SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trecento euro di multa per l’Associazione Sportiva Centobuchi, “per avere propri sostenitori, nel corso del secondo tempo, lanciato in campo una bottiglietta d’acqua semipiena che, tuttavia, non colpiva alcuno”.
Questo l’unico provvedimento disciplinare a carico della società biancoceleste dopo la partita di ritorno dei play out. Molto più severo, a ragione, il Giudice Sportivo di serie D nei confronti del Penne, ospite domenica scorsa allo stadio Comunale.
Per la società abruzzese tre giocatori squalificati – Nunziato, Contini e Ciarrocca – ma soprattutto 3 mila euro di multa a causa del comportamento tenuto dal centinaio scarso di tifosi giunti nelle Marche.
A tale proposito leggiamo le motivazioni del Giudice: “per avere propri sostenitori in campo avverso, nel corso del secondo tempo, tentato di forzare un cancello di ingresso adiacente gli spogliatoi rivolgendo nell’occasione cori ostili nei confronti dei calciatori della propria squadra; era necessario l’intervento della Forza Pubblica per sedare i facinorosi. Per avere, gli stessi, appiccato il fuoco alla rete di recinzione (composta da un telo di iuta) del settore loro riservato; era necessario l’intervento della Protezione Civile per spegnere il principio di incendio. Successivamente, i medesimi, tentavano di strappare la rete di una porta con aste di bandiere ed un ombrello senza, tuttavia riuscirvi per il pronto intervento delle Forze dell’Ordine. Per avere lanciato una lattina ed un’asta di bandiera che, tuttavia, non colpivano alcuno. Per avere, nel corso della gara ed in più occasioni profferito cori offensivi e triviali all’indirizzo dei calciatori e sostenitori della squadra avversaria. A fine gara, inoltre, numerosi sostenitori tentavano di scavalcare la rete di recinzione e di forzare i cancelli di ingresso senza, tuttavia, riuscirvi per il pronto intervento delle Forze dell’Ordine”.
Vale infine la pena dare uno sguardo alle motivazioni della squalifica (per sei giornate) all’attaccante Nunziato, in campo giusto un quarto d’ora prima di farsi cacciare dall’arbitro per un brutto fallo ai danni di Porcu: “espulso per intervento falloso nei confronti di un avversario in azione di gioco, successivamente colpiva con uno schiaffo al volto un altro avversario tenendo, nei suoi confronti, comportamento minaccioso. Nell’abbandonare il terreno di gioco, rivolgeva gesti triviali nei confronti della tifoseria avversaria provocandone la reazione. Era necessario l’intervento della Forza Pubblica”.
Di seguito riepiloghiamo il quadro delle decisioni prese dal Giudice Sportivo in merito a play off e play out del girone F di serie D.
Allenatore
fino all’11 giugno
Papini (Verucchio)
Giocatori
Sei giornate
Nunziato (Penne)
Una giornata
Santini (Fano), Falcioni (Pergolese), Contini e Ciarrocca (Penne)
Società
Ammende
Penne 3 mila euro, Fano 500 euro, Centobuchi 300 euro

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 539 volte, 1 oggi)