RaitreMarche. Adesso basta. Dopo aver ascoltato qualche minuto fa il Tg3 Marche (per fortuna della mia bile lo seguo pochissimo) mi sono convinto che la direttrice dell’emittente marchigiana non sa che Porto d’Ascoli fa parte del comune di San Benedetto del Tronto.
In un servizio su un revival di 90° minuto (nel video è apparso 4-5 volte Tonino Carino) tenutosi ieri sera a San Benedetto in zona Porto d’Ascoli, il giornalista non ha mai pronunciato il nome San Benedetto del Tronto nè la Riviera delle Palme con l’aggravante che anche la scritta sul video (in basso a sinistra) riportava Porto d’Ascoli.
Se non è ignoranza cosa è? Mi aspetto nel prossimo consiglio comunale, magari prima, un intervento decisivo del sindaco Giovanni Gaspari per troncare, o meglio stroncare, questo modo di fare giornalismo. Se il sindaco non fa niente, un’interpellanza dell’attuale opposizione appare obbligatoria.
Ma non finisce qui. Nel proseguo del Telegiornale regionale, a proposito di una mostra, ha così indicato la località: Portonovo di Ancona. Al lettore che nei giorni scorsi ha obiettato che Porto d’Ascoli non è un quartiere di San Benedetto del Tronto ma una frazione, consiglio di leggere la frase sottostante: «Portonovo, frazione di Ancona e rinomato centro balneare della riviera del Conero, si integra perfettamente con il territorio dell’omonimo monte Conero».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.686 volte, 1 oggi)