SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le indagini del grave fatto accaduto domenica 30 agosto in Riviera potrebbero essere ad una svolta importante.

Di seguito i nostri precedenti articoli

Cadavere alla Sentina, attivata procedura per esame Dna. No a denunce di scomparsa, decesso sabato sera?

Cadavere alla Sentina: il corpo della ragazza è all’obitorio, accertamenti in corso per identità

Secondo indiscrezioni la ragazza rinvenuta cadavere alla Sentina, a Porto d’Ascoli, potrebbe essere una turista straniera proveniente dalla Repubblica Ceca, età dai 20 ai 30 anni.

Sempre secondo indiscrezioni, la vittima alloggiava in un appartamento a Martinsicuro insieme ad un ragazzo: di quest’ultimo, però, non ci sono più tracce. C’è il forte timore che sia anche lui affogato in mare come la ragazza. All’interno dell’abitazione sarebbero stati trovati documenti ed effetti personale, materiale al vaglio degli inquirenti. Prelevate anche tracce di Dna.

Nel frattempo la Procura di Ascoli ha avviato contatti con l’ambasciata e Consolato della Repubblica Ceca per ottenere riscontri e ufficialità sulla identità dei due, disponendo ricerche in mare del ragazzo da parte di Capitaneria di Porto e Guardia di Finanza. Dall’alba di oggi le coste tra Marche e Abruzzo sono monitorate dai militari, ricerche non facili a causa del maltempo di questi ultimi giorni.

Oggi, primo settembre, dovrebbero arrivare i risultati dei primi riscontri medici sul cadavere della ragazza.

Al momento del ritrovamento la vittima (alta, capelli lunghi e scuri) indossava un costume da bagno nero e degli orecchini. Presentava due ferite alla coscia, forse causate dall’impatto con un’elica o un altro oggetto in mare.

L’autopsia sarà eseguita il 2 settembre.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.