COLONNELLA – Un premio “davvero” speciale per il Ristorante Zenobi di Colonnella. Slow Food, l’associazione internazionale che ha per obiettivo la valorizzazione del cibo e di una cucina di qualità compatibile con l’ambiente e con la tradizione, ha assegnano allo storico locale della provincia di Teramo, immerso nel verde delle colline di Colonnella, il premio per la “Migliore interpretazione della cucina regionale”. In particolare la menzione rileva come “Patrizia Corradetti da oltre vent’anni interpreta la cucina teramana con conoscenza, passione, personalità. I suoi piatti sono un inno alle colline del Teramano ricche di tradizioni pastorali e di grandi artigiani”.

Il premio è stato assegnato in occasione della presentazione della Guida 2019 “Osterie d’Italia”, nel quale Slow Food raccoglie tutti i locali insigniti dalle Chiocciole, unico riconoscimento assegnato da Slow Food e simbolo della qualità della cucina che il ristorante Zenobi può vantare ininterrottamente dal 2001.

È la prima volta che il Gambero Rosso, nell’assegnare le sue Chiocciole, simbolo della qualità della cucina (riconoscimento confermato ovviamente a Zenobi) assegna anche dei premi speciali: sei in totale, per tutta l’Italia, “per aiutare a determinare i locali di riferimento”.

“Per noi è il massimo – precisa Marcello Zenobi, assieme alla sorella Cristina punto di forza del ristorante, ovviamente assieme alla mamma Patrizia Corradetti – Il premio ci riempie di orgoglio perché da sempre, sotto la direzione di mia madre, il Ristorante Zenobi si è qualificato come un locale attento a coniugare qualità della cucina con le tradizioni”.

Piatti che hanno sicuramente riscosso successo tra i giudici di Slow Food sono, ad esempio, i tipici maccheroncini all’abruzzese, l’agnello “cacie e ova”, la capra alla neretese, le virtù, le pappardelle con la papera.

Già, al solo leggerlo, viene l’appetito.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.