Grottammare – Venerdì scorso, presso il BB discodinner di Grottammare, la Metamarine corse ha organizzato una cena per suggellare l’eccezionale stagione agonistica del 2009. Il team sambenedettese, infatti, si è distinto fin dalle prime prove nell’ambito della settima stagione del campionato mondiale Powerboat P1, il più grande sport motoristico nautico, aggiudicandosi non solo il titolo italiano ma anche un degno terzo posto a livello mondiale. Protagonista indiscusso della serata, l’imprenditore e pilota Marco Pennesi che, insieme al giovane copilota Stefano Bonanno, ha voluto ringraziare consegnando premi e riconoscimenti a quanti, tra sostenitori e sponsor, lo hanno accompagnato nella sua storia di pilota e di sportivo. Sul palco Marco ha ricordato anche l’incidente occorso durante la prima gara di Malta, quando l’elica dell’imbarcazione si è spezzata vanificando non solo la possibilità di un migliore piazzamento a livello mondiale, ma anche mettendo a repentaglio la propria vita. A completare la carrellata di premiazioni, l’intervento di Giovanni Cimini, titolare dell’azienda sponsor del team Metamarine corse, il quale ha tenuto a ricordare come il prestigioso marchio porti in giro nel mondo gli ingredienti più autentici della nostra cultura: ingegno, qualità, sacrificio, messi a servizio di uno sport difficile e ancora poco riconosciuto. Parole ribadite dal sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gaspari che, orgoglioso di avere ospitato nelle acque della Riviera delle Palme, per il secondo anno consecutivo, la terza tappa del gran premio del mare, ha reso inoltre merito al talento di Marco Pennesi nella sua duplice veste di pilota e costruttore di simili gioielli del mare. Non poteva mancare l’intervento del primo cittadino di Grottammare, Luigi Merli, che ha rivendicato con orgoglio i natali grottammaresi del campione, indicando come l’esempio di imprenditoria innovativa offerto dall’azienda nautica sambenedettese, rappresenti, in tempi difficili di crisi economica, un modello e un auspicio per il futuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 845 volte, 1 oggi)