COLONNELLA – Si preannunciano «pessime» le prospettive per il 230 dipendenti della MML Lamborghini impiegati nell’exAtr. Ad affermarlo è l’Ugl che in settimana incontrerà i dirigenti del gruppo bolognese per conoscere le decisioni prese in merito al sito produttivo di Colonnella.

«La continuazione del contratto di affitto del ramo di azienda  – si legge in una nota – e la conseguente permanenza della MML è obiettivo decisivo, oggi, per il mantenimento dei livelli occupazionali. Certamente questa non è una battaglia solo sindacale, anzi; sono necessari e prioritari gli interventi della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, del Commissario Ministeriale e anche della Provincia di Ascoli Piceno, fortemente interessata dal bacino territoriale, per “convincere” il Gruppo Lamborghini a proseguire in Atr».

Il sindacato pertanto rinnova l’appello ad avviare con urgenza un tavolo istituzionale per discutere delle sorti sia dell’azienda che dei lavoratori.

Il bando per la vendita del polo industriale, sia in blocco che a singoli cespiti, verrà emanato entro fine gennaio e prevederà il vincolo di permanenza per i lavoratori in forza. Entro giugno poi si dovrebbe definire la scelta dell’acquirente.  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)