SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al Riviera Delle Palme va in scena il primo turno eliminatorio della Coppa Italia Serie C. La partita è a eliminazione diretta e in caso di parità nei 120′ si va ai rigori per determinare chi passerà il turno. In caso di esito positivo gli uomini di Monteor incontreranno la Ternana il prossimo 6 novembre.

SAMBENEDETTESE: Raccichini, Biondi, Trillò, Gelonese, Zaffagnini, Bove, Piredda, Orlando, Brunetti, Garofalo, Panaioli. A disposizione: Miceli, Di Massimo. Cernigoi, Volpicelli, Rapisarda, Frediani, Di Pasquale, Malandruccolo, Gemignani, Angiulli. Allenatore Paolo Montero.

FERMANA: Palombo, Manetta, D’Angelo, Scrosta, Bellini, Isacco, Iotti, Persia, Cognigni, Bacio Terracino, Fiumicetti. A disposizione: Gemello, Soragna, Comotto, Rolfini, Venturi, Molinari, Mantini, Ricciardi, Liguori, Alagna, Sperotto, Maistrello. Allenatore Flavio Destro.

Arbitro: Luca Zucchetti di Foligno. Assistenti Antonio D’Angelo e Andrea Bianchini di Perugia.

NOTE: cielo sereno, temperatura 18° C in avvio, prato in discrete condizioni. Attesi 58 tifosi da Fermo. Non sembra numerosa la presenza dei tifosi di casa, forse un migliaio. Presenti in curva anche alcuni tifosi della Roma.

PRIMO TEMPO

4′ Prima azione della Samb, agile nell’avanzare la palla: palla per Bove centralmente che allarga sulla sinistra per Piredda, tiro da posizione un po’ defilata ma non angolatissima, sinistro teso che Palombo respinge in angolo.

Le due squadre si stanno affrontando a viso aperto, con la Samb che gode di maggior possesso palla e punta sulle accelerazioni di Orlando sulla fascia destra.

17′ Dopo dieci minuti sonnacchiosi, primo affondo della Fermana sulla sinistra, palla al centro dove Cognigni protegge bene la palla, anche se è circondato da giocatori rossoblu, ingenuamente Biondi, nel tentativo di anticiparlo, lo colpisce sul piede d’appoggio, rigore che lo stesso Cognigni realizza piazzando la palla alla destra di Palombo. 0-1

21′ Ancora Fermana pericolosa e ancora bucando sulla fascia sinistra, stavolta è D’Angelo a ricevere tutto solo, mette in mezzo e i rossoblu si salvano in angolo con un po’ di apprensione.

Rossoblu schierati col 4-3-3, linea avanzata col falso nove Panaioli al centro, Orlando a destra e Piredda a sinistra.

I tifosi fermani

27′ Rossoblu sempre troppo larghi in difesa sulla fascia di competenza del giovane Brunetti, ancora una incursione della Fermana fermata con fatica.

28′ Risponde la Samb con un gran destro di Trillò scoccato da pochi metri dalla linea di fondo, pallone che si perde lontano sul secondo palo, Panaioli non è lesto nella deviazione in porta.

32′ Ancora Fermana pericolosa: centralmente Iotti scatta sul filo del fuorigioco a causa di un ritardo in uscita di un difensore rossoblu, Raccichini esce fuori dall’area e in scivolata anticipa l’avversario.

33′ Contropiede Samb, cinque contro quattro. Bove appoggia centralmente per Biondi ma il passaggio è un po’ troppo lungo e Palombo in uscita non ha problemi.

35′ Piredda sbaglia tutto a centrocampo con un passaggio orizzontale troppo molle, scatta subito il contropiede canarino con palla a D’Angelo sulla destra, tutto solo entra in area ma non ha il tempo di tirare grazie al grande recupero di Biondi. Calcio d’angolo.

37′ Altra ingenuità difensiva rossoblu, Garofalo tocca un pallone con il braccio dal limite dell’area. Punizione, sulla palla vanno D’Angelo e Iotti. Tira D’Angelo, prova a scavalcare la barriera, palla alta.

Curiosità: la Samb è in campo con un nato nel 2000, il portiere Raccichini, e tre nati nel 1999: Brunetti, Garofalo e Panaioli. La Fermana gioca con due nati nel 2000, Isacco e Fiumicetti, e uno nato nel 1999, il portiere Palombo.

