasciando strada libera all’attaccante biancorosso, che andava via sulla destra e crossava a porta vuota non trovando per poco la deviazione di testa del nuovo entrato Eclizietta. Al 74′ su un cross dalla destra di Juvalè , Consiglio anticipava provvidenzialmente il ben appostato Cacciatori, rifugiandosi in corner.
Al 76′ arrivava l’inatteso vantaggio dei padroni di casa. Difesa ospite colta di sorpresa, quando De Marco in ripiegamento, lanciava Frinconi, il quale si involava sulla fascia destra e da posizione decentrata faceva partire un forte e preciso diagonale che si infilava sul 2° palo malgrado la deviazione di Armellini. Grande entusiasmo al momento della rete di tutta la panchina biancoceleste scattata in toto in piedi a festeggiare e del pubblico locale. Era il gol partita.
Domenica prossima il Centobuchi, che ha finalmente sbloccato la sua classifica, sarà ospite della Fermana (che domani giocherà a Fabriano), mentre la Fulgor Maceratese che per ora come già detto rimane in testa (assieme ad Elpidiense e Tolentino che come ricordato giocheranno domani) ospiterà il derby col neopromosso Corridonia.

LE INTERVISTE:
Nel dopo gara in sala stampa si sono presentati: il match winner dell’incontro, il tecnico del Centobuchi e il Diesse della Maceratese. Il primo a giungere ai microfoni è stato il protagonista della partita, che col suo gol ha scritto il risultato, il sempre più convincente faro del Centobuchi Alessandro Frinconi, soddisfatto della sua rete e spigliato: «Sono molto contento di questa vittoria. Non è stato un errore di Armellini, diciamo che è stato un bel gol il mio e dico nell’occasione grazie a De Marco per il buon lancio che mi ha fatto. Non era facile per noi -prosegue il centrocampista biancoceleste-affrontare una delle capoliste , venivamo da 3 sconfitte consecutive , due delle quali perse di misura e in maniera non del tutto meritata. Inoltre eravamo l’unica squadra del torneo ancora a 0 punti. Invece direi che è andata benissimo, non so se la Maceratese ha giocato al di sotto delle sue possibilità ma noi abbiamo dimostrato di essere una buona squadra e di poter fare un buon campionato. Questo successo ci da morale per il proseguo».

Poi è stata la volta del tecnico monteprandonese Giuliano Filipponi soddisfatto e sorridente: «Il gol? Nessun errore del loro portiere è stato un bel tiro di Frinconi. Gara importante per noi che siamo partiti in ritardo rispetto alle altre squadre. Contro il Real Metauro eravamo scarichi, sembrava che c’eravamo involuti rispetto alle prime due gare ben giocate seppur perse, di misura comunque. E’ stato importante anche avere un’intera settimana (senza turno infrasettimanale come la scorsa) per lavorare e prepararci bene per questa sfida. Oggi infatti la squadra stava molto meglio in campo e ha mostrato una grande grinta agonistica contro una buonissima squadra come la Maceratese. Davvero bravi sono stati tutti i miei ragazzi, perfetti in difesa. D’altronde ho un grande gruppo a disposizione e non lo sono solo oggi con questa vittoria ma lo erano anche nelle sconfitte. Ringrazio davvero questi ragazzi-prosegue Filipponi- che hanno dato tutto in questa partita. Si tratta di ragazzi giovani che hanno bisogno dell’aiuto di tutti per crescere e raggiungere la salvezza, del mio ma anche di quello del pubblico. Questi ragazzi sono sicuro miglioreranno sempre di più di partita in partita e sono altresì convinto che dunque , disputeremo un buon campionato».

Infine ha parlato un deluso ma pacato Diesse Roberto Agostinelli in rappresentanza della Maceratese: «Abbiamo preso il gol proprio mentre stavamo facendo grande pressione nella loro trequarti campo, eravamo sempre noi all’attacco ma senza concretizzare. Il primo tempo ad esempio c’eravamo solo noi in campo. Ci hanno segnato nella loro unica ripartenza. E comunque io non capisco la vostra meraviglia per questa sconfitta, si ripeto non la meritavamo ma non è scandalosa, nel senso che voi guardate soprattutto le posizioni in classifica, noi primi e loro ultimi, ma ignorate che il Centobuchi non è una squadra affatto scarsa sulla carta ma vanta giocatori di tuttorispetto ed alcuni esperti come De Marco che giocava in C2 (seconda divisione) con la Sangiustese. Tornando alla nostra squadra, si qualcosa indubbiamente non va , non siamo perfetti, e cercheremo di migliorarci».

Programma 4° Giornata di andata (Domenica 19 settembre ore 15:30):
Ancona 1905-Cingolana; Atletico Piceno-Urbania; Corridonia-Urbino; Centobuchi-Fulgor Maceratese (giocata sabato) 1-0 (al 76′ Frinconi); Elpidiense Cascinare-Vis Pesaro; Fortitudo Fabriano-Fermana; Grottammare-Belvederese; Real Montecchio-Biagio Nazzaro Chiaravalle; Sangiustese-Montegranaro (si giocherà sul neutro del Ferranti di Porto Sant’Elpidio); Tolentino-Real Metauro.

Classifica Attuale: Elpidiense Cascinare, Fulgor Maceratese * e Tolentino 7, Sangiustese e Urbania 6, Ancona 1905, Belvederese, Fortitudo Fabriano e Real Montecchio 5, Cingolana, Fermana, Real Metauro e Vis Pesaro 4, Centobuchi *, Grottammare e Urbino 3, Biagio Nazzaro Chiaravalle 2 , Atletico Piceno , Corridonia e Montegranaro 1.

*= 1 gara in più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 329 volte, 1 oggi)