CUPRA MARITTIMA – Nella giornata dell’11 maggio sono arrivate le linee guida della Regione Marche per stabilimenti balneari, bar, ristoranti e altre attività prossime alla riapertura con probabilità già dal 18 maggio.

Il nostro articolo precedente

Chalet, spiagge libere e non solo: ecco le linee guida della Regione Marche

Nel documento sono presenti anche le indicazioni per le spiagge libere e la loro gestione. A San Benedetto si sta pensando ad una App per la gestione di entrate e uscite dalla battigia con prenotazione e sarà richiesto aiuto alla Regione per incrementare “forze” da utilizzare come vigilanza per verificare che i bagnanti rispettino regole e distanziamento sociale.

Anche a Cupra Marittima il sindaco Alessio Piersimoni conferma, contattato al telefono da Riviera Oggi, che la sua amministrazione è al lavoro per l’imminente stagione balneare che nonostante l’emergenza Coronavirus si farà con le dovute misure: “L’obiettivo  che ci sta a cuore è consentire ai cittadini di fruire e scegliere la spiaggia libera e, ovviamente, garantire la regolare sicurezza come avviene all’interno delle concessioni”.

Idea App anche nella località cuprense? Il primo cittadino risponde così: “Stiamo valutando i sistemi migliori che meglio si calzano nel nostro territorio. Sceglieremo le soluzioni che garantiscono più sicurezza”.

Piersimoni conclude: “Tra l’altro nelle nostre osservazioni che abbiamo mandato all’Anci Marche, che fa da tramite con la Regione, abbiamo chiesto di ricorrere ai fondi sociali europei con dei bandi per incrementare le risorse che verranno gestite per, appunto, la vigilanza e la gestione delle battigie”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.