Il primo tempo termina 0-1. Risultato meritato perché la Fermana è stata più pericolosa nelle ripartenze, approfittando dei larghi spazi a disposizione tra Zaffagnini e Brunetti. Per paradosso, ingenuità del rigore a parte, la Samb ha avuto due occasioni per passare in vantaggio, con tiri più o meno dalla stessa posizione con Piredda e Trillò. Sotto tono, oltre al giustificabile Brunetti, all’esordio, anche Piredda e in parte Gelonese a centrocampo mentre Panaioli, provato nel ruolo di falso nove, andrebbe provato nella sua posizione classica. Magari Montero nella ripresa vorrà saggiare le qualità di falso nueve di Volpicelli o Di Massimo.

 

SECONDO TEMPO

2′ Riparte subito la Fermana, Cognigni raccoglie un lungo lancio e appoggia di testa per D’Angelo che prova il rasoterra potente dai venti metri, Raccichini però è ben piazzato.

5′ Occasionissima Samb! Finalmente un giro palla abbastanza rapido, sfera a Trillò che dalla sinistra calcia un pallonetto quasi a campanile sul secondo palo. Sulla sfera s’avventa Panaioli che devia in porta in controbalzo ma non è fortunato, il pallone si impenna sopra la traversa.

6′ Ammonito Cognigni.

8′ Bella discesa di Brunetti imbeccato da Orlando, Fermana che si salva in angolo. Sugli sviluppi la sfera arriva a Garofalo che stoppa di petto e tira di destro anziché di sinistro, tenta l’esterno ma la traiettoria termina a lato sul primo palo.

10′ Rossoblu molto più reattivi in questa fase. Forse Montero sta per far entrare Angiulli e Frediani.

14′ Infatti entra Frediani, esce un deludente Piredda.

16′ Ammonito Gelonese.

18′ Manetta va al tiro dalla distanza, pallone che termina non molto distante dai pali.

19′ Azione che si sviluppa a metà campo con un batti e ribatti dal quale, con un po’ di fortuna, emerge tutto solo Bacio Terracino che si invola centralmente e poi appoggia a sinistra per D’Angelo. Il quale va al tiro, di destro e sul primo palo. Raccichini non è pronto, la palla scheggia il palo interno e si infila, 0-2.

20′ Ammonito Trillò, molto nervoso.

23′ Esce Orlando, al suo posto Volpicelli. Non cambia lo schema di gioco.

23′ Panaioli stoppa di petto e si gira in area, tiro senza velleità che va sul fondo.

26′ Triplo cambio per la Fermana: escono Iotti per Sperotto, D’Angelo per Liguori, Cognigni per Molinari.

32′ Ammonito Bellini, brutto fallo da dietro su Trillò che stava entrando in area da sinistra.

33′ Entra Di Massimo per Panaioli. Montero fa rientrare in panchina Cernigoi e Angiulli, non rischia i cinque cambi.

35′ Angolo di Volpicelli, traiettoria molto tesa con palla a rientrare, Palombo devia sopra la traversa sulla linea di porta.

37′ Esce Fiumicetti, al suo posto Rolfini.

42′ Esce Isacco per Ricciardi.

49′ Ci scappa quasi il terzo gol con un tiro con la punta di Molinari, fuori di poco.

5 minuti di recupero.

Sconfitta meritata per la Samb a causa di un primo tempo troppo svagato, con una difesa facilmente perforabile. Qualche timido tentativo di riscossa nella ripresa, poi freddato dal gol di D’Angelo alla prima azione fermana. A quel punto tutto è finito e neanche Montero se l’è sentita di rischiare nel finale altri due cambi disponibili, in vista della trasferta di Cesena.

Fermana dunque vittoriosa meritatamente al Riviera delle Palme, non fosse altro per la maggiore resa contro le seconde linee rossoblu. Deludenti le prestazioni di Piredda, Bove. Decisivo l’errore di Biondi che ha provocato il rigore, mentre Gelonese non è riuscito a prendere in mano la squadra. Volenterosi i più giovani come Panaioli, purtroppo visto in un ruolo non suo, Brunetti, in crisi nel primo tempo ma un po’ meglio nella ripresa, e Garofalo, che ha concluso coi crampi ma che ha mostrato qualità da combattente. Applausi per le due squadre dalle due tifoserie presenti, con quella rossoblu che intona cori in vista della trasferta di domenica prossima a Cesena, ben più sentita, evidentemente, di questa partita di Coppa Italia che decreta il passaggio del turno della Fermana.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.