SAN BENEDETTO DEL TRONTO . Mentre la Samb riprende ad allenarsi dopo il classico giorno di riposo post partita, la squadra del Legnago è ancora in piena emergenza Covid.

I veneti non scendono in campo dallo scorso 11 novembre (sconfitta in casa vs il Matelica, ndr) e sono stati costretti a chiedere il rinvio di due match, le cui date di recupero sono state rese note oggi pomeriggio dal Giudice Sportivo: Alma Juventus Fano – Legnago si disputerà mercoledì 9 dicembre e sette giorni dopo sarà la volta di Legnago – Imolese.

Il 15 novembre la società veronese comunicava la positività di 17 effettivi del Gruppo Prima Squadra, le probabilità di un rinvio anche del match in programma domenica pomeriggio alle 15 non sembrano così remote.

Affinché la gara possa disputarsi ricordiamo che, come da protocollo Uefa, è necessaria e sufficiente la disponibilità di 13 calciatori tra i quali almeno 1 portiere con l’ulteriore opzione, utilizzabile una sola volta per tutta la stagione ed approvata in ottobre dalla Lega Pro, di chiedere il rinvio in caso di positività di 4 giocatori che si protragga per 5 giorni consecutivi.

Nel frattempo al Samba Village, agli ordini di Mister Zironelli, i giocatori rossoblù hanno svolto l’allenamento con lavoro di attivazione, esercitazioni tecnico/tattiche e partita finale .

Tutti a disposizione ad eccezione di Bacio Terracino che ha svolto lavoro a parte per un fastidio muscolare al retto femorale sinistro. Domani in programma doppia seduta.

Dal comunicato del Giudice Sportivo di Lega Pro non emerge nessun provvedimento disciplinare a carico di tesserati sambenedettesi.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.