ASCOLI PICENO – Saranno esposte per la prima volta delle acquetinte ed acqueforti, litografie ed incisioni inedite, opere che in tutto il mondo sono state esposte solamente nel 1984 alla Galleria Flegias di Roma.

È la mostra “Per non dimenticare”, personale di Eva Fisher, che verrà inagurata alle 17 di sabato 12 dicembre presso l’Area Archeologica del Palazzo dei Capitani e rimarrà aperta fino al 29 dicembre.

Fortemente voluta dal Lions Club Ascoli Piceno Urbs Turrita unitamente al suo presidente Alberto Amici, il quale ha colto l’occasione per celebrare un evento culturale internazionale per la città di Ascoli, la mostra di Eva Fisher è una vera chicca per gli amanti dell’arte.

Eva Fischer (Daruvar, 1920) è una pittrice croata che dal termine della Seconda Guerra mondiale vive a Roma. Nel dopoguerra entrò a far parte del gruppo di artisti di Via Margutta, diventando quindi amica e frequentatrice di artisti come Mafai, Guttuso, Tot, Campigli, Fazzini, Carlo Levi, Capogrossi, Corrado Alvaro. Come anche con Giorgio De Chirico, Sandro Penna, Giuseppe Ungaretti, Corrado Cagli.

« Il tema scelto delle opere – spiega la curatrice Antonella Ventura di Arte per le Marche – sono il periodo della scuola romana periodo di Via Margutta, a cavallo fra le due guerre e alcuni richiami al delirio “nazifascista” e deportazione della Fischer a Dachau, dove scapperà».

L’inaugurazione verrà anche trasmessa in streaming sul canale http://www.livestream.com/whipart

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)