SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una buona e incoraggiante esperienza: questo il giudizio unanime al ritorno dal Salone delle Vacanze di Lugano, a cui nei giorni a cavallo di ottobre e novembre hanno partecipato il Comune di San Benedetto, l’Assoalbergatori e il Consorzio Turistico Riviera delle Palme.
Nella città elvetica c’era uno stand di 18 metri quadrati; il Comune, che aveva inizialmente stanziato 12 mila euro per la partecipazione, ne ha poi risparmiati 4000, che sono stati investiti dall’Assoalbergatori.
La Fiera ha avuto circa 80 mila visitatori in quattro giorni; lo stand della Riviera ha distribuito 5000 fra prezziari, guide turistiche e gadget (sono andati molto forte i semi di palma, che molti avventori hanno scambiato per spezie…da mangiare).
Il nostro stand ha puntato al palato dei visitatori, offrendo vini, salumi e formaggi locali, sotto il coordinamento dell’albergatore Bernardo Di Emidio. E l’ente organizzatore della fiera ha anche donato un attestato alla città di San Benedetto per aver ben rappresentato le eccellenze, le tradizioni e le tipicità enogastronomiche.
«C’è un trend positivo di turisti dal varesotto in su, l’assessore Mozzoni ci crede molto e noi abbiamo fatto altrettanto, con la collaborazione del Consorzio all’insegna dell’unione di mare ed entroterra», commenta il presidente dell’Assoalbergatori Pericle Guidotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 959 volte, 1 oggi)