L’AQUILA – Definito il quadro della nuova giunta regionale: il presidente Chiodi ha assegnato stamattina lunedì 19 gennaio le deleghe ai vari assessori: ad Alfredo Castiglione è andato lo Sviluppo Economico e la Vicepresidenza; a Carlo Masci Bilancio, Riforme Istituzionali, Enti Locali, Attività Sportive; ad Angelo Di Paolo Lavori Pubblici, Servizio Idrico Integrato, Gestione Integrata dei bacini idrografici, Difesa del suolo; a Daniela Stati Protezione Civile, Ambiente; a Federica Carpineta Risorse Umane e Strumentali; a Giandonato Morra Trasporti e Mobilità, Viabilità, Demanio e catasto stradale; Sicurezza stradale; a Mauro Di Dalmazio Sviluppo del turismo, Politiche culturali; a Lanfranco Venturoni Politiche della salute; a Mauro Febbo Politiche agricole e di sviluppo rurale, forestale, caccia e pesca; a Paolo Gatti Politiche attive del lavoro; Formazione e istruzione, Politiche sociali.

Chiodi ha invece tenuto per se le deleghe di Politiche regionali di cooperazione interistituzionale; Affari della Giunta regionale; Attività internazionali; Legislativo; Coordinamento e supporto, Affari generali e Bura; Attività di collegamento con Ue a Bruxelles; Delegazione di Roma; Programmazione e sviluppo, statistica; Politiche nazionali per lo sviluppo; Pianificazione territoriale, programmi complessi nazionali e regionali delle Aree urbane; Politica energetica, qualità dell’area e Sina; Tutela, valorizzazione del paesaggio e valutazione ambientale; Conservazione della matura e Ape; Assistenza legale,consulenza e attività amministrative per l’ambiente e il territorio; Sussidiarietà; Stampa; Avvocatura regionale.

«Le deleghe agli assessorati – ha affermato Chiodi – sono state assegnate sulla base delle professionalità e delle competenze». Il governatore d’Abruzzo ha inoltre spiegato che sulla composizione della giunta non c’è stata alcuna influenza romana, in particolare del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e del sottosegretario Letta. «Ci sono stati alcuni incontri – ha concluso Chiodi – ma la giunta è frutto dell’interlocuzione abruzzese».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)