SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’agosto 2007 sta per finire agli archivi e verrà ricordato come un mese storico per il pattinaggio sambenedettese. Gli atleti della città delle palme infatti hanno contribuito a rendere grande l’Italia impegnata dal 17 al 25 agosto a Calì, in Colombia, dove si sono svolti i Mondiali riservati alle categorie Junior e Senior.
Il bilancio finale per gli Azzurri parla di oltre trenta medaglie; gran parte del merito, come detto, ai nostri pattinatori che ne hanno “firmate” 7 (3 ori e 4 argenti).
Vediamoli: Davide Amabili (della società Riviera delle Palme Skating in Line) e Riccardo Bugari (Pattinatori Sambenedettesi) sono diventati campioni del mondo della specialità 3.000 metri americana su pista e – storia di sabato scorso – nei 5.000 metri americana su strada, categoria Junior. In tutte e due le circostanze insieme agli atleti di casa nostra ha gareggiato Marco Rebagliati.
Ma non è finita, perché Bugari ha messo al collo l’oro anche nei 20 mila metri ad eliminazione su strada (Junior) e i fratelli Amabili, Davide e Matteo, hanno vinto quattro argenti: il primo nei 1.000 punti a eliminazione su strada e nei 1.000 metri su pista; il secondo nella 1.000 punti a eliminazione su pista (categoria Junior) e nella 5.000 metri americana su strada con Fabio Francolini e Luca Presti (Senior).
L’Italia ha così potuto chiudere al quarto posto nella classifica generale, dietro a Stati Uniti, Corea del Sud e Colombia. Il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari ha ribadito di voler ricevere in Comune gli atleti sambenedettesi protagonisti a Calì (c’era anche Laura Lardani).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.256 volte, 1 oggi)